laRegione
laR
 
01.10.21 - 05:30

Minusio, la fermata Tilo pronta per dicembre 2023

Licenziato il messaggio tanto atteso. In zona Remorino una riqualifica generale. Inizio dei lavori entro l’autunno dell’anno prossimo

minusio-la-fermata-tilo-pronta-per-dicembre-2023
Michele Arnaboldi Architetti Sagl
Lo scenario del futuro in zona Remorino

Inizio dei lavori entro l’autunno del 2022, messa in servizio nel dicembre del 2023. Sono i due dati essenziali che emergono dal messaggio municipale licenziato a Minusio riguardo alla lunghissimamente anelata fermata Ffs-Tilo. Si tratta di una richiesta di credito di 550mila franchi quale partecipazione del Comune al progetto, più altri 324mila per il progetto (cofinanziato per il 50% dalle Ffs) riguardante le opere annesse di valorizzazione e di arredo stradale di via Verbano e via Remorino.

Comprensibilmente, il Municipio mette dapprima l’accento sulla lunga trafila che ha caratterizzato la fermata Tilo a Minusio, fra l’altro unico Comune mancante, fra il Piano di Magadino (Riazzino) e Locarno, nel lotto di quelli beneficiari di uno spazio per carico e scarico passeggeri ferroviari, con annessi e connessi. Inizialmente promossa a livello locale, la fermata era stata ripresa da Cantone e Ffs nella pianificazione della rete Tilo e inserita, nel 2011, nel PaLoc2. Nello stesso anno era arrivata la mozione Guscetti per l’avvio di uno studio di riqualifica dell’area ex Elsener (ecocentro Remorino), approvata dal legislativo due anni più tardi. Sempre nel 2013 una nuova mozione sul tema era stata inoltrata ammonendo che si “stava perdendo il treno”. Il Consiglio comunale l’aveva accolta nel 2014, confermando il suo pieno appoggio al progetto (poi ribadito nel dicembre del 2020 con il sì al credito quadro per l’allestimento di un modello tecnico di fattibilità e di un mandato di studio in parallelo).

Ora, giubila il Municipio, “l’opera dovrebbe finalmente concretizzarsi”. Lo hanno comunicato le Ffs nel loro ultimo aggiornamento. In concomitanza con la nuova fermata sarà realizzato anche un binario d’incrocio che permetterà di avere in futuro un treno ogni 15’ tra Locarno e Bellinzona, oltre a uno ogni mezz’ora fra Locarno e Lugano.

‘Nuova porta alla zona lago’

Minusio considera che il progetto “modificherà sensibilmente l’offerta del trasporto pubblico e fungerà da ‘nuova’ porta alla zona lago, alla nostra riva, anche detta la vera ‘piazza’ del Comune”. Da qui la proposta, inserita nel messaggio, del progetto di sviluppo territoriale del comparto in prossimità della fermata, alla quale potrà tra l’altro anche fare riferimento un servizio di trasporto pubblico interno nella zona bassa di Minusio (mentre è esclusa una linea di trasporto pubblico fra il lago e la collina fino a Brione).

In breve, la fermata Tilo Remorino si troverà tra via Verbano e il passaggio a livello di via San Quirico. Contestualmente, sarà raddoppiata la linea ferroviaria per un tratto di circa 530 metri, saranno posati due scambi e realizzati due marciapiedi di 220 metri di lunghezza fra il ponte Remorino e via San Quirico, collegati tra loro tramite l’esistente sottopasso Remorino. Sono previsti anche delle aree Bike&Ride (di cui una coperta all’interno del parcheggio pubblico dell’ecocentro) e 5 accessi pedonali da e per la fermata, con l’introduzione di un senso unico est-ovest in via Verbano nei pressi della fermata.

Il costo complessivo è stato quantificato in 5,7 milioni, assunto per il 60% dall’agglomerato (Cantone, Comuni Cit e Minusio) e per il 40% dalla Confederazione. Minusio parteciperà direttamente con un massimo di 550mila franchi, stabiliti dal Consiglio di Stato in funzione dei vantaggi ottenuti e non soggetti ad aumenti neppure se il costo complessivo dovesse lievitare.

Per garantire un adeguato inserimento architettonico e paesaggistico dell’opera, Minusio ha chiesto la creazione di aree verdi, la piantazione di arbusti e alberature, nonché un disegno architettonico di qualità. Senza dimenticare l’aggiunta di un servizio igienico a utilizzo dei viaggiatori, che non rientrava negli standard Ffs ma è stato ottenuto dopo varie insistenze. Oltre a tutto ciò, arriverà come accennato il nuovo arredo stradale lungo via Verbano e via Remorino: progettata da Michele Arnaboldi Architetti Sagl, l’opera costerà 635mila franchi, equamente coperti da Comune ed Ffs. In più, viene sottolineato che nulla impedisce di realizzare “altre opere di valorizzazione del quartiere che potrebbero scaturire da altri progetti”. Il riferimento è agli interventi di arredo nei nuclei di Rivapiana di sopra e di sotto, al consolidamento e alla messa in sicurezza del riale Remorino, nonché all’eventuale risanamento delle sottostrutture.

Dal preventivo finale, stando al Municipio, emerge una soluzione economica che accontenta sia Minusio, sia le Ffs, ma che “favorisce in modo importante il Comune”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
2 ore
Città dei mestieri, ‘un punto centrale, ora bisogna irradiarsi’
Presentato il bilancio del terzo anno: in continua crescita gli utenti alla ricerca di informazioni su formazione professionale e mondo del lavoro
Mendrisiotto
2 ore
Truffe per almeno due milioni di franchi: venti mesi sospesi
Condannato alle Assise correzionali di Mendrisio un 67enne per fatti avvenuti tra il 2012 e il 2014. Danneggiate oltre 19 persone.
Ticino
3 ore
Aumento delle stime fiscalmente neutro, oltre 17mila le firme
I promotori dell’iniziativa popolare costituzionale hanno depositato oggi in Cancelleria le sottoscrizioni
Ticino
3 ore
‘La polizia farà la sua parte per ridurre la spesa pubblica’
Lo ha detto Norman Gobbi durante l’annuale Rapporto di Corpo della Cantonale. ‘Positivo il bilancio del 2022 e la capacità di adattamento’
Ticino
3 ore
‘Bandir gennaio’ non bandisce anche i radar
Come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 30 gennaio al 5 febbraio
Ticino
5 ore
Aiti: senza garanzie, meglio lo stop al telelavoro da febbraio
L’associazione industriali ticinesi ritiene ‘ragionevole’ la sospensione senza un nuovo accordo che regoli la fiscalità dei frontalieri in telelavoro
Luganese
6 ore
Assolto in Appello l’ex maestro di Montagnola
Per la Carp non è stato possibile accertare un pericolo per lo sviluppo psichico degli allievi. Mauro Brocchi era stato condannato in primo grado nel 2019
Bellinzonese
7 ore
Oltre al carovita, a Bellinzona c’è il ‘caro’- estinto
Secondo un rapporto di Mister Prezzi, il capoluogo ticinese ha le tariffe più alte per cremazione e camera mortuaria fra tutte le capitali cantonali
Bellinzonese
7 ore
Dopo due anni torna il Carnevale Rabadan
La 160ª edizione si terrà a Bellinzona dal 16 al 21 febbraio. Protagoniste la musica, le maschere, la tradizione e la voglia di sano divertimento
Mendrisiotto
11 ore
È ufficiale: l’Fc Chiasso è fallito
Il pretore di Mendrisio non ha potuto che decretare la fine del club rossoblù. ‘Fiumi di parole’, ma nei conti neanche un centesimo
© Regiopress, All rights reserved