laRegione
solduno-donna-ferita-da-un-colpo-d-arma-da-fuoco
(Ti-Press/Golay)
+7
Locarnese
21.10.21 - 23:010
Aggiornamento : 22.10.21 - 11:14

Solduno, donna ferita da un colpo d’arma da fuoco

È successo questa sera poco dopo le 22 in un appartamento in via Vallemaggia. Fermato l’ex compagno

a cura de laRegione

Fatto di sangue questa sera intorno alle 21.50 in via Vallemaggia a Solduno nell’appartamento di una palazzina. Una 22enne è stata ferita da uno o due colpi d’arma da fuoco, verosimilmente una pistola, ma c’è chi parla addirittura di un fucile. Il presunto autore, un 20enne, è finito in manette.

La notizia è stata diffusa dal portale Ticinonline e confermata dalla Polizia cantonale con un comunicato stampa inviato ai media in tarda serata. La giovane donna sarebbe stata ferita all’addome. Al momento dei soccorsi, avrebbe dato comunque segni di vita. Le sue condizioni, secondo quando riferito dalla polizia, sarebbero comunque gravi. Sul posto, oltre all’ambulanza e al personale sanitario, è schierato un ingente dispositivo di polizia. In tarda serata è intervenuta anche l’unità cinofila. Isolata un’ampia fetta della zona interessata: la strada è stata bloccata all’incrocio tra via ai Monti e via Vallemaggia e tra via Vallemaggia e l’incrocio con via In Selva. Le forze dell’ordine avrebbero fermato, per accertamenti, alcune persone. Tra queste, il presunto autore del fatto: a finire in manette sarebbe l’ex compagno della donna. Il condizionale è tuttavia d’obbligo, anche perché non è ancora chiara la dinamica dell’accaduto. Le indagini permetteranno di fare luce anche sul movente di quanto avvenuto nell’appartamento al numero civico 51a.

L’edificio è situato sulla sinistra della strada cantonale in direzione Vallemaggia, dopo la casa anziani San Carlo (sulla destra) e il distributore Eni. In zona sono stati momenti concitati. Frammentarie e contraddittorie le testimonianze che abbiamo raccolto. Alcune dicono che la donna sia uscita dalla palazzina sulle sue gambe, con la mano sul ventre urlando “Mi hanno sparato”. Altri testimoni parlano di quattro-cinque colpi uditi dopo lo sparo che ha ferito la giovane. Se così fosse, le persone coinvolte sarebbero più di due. Secondo voci raccolte, le teste di cuoio sarebbero entrate nell’edificio per raggiungere un uomo che si era asserragliato in cantina. Come detto, il fatto di sangue attende di essere chiarito in tutti i suoi aspetti, a cominciare dai motivi che hanno armato il 20enne e lo hanno portato a sparare, ferendo gravemente, la sua ex compagna.

Nel resto della Svizzera: quattro femminicidi in una settimana

Sempre questa sera, circa 100 persone hanno protestato contro gli omicidi di donne e ragazze a Lucerna. Solo questa settimana quattro femminicidi sono stati commessi in Svizzera. Proprio ieri mattina una donna di 58 anni è stata uccisa da colpi di arma da fuoco al suo domicilio a Vandoeuvres (Ge). Il marito 53enne, autore presunto del crimine, è stato fermato dalle forze dell’ordine, ha comunicato il Ministero pubblico. Stando al progetto di ricerca stopfemizid.ch, in Svizzera quest’anno sarebbero avvenuti 25 femminicidi (due in Ticino) e 8 tentativi di femminicidio.

Guarda 9 immagini e 2 video
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
19 min
Disagio nelle case anziani, colloqui con tutti i dipendenti
La Delegazione consortile ha affidato un audit esterno al Laboratorio di psicopatologia del lavoro dell’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale
Locarnese
1 ora
Il ragazzo pestato è tornato a casa
La madre chiede a chiunque abbia delle prove di farsi avanti
Bellinzonese
1 ora
La Lingera (per ora) ha deciso di non decidere
L’edizione 2022 del carnevale di Roveredo è in sospeso, il comitato riunitosi ieri deciderà entro la metà di gennaio
Ticino
2 ore
Coronavirus, 188 casi in più e 11 pazienti in terapia intensiva
Nelle case per anziani gli ospiti attualmente positivi sono 5
Bellinzonese
7 ore
Ritom, rinnovo della funicolare e 2,38 milioni per il turismo
Altre all’ammodernamento dell’impianto, si intende investire per marketing, segnaletica e veste grafica. Previsto anche un ponte tibetano lungo 413 metri
Ticino
7 ore
Babbo Natale è alle prese con qualche grattacapo
A causa di colli di bottiglia nella distribuzione globale, alcuni regali sono difficili da reperire. Ma i commercianti rassicurano: l’offerta resta ricca
Ticino
7 ore
Gole profonde... per legge
Whistleblowing, il Gran Consiglio si appresta a codificare le regole a tutela di chi nell’Amministrazione segnala irregolarità
Bellinzonese
7 ore
Officine di Castione, i tempi pieni salirebbero da 300 a 360
Oggi le Ffs comunicheranno i dettagli del Piano industriale: ecco le prime cifre, che richiedono tuttavia dei chiarimenti sul lato occupazionale
Locarnese
13 ore
Locarno, ancora un caso pestaggio in centro
Un ragazzo di 18 anni vittima di un gruppo di giovani. La denuncia della madre sui social media
Luganese
14 ore
Glamping a Carona, ‘scelta giusta ma ci sono questioni aperte’
Apprezzato anche dal promotore della petizione il progetto premiato dalla giuria e dal Municipio: ’È stato ridimensionato lo spazio ai privati’
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile