laRegione
piani-di-agglomerato-a-berna-solo-quello-locarnese
Ti-Press
Va a Berna il PaLoc4 del Locarnese e Valli
13.09.21 - 15:34
Aggiornamento: 16:19

Piani di agglomerato, a Berna solo quello locarnese

Per la quarta generazione si cercano i sussidi della Confederazione. Previste entro il 2027 19 misure infrastrutturali per 35 milioni

Per il Ticino, solo il PaLoc4 del Locarnese e Valli andrà a Berna con la richiesta di sostegno alla Confederazione. Lo comunica il Dipartimento del territorio.

“Da diversi anni la Confederazione dispone di crediti per il sostegno di misure per le infrastrutture di mobilità negli agglomerati coordinate con misure per lo sviluppo degli insediamenti – si legge nella nota –. I contributi federali vengono concessi sulla base dei cosiddetti Programmi d’agglomerato, che analizzano la situazione esistente, preconizzano gli scenari di sviluppo per i successivi 20 anni e individuano le misure adatte per raggiungere gli obiettivi fissati”. Ebbene, alla quarta generazione di Programmi d’agglomerato, il Cantone, d’intesa con i Comuni e le Commissioni regionali dei trasporti, ha deciso di presentare unicamente il Piano di agglomerato per il Locarnese e Valli, approvato il 15 aprile 2021 dalla Commissione intercomunale dei trasporti del Locarnese e Vallemaggia (Cit) e il 30 giugno dal Consiglio di Stato.

Dopo la redazione conclusiva, il documento composto da tre fascicoli – Rapporto finale, Schede delle misure e Carte tematiche – è stato ora inviato dal governo cantonale all’Ufficio federale dello sviluppo territoriale (Are) per la sua valutazione. Ora “il PALoc4 ha confermato lo scenario auspicato dell’organizzazione territoriale già elaborato nell’ambito del PALoc3, ne ha aggiornato le strategie e contiene nuove misure per migliorarne l’efficacia”.

La strategia settoriale su paesaggio e mobilità lenta prevede misure che toccano la valorizzazione paesaggistica dei corsi d’acqua e propone una serie di collegamenti ciclopedonali. La strategia che mira invece allo sviluppo centripeto e al promovimento del trasporto pubblico è supportata da misure di forte impatto pianificatorio con riqualifica urbanistica, nuovi collegamenti ciclopedonali e miglioramento della sicurezza ai nodi intermodali. La terza strategia mira alla riqualifica urbanistica di alcuni assi urbani e alla gestione multimodale del traffico cittadino.

Le misure infrastrutturali previste sono 19, per un investimento complessivo di 35 milioni di franchi, da realizzare nell’orizzonte 2024-2027 (lista A), con il cofinanziamento della Confederazione in aggiunta al finanziamento di Cantone e Comuni. Ulteriori misure infrastrutturali, per 16 milioni di franchi, sono state annunciate in lista B e dovranno essere confermate in un prossimo programma d’agglomerato.

La Confederazione analizzerà tutti i Programmi d’agglomerato ricevuti e sottoporrà un messaggio al Parlamento con la richiesta di crediti di cofinanziamento prevedibilmente nel corso del 2023. Cantone e Comuni dal canto loro attiveranno al più presto la progettazione delle opere di loro competenza e ne richiederanno i crediti esecutivi dopo che saranno note le decisioni della Confederazione.

Il Consiglio di Stato esprime “soddisfazione per l’impegnativo lavoro svolto negli scorsi due anni e ringrazia in particolare la Cit e i Municipi che lo hanno accompagnato”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
confederazione locarnese e valli piano di agglomerato quarta generazione
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
2 ore
Age e Aim, la rete idrica è sempre sottopressione
Rimangono in vigore le raccomandazioni all’uso parsimonioso dell’acqua e i divieti. La situazione è critica, ma alcuni Comuni riescono a cavarsela
Locarnese
5 ore
Tegna, ‘no alla variante che finirà per cancellarci’
L’Associazione sportiva preoccupata per le mire pianificatorie del Municipio per la zona dei Saleggi, con il sacrificio del campo da calcio (e del club)
Ticino
14 ore
Ipct, Pronzini si rivolge alla Commissione di mediazione
Il deputato dell’Mps ha chiesto alla cassa pensioni la decisione sulla riduzione del tasso di conversione. Accesso differito. Il parlamentare non ci sta
Luganese
15 ore
Soprusi, schiaffi e ustioni ai figli per 4 anni, il caso in aula
Genitori alle Correzionali, la pubblica accusa chiede pene parzialmente da espiare. Una perizia ha accertato la loro incapacità genitoriale
Luganese
16 ore
Rovio, il movente sarebbe il furto del figlio alla nonna paterna
Il padre avrebbe sparato alla schiena del 22enne forse a causa degli 80’000 franchi spariti dalla casa di Gravesano della parente
Mendrisiotto
16 ore
Chiasso, due campi esterni da padel all’ex Boffalorino
La domanda di costruzione per il progetto sarà presentata entro fine mese. L’area nel frattempo è stata sistemata
Bellinzonese
17 ore
Progetto Ritom a tetto: così cambia l’idroelettrico leventinese
Ffs e Aet presentano l’avanzamento del cantiere. Poi toccherà alla centrale del Piottino. Valutazioni in corso per Lucendro e alcune riversioni
Luganese
18 ore
Montagnola, auto urta un muretto e si ribalta: un ferito
Le condizioni del guidatore non dovrebbero destare particolari preoccupazioni
Bellinzonese
20 ore
‘Più zone naturali per combattere le isole di calore’
È la richiesta dei Verdi in un’interpellanza rivolta al Municipio di Bellinzona, che riprende a sua volta una proposta della Lista civica di Mendrisio
Locarnese
23 ore
Abusi edilizi, Municipio di Losone bacchettato dagli Enti locali
Vanno contro le disposizioni pianificatorie cantonali alcune licenze legate alla sopraelevazione d’immobili rilasciate. Parte l’interrogazione
© Regiopress, All rights reserved