laRegione
20.10.21 - 14:27
Aggiornamento: 17:37

Artisa acquisisce e recupererà il Grand Hotel Locarno

Lo storico albergo, costruito fra il 1874 e il 1876, verrà restituito a una nuova vita come moderna struttura alberghiera

artisa-acquisisce-e-recuperera-il-grand-hotel-locarno

Il Gruppo Artisa si è assicurato l’acquisizione dello storico Grand Hotel Locarno, progettato da Francesco Galli e costruito fra il 1874 e il 1876. Nelle intenzioni del gruppo imprenditoriale, il Grand Hotel sarà recuperato e restituito a una nuova vita come moderna struttura alberghiera, “che sia in grado di essere attrattiva durante tutto il periodo dell’anno, grazie ai suoi contenuti rinnovati, ad un’offerta eno-gastronomica che promuova il territorio locale, ad un centro Spa rigenerativo e sale ad uso congressuale” scrive Artisa nel comunicato con cui annuncia l’acquisizione.

Il Grand Hotel Locarno, primo vero palace del Canton Ticino, è un gioiello architettonico e storico che per anni ha avuto un ruolo da protagonista nella storia del territorio cantonale e non solo. L’albergo, edificato su una proprietà di quasi 10mila metri quadri, gode di una posizione strategica che gli permette di dominare lo spazio compreso tra la stazione ferroviaria e la Piazza Grande.

L’albergo nel 1946 ha ospitato nel suo parco il primo salotto di proiezione all’aperto, permettendo al Festival internazionale del cinema di muovere i primi passi. A livello storico è ricordato in quanto sede nel 1925 della conferenza di pace nota come il “Patto di Locarno”, che contribuì a un breve periodo di distensione e di collaborazione tra le nazioni europee dopo la Prima guerra mondiale.

Il Grand Hotel Locarno, bene culturale protetto di interesse cantonale, presenta un patrimonio storico, artistico ed architettonico che contempla affreschi ed elementi di valore che saranno conservati e valorizzati, tutto questo all’interno di una ristrutturazione globale che permetterà all’intero complesso di raggiungere gli standard più elevati e moderni. Il grande parco verrà recuperato come spazio verde di qualità. Lo scopo finale è creare una struttura ricettiva all’avanguardia che possa ricoprire un ruolo di rilievo sul territorio cantonale, generando un centinaio di nuovi posti di lavoro.

I lavori di ristrutturazione avranno una durata approssimativa di circa 24 mesi dall’ottenimento della relativa licenza edilizia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
9 ore
Arogno, il sentiero resta: respinto il ricorso di Franco Masoni
L’ex consigliere agli Stati riteneva illegittimo il ‘declassamento’ di una strada sterrata per raggiungere la sua proprietà
Luganese
9 ore
Origlio, l’avventura di un negozietto di paese
Peter Murer per 22 anni lo ha gestito guadagnandosi l’affetto della gente. Ora lascia ma ‘Bondì’ resterà
Luganese
21 ore
Direttore arrestato, ‘bisogna cogliere i segnali d’allarme’
Secondo il criminologo Franco Posa allievi, docenti e genitori devono poter far affidamento su una rete esterna per evitare situazioni spiacevoli
Ticino
21 ore
‘Cdm, competenze da ampliare o meccanismi da rivedere’
Consiglio della magistratura, lettera del governo alla commissione parlamentare Giustizia e diritti. Nicola Corti: spunti di riflessione interessanti
Ticino
21 ore
Rincari: ‘Non si scarichino le responsabilità su chi è malato’
A fronte di un aumento dei premi di cassa malati che si prospetta vertiginoso, per Acsi, cliniche private, Eoc, medici e farmacisti serve cambiare sistema
Luganese
1 gior
Lugano prevede di adeguare il rincaro del 3%
Lo annuncia il Municipio nella risposta all’interrogazione presentata dalla sinistra. La decisione definitiva verrà presa il prossimo dicembre
gallery
Bellinzonese
1 gior
Morobbia: dopo 20 anni e 22 milioni, inaugurato l’acquedotto
Entrato in funzione questa estate, in passato era stato contestato dalla Città e oggi produce anche elettricità per oltre mille abitanti
Ticino
1 gior
Le settimane passano, ma non i radar, ed è ottobre
Comune per comune i punti ‘osservati speciali’ dell’azione di controllo della velocità in un’ottica di prevenzione
Bellinzonese
1 gior
Stazione di Biasca senza biglietteria, per il CdS va bene così
Sportelli fisici usati solo dal 5% dei viaggiatori: il governo non entra nel merito della decisione adottata dalle Ffs
Bellinzonese
1 gior
Nuove scuole a Lodrino entro il 2028
Il progetto Meta si è aggiudicato il concorso per la progettazione del comparto scolastico. Investimento complessivo di 38 milioni di franchi
© Regiopress, All rights reserved