laRegione
05.11.21 - 10:25
Aggiornamento: 15:49

Solduno, apre il nuovo centro di Pro Senectute

Presso “Insema”, oltre al coordinatore, due operatrici soci-assistenzali. E si cercano volontari

solduno-apre-il-nuovo-centro-di-pro-senectute
Lo staff

È stato aperto lo scorso 2 novembre, nell’ambito della giornata dei familiari curanti, il nuovo centro diurno socio-assistenziale per anziani “Insema” a Locarno-Solduno, gestito da Pro Senectute su mandato del Cantone. Occupa alcuni spazi al piano terreno e al primo piano del nuovo complesso abitativo “Isolino”, sorto in Via Domenico Galli 50. Ottanta appartamenti a carattere intergenerazionale; nella struttura è presente anche l’asilo nido della Supsi e un ristorante gestito da Pro Infirmis.


Presso “Insema”, oltre al coordinatore Vasco Viviani, lavorano le operatrici socio-assistenziali Sandy Bolli e Prisca Schuler. “Il centro – specifica lo staff in una nota ai media – è aperto alle persone dai 65 anni in su, sia autonome che con lieve bisogno di assistenza (previo incontro di conoscenza). Per chi lo necessita, è possibile organizzare anche il trasporto. Dai contatti preliminari, abbiamo riscontrato dagli altri enti molta aspettativa e voglia di collaborare. Nell’organizzazione delle attività viene data priorità ad ascoltare le esigenze e i desideri delle persone che frequentano gli spazi e il programma viene costruito nel limite del possibile insieme agli anziani, proponendo attività di convivialità, di movimento, giochi e uscite di vario genere”.
Il centro è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17 e il sabato dalle 9.30 alle 13.30. I collaboratori, infine, lanciano un appello per la ricerca di volontari: “L’apertura di un nuovo centro dà anche possibilità a chi lo desidera di dedicare qualche ora di volontariato. L’invito è rivolto a persone adulte che hanno tempo da mettere a disposizione in maniera regolare. In questo caso è possibile annunciarsi da subito per un colloquio”. I recapiti: 091 751 26 29 o cdsa.solduno@prosenectute.org.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
5 ore
‘I detenuti con misure terapeutiche vanno adeguatamente seguiti’
La richiesta al governo delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’ è ora nero su bianco. La mozione firmata da tutti i gruppi parlamentari
Ticino
6 ore
‘Avanti’, la porta è aperta a tutti
Presentato il nuovo movimento fondato da Mirante e Roncelli dopo le dimissioni dal Partito socialista. ‘Una forza di centro sinistra, moderna e aperta’
Luganese
6 ore
Pura, condannata a 4 anni la donna che accoltellò l’ex marito
La Corte ha accolto integralmente le richieste di pubblica accusa e accusatore privato, sostenendo che l’imputato abbia mentito per costruirsi un alibi
Ticino
7 ore
Primo incontro fra partiti sul dopo Carobbio agli Stati
Domani rendez-vous tra i vertici cantonali delle forze politiche rappresentate a Berna. Per scongiurare un ‘bel pasticcio’, Farinelli dixit
Grigioni
7 ore
Val Calanca, strada forse riaperta prima del weekend
Nella migliore delle ipotesi i lavori di sgombero inizieranno domani. Anche oggi il meteo ha ostacolato la valutazione dei rischi di nuovi scoscendimenti
Luganese
8 ore
Sottrasse mezzo milione a un conoscente, ma non fu riciclaggio
Appropriazione indebita: inflitti 15 mesi di carcere, sospesi con la condizionale, a un 39enne comparso di fronte alle Assise criminali di Lugano
Bellinzonese
9 ore
Ultima tappa per completare la fibra ottica nel Bellinzonese
Amb e Swisscom comunicano che l’anno prossimo saranno connessi anche a Pianezzo, Paudo, Claro, Gudo, Moleno e Preonzo
Bellinzonese
9 ore
‘Via Roggia dei Mulini rimarrà sicura anche con le palazzine’
Il Municipio di Bellinzona risponde all’interpellanza di Boscolo e Sansossio, confermando che il comparto rientra nella mobilità sostenibile
Ticino
9 ore
‘Il nuovo accordo fiscale è molto favorevole per i frontalieri’
Lo scrive in una lettera ai giornali lombardi il ministro dell’Economia italiano Giorgetti, che fa il punto della situazione sull’annoso dossier
Luganese
10 ore
Lugano-Montarina, Villa Ganser e Casa Walty salvate dalla Stan
Il Tribunale amministrativo cantonale accoglie il ricorso presentato contro la licenza concessa dal Municipio per un progetto edilizio
© Regiopress, All rights reserved