laRegione
17.11.21 - 11:18
Aggiornamento: 16:51

Al Teatro del Gatto di Ascona vanno in scena ‘I Blackout’

La compagnia con attori in maggioranza ciechi o ipovedenti propone la pièce ‘Ho una figlia bellissima’

al-teatro-del-gatto-di-ascona-vanno-in-scena-i-blackout
I Blackout

La compagnia teatrale “I Blackout” propone la pièce “Ho una figlia bellissima” domenica 21 novembre, con inizio alle 17, al Teatro del Gatto di Ascona.

Il nuovo spettacolo, di Valerio Di Piramo e per la regia di Theo I. Boletis, narra la storia di un’agenzia di pompe funebri che pubblica sulla pagina Facebook della figlia (peraltro bruttina) del proprietario, delle foto di dive famose con l’intento di aumentare la clientela futura. Oltre a diversi fraintendimenti, l’impresa viene scambiata per un’agenzia matrimoniale. Ne nasceranno così tutta una serie di equivoci che rendono la commedia divertente e coinvolgente. Sul palco Michelangelo Petrolo, Loredana Chiarotto, Cinzia Maris, Jary Ferrari, Marco Cinesi, Milly Pallone Epis, Deanna Panzeri, Marisa Varano, Vikram Shah, Bruno Santin.

I Blackout sono una compagnia teatrale nata cinque anni fa su iniziativa del regista Theo Boletis e un gruppo di soci dell’Unitas, l’associazione ciechi e ipovedenti della Svizzera italiana. Hanno debuttato nel 2016 con l’esilarante commedia in due atti “Natale al basilico”, scritta da Valerio Di Piramo, che li ha visti calcare anche il palcoscenico della Maratona del teatro amatoriale di Locarno. La particolarità dei Blackout, che in Ticino li ha resi unici, è che gli attori e le attrici sono in maggioranza ciechi e ipovedenti.

Ingresso: 15 franchi. Per altre informazioni e prenotazioni: info@ilgatto.ch o 091 792 21 21.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
3 ore
È ufficiale: l’Fc Chiasso è fallito
Il pretore di Mendrisio non ha potuto che decretare la fine del club rossoblù. ‘Fiumi di parole’, ma nei conti neanche un centesimo
Locarnese
5 ore
La Stranociada, gli altri e lo ‘scherzo’ che (non) vale
Lo spostamento e il raddoppio delle serate del carnevale di Locarno non fa felici i vicini di Maggia e Gordola, chiamati a far buon viso a cattivo gioco
Luganese
7 ore
La torre itinerante simbolo di una necessità condivisa
La Tour Vagabonde fa riflettere sugli spazi indipendenti da Friborgo, dove nasce, fino a Lugano, dove si ergerà fino al prossimo marzo
Ticino
7 ore
‘Rivitalizzare la politica di milizia, partendo dal cittadino’
Sarà uno dei temi del Simposio sui rapporti tra Cantone e Comuni. Della Santa: ‘Il coinvogimento attivo per destare l’interesse per la cosa pubblica’
Ticino
15 ore
Mobilità Usi al top: ‘Coltiviamo la dimensione internazionale’
L’ateneo ticinese è tra i pochi in Svizzera (4 su 36) ad aver raggiunto l’obiettivo del 20% dei diplomati con un’esperienza all’estero. Ecco i motivi
Orselina
15 ore
Nuovo albergo-ristorante Funicolare, c’è la licenza edilizia
Da novembre il cantiere per l’edificazione ex novo della struttura, simbolo turistico collinare soprastante la Madonna del Sasso
chiasso
16 ore
Un Nebiopoli all’insegna del vero spirito del Carnevale
Svelato il programma dell’evento, che dopo due anni di pandemia torna ‘in grande’. Ne abbiamo parlato con il presidente del comitato Alessandro Gazzani
Grigioni
16 ore
Giovane morta dopo il party: nessuno voleva perdere la patente
Le persone interrogate hanno confermato che si è atteso a lungo prima di portare la 19enne in ospedale per paura di incappare in controlli di polizia
Bellinzonese
17 ore
Quartiere Officine: per i Verdi ‘ancora troppi posteggi’
Giulia Petralli apprezza che il Municipio di Bellinzona abbia rivalutato il progetto iniziale, ‘ma ci sono ancora punti che non ci soddisfano’
Luganese
18 ore
Lugano mantiene la tradizione del Pane di Sant’Antonio
Con una decisione presa a maggioranza, il Municipio ha incaricato la Cancelleria e la Divisione attività culturali di preparare un progetto
© Regiopress, All rights reserved