laRegione
21.11.21 - 15:22
Aggiornamento: 16:49

Planzi con Parolin e Cassis per il libro sul Papa e la Svizzera

‘Parterre’ eccezionale per la presentazione della pubblicazione trilingue dello storico locarnese sui rapporti fra il pontefice e il Consiglio federale

planzi-con-parolin-e-cassis-per-il-libro-sul-papa-e-la-svizzera
Planzi con i suoi illustri ospiti

Una giornata memorabilmente storica è stata quella dello scorso 8 novembre, quando Svizzera e Santa Sede hanno celebrato 101 anni di rapporti diplomatici ufficiali. Per l’occasione, con un anno di ritardo a causa della pandemia, è giunto in Svizzera – invitato dal consigliere federale Ignazio Cassis, capo del Dfae – il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato di Papa Francesco. Dopo i colloqui ufficiali a Berna, all’Università di Friburgo è stato presentato il libro trilingue dello storico locarnese Lorenzo Planzi, “Il Papa e il Consiglio federale. Dalla rottura nel 1873 alla riapertura della Nunziatura nel 1920”, edito da Dadò nel 2020. Durante questa solenne presentazione ufficiale sono intervenuti, a Friburgo, il cardinale Parolin e il consigliere federale Cassis – autori delle prefazioni del libro –, nonché il vescovo di Basilea Felix Gmür, presidente della Conferenza episcopale, la pastora Rita Famos, presidente della Chiesa evangelica riformata, la rettrice dell’Università Astrid Epiney e l’autore del libro Lorenzo Planzi. Tra il foltissimo pubblico, presenti il già consigliere federale Joseph Deiss, la direttrice dell’Ufficio federale della cultura Isabelle Chassot, il presidente del Consiglio di Stato friburghese Jean-François Steiert, l’ambasciatore presso la Santa Sede Denis Knobel, il nunzio apostolico a Berna Martin Krebs, i vescovi di Coira Joseph Bonnemain, di Friburgo Charles Morerod e l’emerito di Lugano, Mino Grampa.

Il cardinale Parolin ha osservato come il rapporto tra Svizzera e Vaticano sia «storico e profondo», indissolubile a partire dal “Sacco di Roma”, quando le Guardie svizzere «hanno dato il loro sangue» per il Papa. Mentre il capo del Dfae ha chiarito come Berna e Santa Sede intendano «unire i nostri sforzi più strettamente nella lotta contro la pena di morte e la protezione delle minoranze». Il cardinale, il consigliere federale, e anche l’autore del libro, nei loro discorsi, hanno ricordato le parole del primo nunzio a Berna, Luigi Maglione, presentando le lettere credenziali al Consiglio federale l’8 novembre 2021, quando si confessa ammiratore del popolo svizzero, nel quale sono uniti «la riflessione tedesca, lo spirito francese e la finezza di sentimento italiana». L’indomani, all’Università, ha fatto seguito un convegno sulla storia dei rapporti tra Svizzera e Santa Sede nei secoli, con gli interventi di studiosi svizzeri, francesi, italiani e vaticani. Queste emozionanti giornate hanno rappresentato il coronamento – unitamente alla recente decisione del Consiglio federale di creare un’Ambasciata presso la Santa Sede nella Città eterna – di un secolo di rapporti diplomatici, riannodati durante la Grande guerra sul terreno della diplomazia della pace e della cooperazione umanitaria.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
3 min
Mobilità aziendale, in vigore il nuovo credito di 2 milioni
Il Consiglio di Stato informa sulle novità e sulle attività oggetto di questo secondo finanziamento. Aumenta il cofinanziamento per posteggi di bici
Ticino
5 min
Pensioni del Cantone, ‘in piazza per opporci a un altro taglio’
Il gruppo per la difesa delle rendite (ErreDiPi) chiama a raccolta gli affiliati all’Ipct. Il portavoce: ‘si rischia di impoverire la società ticinese’.
Luganese
9 min
Ex direttore indagato, incontro informativo per i genitori
Domani sera è prevista una riunione riservata ai familiari della sede delle scuole Medie. Intanto il docente ha incaricato un avvocato di fiducia
Luganese
51 min
Lugano, a processo per un buco da oltre 8 milioni
Rinviato oggi, a causa dell’assenza dell’imputato principale, il procedimento a carico di quattro persone accusate di reati finanziari e patrimoniali
Bellinzonese
2 ore
Migliorie in vista lungo i percorsi che portano a Prada
La novità è emersa durante la Giornata cantonale dei sentieri. Sottolineata l’importanza della sicurezza e della ricerca di fondi
Locarnese
10 ore
‘Le Corti inCanto’: offriamo delicatezza in cambio di passione
Dopo 15 edizioni il Gruppo Centro Storico di Locarno vuole cedere il testimone a chi intenda dare continuità alla manifestazione
Ticino
12 ore
Divertimento, pregiudizi, didattica, ricerca... cos’è il gaming?
Chiacchierata a tutto tondo col ricercatore Supsi Masiar Babazadeh: ‘Non è solo Super Mario, ci sono programmi usati anche dalle aziende per i neoassunti’
Bellinzonese
12 ore
Una Bellinzona più pulita val bene una fredda giornata di vento
Clean Up Day: oltre alle scuole si è attivato anche un gruppo di volontari capitanato dall’amministratrice di un profilo Facebook dedicato alla città
Luganese
20 ore
Orti familiari comunali a Lugano, ‘tutti devono concorrere’
Il bando scade il 14 ottobre. La municipale Cristina Zanini Barzaghi: ‘Gli anziani i più interessati, già passati attraverso altre crisi economiche’
GALLERY
Mendrisiotto
21 ore
Mendrisio, ‘Sagra del Borgo riuscita al 100 per cento’
Nella tre giorni di festa che ha caratterizzato il nucleo storico non ci sono stati interventi per risse o violenze. Sam sollecitato in due occasioni.
© Regiopress, All rights reserved