laRegione
15.12.21 - 16:08

Avegno Gordevio, incentivi energetici regolamentati

Il Consiglio comunale accoglie il messaggio che definirà le modalità di ottenimento degli aiuti. Approvato anche il preventivo 2022

avegno-gordevio-incentivi-energetici-regolamentati

Incentivi in campo energetico, il Consiglio comunale di Avegno Gordevio ha detto “sì”. Lo ha fatto approvando, martedì sera, il nuovo Regolamento comunale che disciplina la possibilità di ricorrere ad aiuti da parte del Comune in materia di rinnovabili ed efficienza energetica. Un discorso, questo, portato avanti negli ultimi tempi da tutti i Comuni valmaggesi che si stanno impegnando a favore di una miglior qualità dell’aria e una maggior tutela dell’ambiente. Attraverso il Regolamento, accolto in maniera unanime da tutti i presenti, saranno messi nero su bianco i campi di azione e le condizioni di accesso agli incentivi.
Nel corso della seduta, sono stati accolti anche i conti preventivi del Comune. Anche in questo caso, l’approvazione è stata unanime. A spese per 6,84 milioni di franchi fanno da contraltare introiti per 4,1 milioni circa e un fabbisogno di 2,75 milioni. Secondo le stime, il disavanzo finale sarà di 54mila franchi, con un moltiplicatore d’imposta confermato al 95%.
In coda ai lavori, spazio a qualche intervento dalla sala. In particolare sono stati chiesti al Municipio lumi sul clima tutt’altro che sereno regnante a Bosco Gurin. L’eco dei litigi tra il proprietario degli impianti turistici, Giovanni Frapolli, il Patriziato walser e i vertici della locale sezione della Scuola svizzera di sci è giunto fino in bassa valle. Siccome il Comune, membro dell’Ascovam, versa annualmente un’importante cifra a favore della stazione turistica della Rovana, le richieste di chiarimenti sono parse più che legittime. In pratica l’autorità municipale ha riconosciuto lo spirito imprenditoriale e la determinazione del patron delle strutture turistiche, ma non ne condivide certi atteggiamenti bellicosi che non facilitano il dialogo, la ricerca di accordi e di soluzioni tra le parti.
Da segnalare, infine, un cambiamento in seno al Consiglio comunale, con l’avvicendamento tra l’uscente Armando Laloli e il subentrante Enrico Matasci (lista “Insieme”).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
2 ore
È ufficiale: l’Fc Chiasso è fallito
Il pretore di Mendrisio non ha potuto che decretare la fine del club rossoblù. ‘Fiumi di parole’, ma nei conti neanche un centesimo
Locarnese
4 ore
La Stranociada, gli altri e lo ‘scherzo’ che (non) vale
Lo spostamento e il raddoppio delle serate del carnevale di Locarno non fa felici i vicini di Maggia e Gordola, chiamati a far buon viso a cattivo gioco
Luganese
6 ore
La torre itinerante simbolo di una necessità condivisa
La Tour Vagabonde fa riflettere sugli spazi indipendenti da Friborgo, dove nasce, fino a Lugano, dove si ergerà fino al prossimo marzo
Ticino
6 ore
‘Rivitalizzare la politica di milizia, partendo dal cittadino’
Sarà uno dei temi del Simposio sui rapporti tra Cantone e Comuni. Della Santa: ‘Il coinvogimento attivo per destare l’interesse per la cosa pubblica’
Ticino
14 ore
Mobilità Usi al top: ‘Coltiviamo la dimensione internazionale’
L’ateneo ticinese è tra i pochi in Svizzera (4 su 36) ad aver raggiunto l’obiettivo del 20% dei diplomati con un’esperienza all’estero. Ecco i motivi
Orselina
15 ore
Nuovo albergo-ristorante Funicolare, c’è la licenza edilizia
Da novembre il cantiere per l’edificazione ex novo della struttura, simbolo turistico collinare soprastante la Madonna del Sasso
chiasso
16 ore
Un Nebiopoli all’insegna del vero spirito del Carnevale
Svelato il programma dell’evento, che dopo due anni di pandemia torna ‘in grande’. Ne abbiamo parlato con il presidente del comitato Alessandro Gazzani
Grigioni
16 ore
Giovane morta dopo il party: nessuno voleva perdere la patente
Le persone interrogate hanno confermato che si è atteso a lungo prima di portare la 19enne in ospedale per paura di incappare in controlli di polizia
Bellinzonese
17 ore
Quartiere Officine: per i Verdi ‘ancora troppi posteggi’
Giulia Petralli apprezza che il Municipio di Bellinzona abbia rivalutato il progetto iniziale, ‘ma ci sono ancora punti che non ci soddisfano’
Luganese
17 ore
Lugano mantiene la tradizione del Pane di Sant’Antonio
Con una decisione presa a maggioranza, il Municipio ha incaricato la Cancelleria e la Divisione attività culturali di preparare un progetto
© Regiopress, All rights reserved