laRegione
25.11.21 - 17:15

Efficienza energetica, Gordola raddoppia

Nuova ordinanza con sussidi più generosi per il risanamento degli edifici e per gli impianti di riscaldamento che utilizzano fonti rinnovabili

efficienza-energetica-gordola-raddoppia
Archivio Ti-Press
Risanare e isolare

Incentivi a favore dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili: il Comune di Gordola ha intenzione di diventare il primo della classe. Brillerà non solo a livello cantonale, ma addirittura sarà fra i più generosi della Svizzera.
In questi giorni è in pubblicazione all’albo (e lo resterà fino al 17 dicembre) la nuova Ordinanza municipale che regolerà proprio l’elargizione dei sussidi per i proprietari che intendono isolare i propri stabili e passare a sistemi di riscaldamento più ecologici. Entrerà in vigore all’inizio dell’anno prossimo.

L’obiettivo, come specifica il Municipio nel testo che accompagna la stessa Ordinanza, è chiaro: “La riduzione dei consumi energetici e l’utilizzo di fonti rinnovabili costituiscono uno dei principali obiettivi della politica energetica svizzera e sono assi portanti anche del Piano energetico cantonale (Pec). Alla luce di queste considerazioni, nel limite della specifica disponibilità finanziaria annuale (specifico credito definito allo scopo), il Comune di Gordola intende sensibilizzare e sostenere i propri cittadini nell’implementazione di misure per l’efficienza energetica e nella realizzazione dei sistemi di riscaldamento a energia rinnovabile”.

In dettaglio, il Comune sussidierà l’installazione di collettori solari termici o di impianti fotovoltaici, la conversione dei sistemi di riscaldamento o nafta, a gas o con resistenze elettriche a sistemi con energie rinnovabili, come pure la sostituzione di finestre e l’isolazione di pareti esterne, tetti e pavimenti.

L’esigenza di una nuova Ordinanza, come spiega il municipale Bruno Storni (capo del Dicastero energia), nasce dalla constatazione che il cambiamento verso edifici più rispettosi dell’ambiente è molto lento. «Va in qualche modo accelerato e quindi, per questa ragione, abbiamo deciso di adottare una serie di misure che, a nostro parere, sapranno stimolare i proprietari di immobili ad agire, risanando le vecchie costruzioni».
In “soldoni” cosa significa? «In sostanza – risponde Storni –, il Comune raddoppia il sussidio per la sostituzione di finestre, che passa da 30 a 60 franchi per metro quadrato. Lo stesso dicasi per l’aiuto comunale destinato al cambiamento d’impianti di riscaldamento, che sale da 2’000 a 4’000 franchi. Di più: abbiamo deciso d’introdurre un nuovo sussidio equivalente a quello federale, che viene così raddoppiato, per i risanamenti completi (tetto, finestre, pareti) previsto nel Programma edifici della Confederazione e attualmente gestito dal Cantone. In questo caso, l’importo dipende dal reddito imponibile. Va detto che Gordola è il primo Comune del Ticino, e forse della Svizzera, a proporre questa novità. In tal modo si vuole stimolare il risanamento del parco immobiliare, che nel nostro Paese causa circa il 35 per cento delle emissioni di CO2, pensando in particolare ai proprietari con reddito basso che stentano a mettere in cantiere simili lavori nella propria casa. Allo stesso tempo ci sembra un atto dovuto per mettere maggiormente a disposizione della popolazione il Fondo energetico, che negli ultimi anni ha accumulato riserve».

L’intervistato, infine, pone l’accento su un altro settore sul quale si concentrano gli sforzi comunali: «Per la mobilità, con la nuova offerta di trasporto pubblico 2020, il Comune ha più che raddoppiato il finanziamento, ottenendo come da tempo richiesto il collegamento della zona industriale alla linea urbana 1, con cadenza ogni 10 minuti. L’offerta della linea 311, invece, ha ora una cadenza di 30 minuti tutto il giorno, mentre la linea per Medoscio ogni ora e la linea per Sonogno 14 corse giornaliere fino alle 22. Infine il treno RE80 Locarno-Lugano-Chiasso-Milano si ferma a Gordola».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
6 ore
‘Dovete osare, la possibilità di fare bene è concreta’
Le elezioni cantonali e il Congresso del Centro, il presidente Dadò sprona candidati e candidate a scendere in campo. Ovvero, a fare campagna
Ticino
9 ore
‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’
Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
Bellinzonese
12 ore
‘Fin lì era filato tutto liscio, poi la bottigliata in testa’
Per il sindaco di Cadenazzo Marco Bertoli, il battibecco di Carnevale sarebbe nato da una sigaretta accesa all’interno del capannone
Bellinzonese
16 ore
Coriandoli ma non solo: a Cadenazzo volano pure pugni e calci
Prima serata di bagordi carnascialeschi segnata da una persona ferita al capannone. Il presidente: ‘Episodio fortunatamente isolato e circosrcritto’
Locarnese
21 ore
Brissago, il bando di pesca finisce imbrigliato nelle reti
Il Tribunale amministrativo concede l’effetto sospensivo al ricorso di un professionista che contesta l’ampliamento dell’area inizialmente concordata
Ticino
1 gior
Città dei mestieri, ‘un punto centrale, ora bisogna irradiarsi’
Presentato il bilancio del terzo anno: in continua crescita gli utenti alla ricerca di informazioni su formazione professionale e mondo del lavoro
Mendrisiotto
1 gior
Truffe per almeno due milioni di franchi: venti mesi sospesi
Condannato alle Assise correzionali di Mendrisio un 67enne per fatti avvenuti tra il 2012 e il 2014. Danneggiate oltre 19 persone.
Ticino
1 gior
Aumento delle stime fiscalmente neutro, oltre 17mila le firme
I promotori dell’iniziativa popolare costituzionale hanno depositato oggi in Cancelleria le sottoscrizioni
Ticino
1 gior
‘La polizia farà la sua parte per ridurre la spesa pubblica’
Lo ha detto Norman Gobbi durante l’annuale Rapporto di Corpo della Cantonale. ‘Positivo il bilancio del 2022 e la capacità di adattamento’
Ticino
1 gior
‘Bandir gennaio’ non bandisce anche i radar
Come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 30 gennaio al 5 febbraio
© Regiopress, All rights reserved