laRegione
09.12.21 - 16:43

Onsernone, slittano gli incentivi alle famiglie

Il Municipio ha preferito ritirare i messaggi per poterli approfondire più dettagliatamente. Accolti i preventivi, moltiplicatore confermato al 95%

onsernone-slittano-gli-incentivi-alle-famiglie
(Ti-Press)

Misure di sostegno alle famiglie che scelgono di stabilirsi in Valle Onsernone, se ne riparlerà il prossimo anno. Sentito il parere delle commissioni, infatti, venerdì scorso il Municipio vallerano ha ritenuto opportuno ritirare i due messaggi per ulteriori approfondimenti. Le trattande in questione, lo ricordiamo, riguardavano due proposte d’incentivi. La prima prevedeva lo stanziamento di un credito di 200mila franchi da destinare quale sostegno a quei proprietari d’immobili che intendono riattare (o costruire) abitazioni a uso primario (con tanto di Regolamento d’applicazione). La seconda, invece, suggeriva la concessione diretta di sussidi alle giovani coppie con figli in età prescolastica o scolastica che si stabiliscono in valle.
All’ordine del giorno figuravano anche i conti preventivi 2022 di Comune e Azienda dell’acqua (accolti entrambi). Le stime di spesa del Comune prevedono introiti per 2,7 milioni, spese per 4,13 milioni di franchi e un fabbisogno d’imposta di 1,4 milioni (mantenendo una pressione fiscale al 95%). Tra le pagine del documento contabile, spicca l’aumento dei costi per il mantenimento della Scuola dell’infanzia (privata, come noto, del sussidio cantonale), quello legato all’Agenzia postale (servizio apprezzato dalla popolazione ma che richiede al Comune qualche migliaio di franchi all’anno) e il contributo alla gestione del Centro sociale onsernonese (circa 200mila franchi); a far da contraltare a queste spese vi sono la diminuzione dei costi del servizio di eliminazione dei rifiuti, gli 820mila franchi del contributo di localizzazione geografica e i circa 520mila del contributo di livellamento, sensibilmente decurtati negli ultimi anni. A livello d’investimenti, oltre a vari interventi di manutenzione ordinaria figura pure l’avvio del progetto di denominazione delle vie dei paesi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
2 ore
Negozio alimentari e Posta: ‘Gordola può star tranquilla’
Il vicesindaco René Grossi, da proprietario dell’immobile interessato, risponde alle critiche preventive di Plr e Verdi Liberali
Luganese
2 ore
Ex maestro di Montagnola: riflessione aperta sul terzo grado
Dopo l’assoluzione in Appello, con il ribaltamento della condanna in Pretura penale, le motivazioni della Corte su ‘concreto pericolo’ e perizia
Ticino
8 ore
Giudice supplente, proposta l’elezione di Federica Dell’Oro
Così la commissione Giustizia e diritti. La parola al plenum del Gran Consiglio
Gallery
Mendrisiotto
9 ore
Mendrisio fa un passo avanti sul sentiero del Laveggio
Il Consiglio comunale vota all’unanimità i fondi per completare i camminamenti lungo il fiume, nel solco di un parco intercomunale
Mendrisiotto
11 ore
Coldrerio, un 18enne aggredito e picchiato da due persone
Funziona il dispositivo di ricerca della polizia: fermati gli autori del tentativo di rapina. La loro posizione è al vaglio degli inquirenti
Luganese
11 ore
La Città lancia un percorso formativo rivolto ai commercianti
Lugano Living Lab promuove un incontro all’ex asilo Ciani per far conoscere le ‘opportunità’ e favorire una digitalizzazione alla portata di tutti
Ticino
11 ore
Superamento dei livelli, un accordo che sembra avere i numeri
Firmato a maggioranza il rapporto commissionale che propone una sperimentazione su base volontaria con vari modelli di codocenza. In parlamento a febbraio
Ticino
12 ore
Al via il programma cantonale di screening colorettale
Il Dipartimento sanità e socialità offre, da febbraio, un test gratuito e volontario per una patologia dove la prevenzione è fondamentale
Ticino
13 ore
Raccolte firme sui costi della salute, allarme rosso in casa Ps
Riget e Sirica agli iscritti: rischiamo di fallire su referendum contro la deduzione per i premi dei figli e iniziativa per i premi al 10% del reddito
Ticino
13 ore
Dalla Vpod oltre 7’700 firme per cure sociosanitarie di qualità
Consegnate oggi le sottoscrizioni che chiedono anche più attenzione alle prestazioni socioeducative. Ghisletta: ‘Cautamente ottimista, serve migliorare’
© Regiopress, All rights reserved