laRegione
comparto-stazione-ffs-muralto-non-ricorrera-al-tram
Ti-Press
La stazione Ffs di Muralto rimane in un limbo
23.11.21 - 16:01
Aggiornamento: 16:20

Comparto stazione Ffs, Muralto non ricorrerà al Tram

Il Municipio accetta la sentenza del Consiglio di Stato, che aveva annullato le decisioni del legislativo su variante di Pr e credito per la pensilina

Il Municipio di Muralto non ricorrerà contro la sentenza del Consiglio di Stato favorevole ai ricorsi presentati da alcuni privati cittadini contro le decisioni del Consiglio comunale riguardanti il comparto della stazione Ffs. L’esecutivo aveva facoltà di adire il Tribunale amministrativo, ma per una questione di opportunità, anche politica, ha deciso di soprassedere.

Le decisioni annullate dal governo, ricordiamo, riguardano una la variante di Piano regolatore che avrebbe reso possibile (al netto di un referendum annunciato) la trasformazione di tutto il comparto, e l’altra la concessione di un credito di 4,7 milioni di franchi per l’edificazione grezza di una pensilina che avrebbe caratterizzato il nodo intermodale per il trasporto pubblico urbano e regionale.

In seguito alla sua sentenza, il Consiglio di Stato aveva poi deciso di stralciare dai crediti PaLoc quello da 15 milioni di franchi destinato proprio alla creazione del nodo intermodale. Un “congelamento” che era stato motivato con la necessità di trovare un vero consenso regionale (ma prima ancora locale, visti i numerosi mal di pancia emersi nella comunità muraltese).

L’iter riguardante la variante di Pr dovrà ora verosimilmente essere ripreso sulla base dell’ampia documentazione esistente, ma apportando quei correttivi imprescindibili per evitare che un prossimo voto del Consiglio comunale debba poi passare dalle forche caudine di una votazione popolare.

Il governo aveva annullato le due decisioni del legislativo (20 ottobre 2020) innanzitutto perché il “rinnovamento” del Consiglio comunale in vista della seduta decisiva, con l’innesto di 5 membri, non era avvenuto correttamente. In particolare uno dei dimissionari si era annunciato soltanto al sindaco per email, senza che ne fosse informato il Municipio (il quale non aveva poi formalizzato l’uscita di scena del consigliere comunale).

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
comparto stazione ffs consiglio di stato municipio muralto ricorso sentenza
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
1 ora
Smottamento in Gambarogno: chiusa la strada per Indemini
Nottata tutto sommato tranquilla malgrado le forti precipitazioni. Ma una frana crea qualche disagio fra i Monti di Fosano e l’Alpe di Neggia
Locarnese
4 ore
Cevio: Esecutivo richiamato dalla Sel; forse si va al Tram
L’autorità di vigilanza chiede spiegazioni al Municipio sul volantino pre-referendum. Mattei annuncia il ricorso al Tribunale amministrativo
Ticino
4 ore
‘Inutile e dannoso’, no dei benzinai al contratto collettivo
Diverse opposizioni alla modifica ch introdurrebbe salari minimi per i dipendenti. Centonze: ‘in Ticino c’è già la Legge sul salario minimo’.
Ticino
4 ore
Ex Funzionario Dss, la Gestione ha scelto chi svolgerà l’audit
Il mandato è stato assegnato allo studio legale ginevrino Troillet Meier Raetzo, che si è occupato anche delle presunte molestie alla Ssr/Rts
Locarnese
12 ore
Tenero, nuovo annegamento nelle acque lacustri
Un 54enne confederato è scomparso dalla visuale attorno alle 17, mentre nuotava poco distante dalla riva. Il cadavere recuperato verso le 20
Grigioni
14 ore
Condanna bis al comandante della polizia William Kloter
Pena ridotta ma confermata in Appello la grave infrazione alle norme della circolazione: l’ufficiale era stato pizzicato da un radar sull’A13 a Soazza
Bellinzonese
15 ore
Scarsità di acqua, il Centro di Lumino critica l’ex Municipio
In tre interrogazioni i consiglieri comunali chiedono se vi sono perdite nelle condutture, sorgenti alternative e se l’approvvigionamento sarà garantito
Ticino
15 ore
Atti sessuali con fanciulli, 77enne rinviato a giudizio
L’uomo avrebbe abusato di sette bambini sull’arco di 20 anni, recandosi apposta anche in Thailandia. È parzialmente reo confesso.
Bellinzonese
15 ore
Scelto il progetto per la riqualifica del comparto Aet di Bodio
L’Azienda elettrica ticinese vuole rendere la zona fruibile agli abitanti e offrire servizi moderni ai centri interaziendali. Investimento di 10 milioni
Luganese
15 ore
Potenziamento dell’A2 tra Lugano e Mendrisio: ‘No’ comunista
Al grido di ‘No al degrado del territorio’, un’altra voce si leva contro il controverso progetto PoLuMe: quella del Partito comunista
© Regiopress, All rights reserved