laRegione
01.12.21 - 17:43

Ppd di Locarno, lanciata la volata di Marco Pellegrini

Dopo le dimissioni improvvise del presidente sezionale Alberto Akai, l’ex municipale dà la sua disponibilità a succedergli

ppd-di-locarno-lanciata-la-volata-di-marco-pellegrini
Ti-Press
Marco Pellegrini

Marco Pellegrini. Per la successione di Alberto Akai alla testa della sezione Ppd di Locarno si fa insistentemente il nome del già municipale Ppd dal 2000 al 2008 e prima ancora consigliere comunale per due legislature. Pellegrini che raggiunto dalla “Regione” conferma una sorta di chiamata del popolo: «Spiace per la situazione di Alberto. In questi giorni in molti mi hanno chiesto di dare la mia disponibilità a dirigere la sezione. Disponibilità che mi sento di dare per il bene di un partito che a Locarno ha bisogno di rilanciarsi». La prossima assemblea, prevista verso febbraio, ha dunque un nome verso il quale orientarsi. Lo conferma indirettamente anche Giuseppe Cotti, vicesindaco in carica e unico rappresentante Ppd nell’esecutivo cittadino: «Se ci fosse effettivamente un’apertura di Pellegrini, personalmente la appoggerei, ma non dipende ovviamente solo dal sottoscritto, visto che la decisione dovrà essere presa dagli organi del partito. Reputo comunque quello di Marco Pellegrini un profilo adatto ad assumere la presidenza del Ppd di Locarno».

Il tema della successione alla testa della sezione si pone dopo il sofferto messaggio di abbandono lanciato dall’attuale presidente, Alberto Akai, che come riferito dal “Corriere” ha parlato della necessità di “mettere ordine nella mia vita”. Un messaggio per annunciare la sua decisione di abbandonare la carica – e anche quella di consigliere comunale – per concentrarsi su sé stesso. La notizia smentisce dunque le prospettive che lo stesso Akai aveva delineato circa un mese fa, a fine ottobre, in occasione dell’assemblea sezionale che cadeva dopo la tornata elettorale costata al partito la perdita di un seggio in Municipio. In quell’occasione il presidente chiedeva la fiducia dell’assemblea in vista dell’assemblea successiva, svelando di aver seriamente pensato di lasciare libera la poltrona più importante della sezione, ma rivelando anche la volontà di risalire la china. I toni utilizzati da Akai per giustificare le dimissioni improvvise sia dalla sezione, sia dal Consiglio comunale, potrebbero non essere estranei ai noti problemi finanziari che lo hanno esposto in maniera importante nei confronti della Città: debiti per oltre 150mila franchi che Akai, sotto elezioni, aveva detto di voler estinguere man mano rinunciando al compenso che avrebbe incassato nel caso di un’elezione in Municipio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
14 min
Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa
Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
3 ore
Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia
A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
7 ore
Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere
Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
7 ore
‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’
Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
15 ore
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
15 ore
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
16 ore
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
17 ore
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
17 ore
Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente
Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
17 ore
Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023
Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
© Regiopress, All rights reserved