laRegione
centovalli-proroga-per-la-vecchia-funivia-di-rasa
21.12.21 - 18:18
Aggiornamento: 21:35

Centovalli, proroga per la vecchia funivia di Rasa

Il Cantone ha accolto la richiesta del Comune. Per un altro anno l’impianto rimarrà in funzione. Sì a preventivo e credito per lo studio della zipline

La vecchia funivia Verdasio-Rasa potrà assicurare il suo servizio all’utenza anche nel 2022. Lo ha comunicato, in coda alla seduta di legislativo di lunedì sera, il sindaco delle Centovalli, Michele Turri. Il Cantone ha infatti accolto la richiesta dell’ente e concesso una proroga d’esercizio di un anno all’impianto via fune. Funivia che, lo ricordiamo, con la “cugina” Intragna-Pila-Costa, è al centro di un importate progetto di ammodernamento (oltre 11 milioni di franchi d’investimento). Per il 2023, il Cantone farà un ulteriore approfondimento del dossier, dal momento che la Verdasio-Rasa necessita di grossi interventi di manutenzione. «Questo lasso di tempo permetterà al Municipio di valutare con più calma quelli che saranno i passi da intraprendere» − ha detto Turri.

‘Un passo indietro ora? È un po’ tardi, valuteremo le varie soluzioni’

Proprio gli impianti via fune sono stati al centro di alcune richieste di chiarimenti da parte di Silvano Tanghetti, consigliere comunale del gruppo Lega dei Ticinesi-Indipendenti. Questi ha chiesto lumi circa i ritardi accumulati nella messa in opera dei lavori. «Per quanto riguarda la Intragna-Pila-Costa, la domanda di costruzione è praticamente pronta» − ha spiegato il sindaco − «Quanto alla Verdasio-Rasa, ci vorrà ancora un po’ più di tempo. Non andiamo alla cieca, ci sono delle difficoltà tecniche da risolvere». Quanto ai costi, Michele Turri non ha escluso che «si possa fare un passo indietro, anche se ora sembra un tantino tardi. Le soluzioni comunque non si trovano in due settimane. Con le commissioni del legislativo approfondiremo il discorso e troveremo la giusta via».

Non ha invece generato interventi quella che, a rigor di logica, doveva essere la trattanda più “delicata”, vale a dire quella concernente la revoca del contratto di prestazione tra Comune ed Ente autonomo delle Centovalli (EACe) per la gestione delle future nuove funivie. Come noto, il presidente dell’Ente se n’era andato sbattendo la porta causa le profonde divergenze di vedute e le incomprensioni con l’Eecutivo centovallino. A nome della commissione della gestione, Davide Giovannari (Plr) ha precisato come, non conoscendo appieno le finalità dell’EACe, la revoca del mandato appaia una soluzione giustificata. Consentirà infatti di rivalutare, con più calma, compiti e ruoli. Con voto unanime i presenti hanno dunque accolto il messaggio.
È bastata una trentina di minuti (record storico per il Cc delle Centovalli, ndr) per archiviare tutte le altre trattande. A cominciare dal preventivo del Comune (con moltiplicatore d’imposta confermato al 95%) per poi passare ai grossi crediti per potenziare la rete di approvvigionamento idrico, su su fino ai 150mila franchi da destinare alla manutenzione straordinaria della rete sentieristica vallerana («l’importo snellisce le procedure legate alla messa in sicurezza dei camminamenti, a tutto vantaggio del territorio», ha osservato Giovannari).

Conoscere per deliberare

Luce verde pure alla variante di Pr relativa alla Sezione di Borgnone, come anche allo studio di massima per la realizzazione di una zipline (mozione di Matteo Pellanda, Nuova Primavera). A riguardo di quest’ultima, la gestione, inizialmente scettica, sentite le spiegazioni del caso ha ritenuto opportuno concedere il credito necessario all’allestimento dell’incarto, in modo da avere indicazioni precise sul progetto. Dopodiché si potrà valutare con maggior cognizione di causa la bontà (e la fattibilità) dell’idea.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
centovalli funivia proroga zipline
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
2 ore
La corsia preferenziale in funzione anche a Ferragosto
Dopo l’eccellente riscontro, l’Ufficio federale delle strade ripropone il progetto ‘Cupra’ pure in questo weekend
Locarnese
2 ore
Palagnedra, il ‘Premio Posta’ al Comune di Centovalli
Attribuito dal Gigante Giallo per il recupero dello storico sentiero pedestre che unisce le due frazioni di Moneto e Palagnedra
Luganese
3 ore
Bianchetti: ‘La perdita di Borradori ci ha disorientati’
Assieme a scuola e in politica, vicini di casa. A un anno dalla morte dell’ex sindaco, il ricordo del primo cittadino: ‘La Lega di Lugano sta soffrendo’.
Luganese
5 ore
Quei due giorni vissuti in una sorta di limbo
L’improvvisa scomparsa dell’ex sindaco suscitò momenti di agitazione e forte preoccupazione e lasciò la città ‘sospesa nel vuoto’ in una sorta di limbo
Bellinzonese
8 ore
Fuggi fuggi dal bistrot: ‘Progetto etico rivelatosi una truffa’
Stipendi non versati, niente ferie e continue pressioni: è la situazione lavorativa descritta da alcuni ex dipendenti del Cerere Bio Bistrot di Bellinzona
Luganese
8 ore
Un anno fa scomparve Borradori, Foletti: ‘L’assenza si sente’
Il sindaco di Lugano ci racconta i suoi sentimenti personali e come sono mutate le dinamiche e gli equilibri all’interno del Municipio
Gallery
Bellinzonese
15 ore
Una raccolta fondi per scendere più in profondità
L’apneista bellinzonese Vera Giampietro chiede aiuto per partecipare ai Campionati del mondo previsti in Turchia a inizio ottobre
GALLERY
Mendrisiotto
15 ore
In Valle di Muggio gioielli del territorio a tutte le ore
A Caneggio e Muggio, all’esterno dei due negozi della Dispensa, sono stati posizionati due distributori automatici
Ticino
16 ore
Tf boccia lo sgravio del valore locativo. ‘Ora effetto domino’
Ghisletta (Ps): ‘basta svuotare le casse pubbliche’. Dura l’Udc: ‘Ps nemico di anziani e proprietari di case’. Vorpe (Supsi): ‘Altri cantoni seguiranno’.
Locarnese
17 ore
Gordola, furgone in una scarpata: recuperato con l’elicottero
L’intervento dell’Heli Tv si è reso necessario dopo che il carro attrezzi non era riuscito a rimuovere il mezzo. Nessuno si trovava a bordo
© Regiopress, All rights reserved