laRegione
02.11.21 - 14:41
Aggiornamento: 16:12

Polizia comunale, Muralto va con Locarno

Pronta la convenzione di collaborazione. Per il Municipio cittadino ‘permetterà di garantire un alto grado di sicurezza nella zona Stazione’

polizia-comunale-muralto-va-con-locarno
Ti-Press
Gli agenti muraltesi faranno parte del Corpo del Comune Polo

“Matrimonio” in vista fra la Polizia comunale di Muralto e quella di Locarno. È pronta la convenzione di collaborazione fra i due Corpi, che dovrà essere discussa e votata dai legislativi delle due località. In caso di luce verde, i sei agenti e i due assistenti di Muralto saranno integrati all’interno del Corpo della polizia cittadina.

La proposta del Municipio di Locarno è già stata formalizzata in tutti i suoi dettagli. Lo stesso commenta: “Non possiamo mancare di rilevare che la conclusione della convenzione con Muralto va a beneficio della sicurezza della città e dell’intera regione. Permetterà d’intervenire in modo mirato efficiente ed efficace. Non da ultimo garantirà un alto grado di sicurezza nella zona della Stazione Ffs, praticamente integrata nel tessuto cittadino, dove il movimento di persone dovuto alla presenza dell’epicentro dei trasporti pubblici è particolarmente intenso. L’esperienza fin qui maturata nei 13 Comuni convenzionati, in vigore da sei anni, ha mostrato la bontà delle scelte garantendo un servizio apprezzato da tutti i Municipi e ci permetterà di assolvere con lo stesso impegno l’attività nel territorio di Muralto”. In effetti la Polizia del Comune polo Locarno, inserita nella “Regione VI”, è già convenzionata con Avegno-Gordevio, Bosco Gurin, Campo Vallemaggia, Cerentino, Cevio, Cugnasco-Gerra, Lavizzara, Linescio, Maggia, Mergoscia, Orselina, Terre di Pedemonte e Onsernone.

Il passo compiuto da Muralto verso Locarno anticipa l’entrata in vigore della modifica della Legge cantonale sulla Polizia (LCPol), che adatterà verso l’alto il numero minimo di agenti per detenere un proprio Corpo di polizia locale. Si passerebbe dagli attuali sei a quindici e, dopo tre anni, a venti agenti. Con l’entrata in vigore della convenzione, oltre a rientrare nei previsti parametri della modifica della LCPol, Muralto garantirà “per il proprio territorio una presenza capillare sia in ambito di prossimità che d’interventistica”.

I termini della convenzione

Le convenzioni vengono stipulate sulla base del modello allestito dal Dipartimento delle istituzioni, ritenuto che il calcolo del contributo di ogni Comune è stabilito in base alla popolazione residente, con un accordo che definisce il prezzo di prestazione pro capite. Attualmente il costo della polizia per Muralto ammonta a 1,3 milioni di franchi annui (con una spesa pro capite per abitante di 486 franchi); in futuro ci sarà un risparmio di 225mila franchi (pro capite di 402 franchi). Il fabbisogno, secondo il Piano direttore cantonale, è di un agente ogni 500 abitanti. “Nel rispetto delle direttive cantonali vigenti, si è proceduto a inserire anche un parametro qualitativo, pari al 20 per cento del computo del costo effettivo degli agenti che può raggiungere un massimo del 50 per cento – indica il Municipio di Locarno nel suo messaggio al legislativo –. Le ragioni sono da ascrivere in particolare alle marcate esigenze di presenza e di sollecitazioni, in ambito di sicurezza, dettate dal comparto della Stazione Ffs, che ha subito un’evoluzione importante in merito ai trasporti pubblici”. Un crocevia di persone in un settore urbano che nel passato è stato teatro di diversi episodi di violenza.

E ancora: “La convenzione prevede una fase transitoria di due anni durante la quale gli agenti di Muralto riceveranno lo stipendio dal Comune di nomina, così da garantire per il personale in procinto di essere pensionato i diritti acquisiti. Muralto fatturerà a Locarno il computo dei salari che a sua volta contabilizzerà un pro capite pari a 402 franchi annui. Dal primo gennaio 2023 il personale di Muralto sarà integrato a tutti gli effetti a Locarno e la convenzione sarà rinnovata tacitamente di anno in anno”.

La convenzione di collaborazione avrà quindi effetti anche sulla struttura, la composizione e l’organizzazione del Corpo della polizia comunale di Locarno nel quale i sei agenti e i due assistenti dell’attuale polizia di Muralto, saranno integrati. “Al Comune di Muralto sarà assicurata una presenza costante di personale per garantire quotidianamente il concetto operativo di prossimità – conclude il Municipio cittadino –. Senza addentrarci in complicati calcoli possiamo comunque assicurare che l’operazione è neutra dal profilo finanziario. Il costo di 120mila franchi per agente e 90mila per ogni assistente garantisce il pagamento degli stipendi, degli oneri sociali e delle indennità di servizio”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
1 ora
Lugano, trasporto pubblico più friendly per i disabili
Approvato il maxi credito (13,6 milioni) per adeguare una parte delle fermate cittadine. Polemica in Consiglio comunale sulle telecamere nei parchi gioco.
Luganese
3 ore
Morcote allacciata all’impianto di depurazione del Pian Scairolo
Tra i progetti previsti dal Consorzio l’abbattimento di microinquinanti e l’utilizzo di energie alternative
Ticino
5 ore
‘Quell’iniziativa è superata dagli eventi’
Consiglio della magistratura, così la commissione parlamentare: Assemblea dei magistrati e Gran Consiglio hanno nel frattempo designato il nuovo Cdm
Gallery
Mendrisiotto
5 ore
Volto coperto e armati: commando irrompe in una abitazione
In cinque rapinano una casa privata a Novazzano. Immobilizzate le persone all’interno, gli autori del ‘colpo’ si sono poi dati alla fuga
Ticino
5 ore
‘Riconoscimento del carovita così come proposto dal governo’
Risoluzione della sezione ticinese della Federazione svizzera funzionari di polizia
Ticino
7 ore
Non cambia l’età limite per restare in Magistratura: 70 anni
La commissione parlamentare ‘Giustizia e diritti’ silura la proposta di Filippini di scendere a 68. La democentrista ritira l’iniziativa
Ticino
7 ore
Docenti, ne mancano di tedesco e matematica
Presentata l’offerta formativa per l’anno 2023/24. Bertoli: ‘In Ticino la copertura è comunque sufficiente, non come in altre regioni della Svizzera’
Bellinzonese
8 ore
Archeologia, antiche ricchezze dissotterrate a Giubiasco
Aperto uno dei quattro tumuli venuti alla luce in un cantiere tra viale 1814 e via Ferriere: ritrovati orecchini, fibule, un pugnale e un’urna funeraria
Bellinzonese
10 ore
Due condanne in tribunale per il ‘caso targhe’
Inflitti 14 mesi con la condizionale all’ex funzionario della Sezione della circolazione, reo confesso. Dieci mesi all’assicuratore
Locarnese
12 ore
Influenza aviaria in un cigno nel Locarnese
Si tratta del secondo caso in Svizzera dopo quello in un’azienda a Zurigo. Il virus si trasmette all’uomo solo in casi rari e per contatto stretto
© Regiopress, All rights reserved