laRegione
laR
 
09.09.21 - 05:30
Aggiornamento: 14:09

Funivia Verdasio-Rasa, la Stan ‘ferma la stazione’

Un'opposizione al progetto scelto riguarda in particolare l'ingombro della nuova passerella di collegamento tra la strada e l'edificio di partenza, troppo impattante

funivia-verdasio-rasa-la-stan-ferma-la-stazione

Nuova funivia Verdasio-Rasa, il progetto vincitore del concorso (“Umbrela”) dell'architetto Francesco Buzzi di Locarno dovrà essere ritoccato. Lo chiede la Stan, la Società ticinese per l'arte e la natura, che ha inoltrato un'opposizione “cautelativa”. Riguarda, da vicino, la stazione di partenza delle cabine a Verdasio, il nodo intermodale. La conferma arriva dalla stessa Stan, che dopo un accurato sopralluogo ha inoltrato le proprie osservazioni “prima che l'iter procedurale segua il suo corso”. Le preoccupazioni riguardano l'impatto paesaggistico e visivo delle soluzioni adottate per la passerella che collegherà il posteggio delle auto con l'accesso alla funivia. Aspetti che dovranno dunque essere approfonditi. Proprio l'ubicazione della stazione di partenza, studiata nei dettagli, con il suo ruolo centrale nel contesto (strada a monte e ferrovia sottostante) rende necessaria, a detta della Stan, l'adozione di correttivi a livello di raffinamento del progetto.

‘Affineremo alcuni aspetti del progetto per trovare un accordo’

Michele Turri, sindaco di Centovalli, conferma la notizia e spera, ovviamente, che prima del rilascio della licenza edilizia si possa trovare un accordo tra le parti. «Dovremo rivedere col progettista la questione della passerella carrozzabile, se del caso riducendone, nel limite del possibile, l'ingombro. Secondo l'opposizione della Stan risulta infatti troppo impattante. Ci auguriamo di trovare a breve una soluzione che metta tutti d'accordo».
Per la stazione di partenza di Verdasio, come noto, la soluzione progettuale scelta prevede un radicale cambiamento rispetto alla situazione attuale. In pratica si è voluto innalzare a livello della strada cantonale (e del posteggio auto) l'immobile con l'ingresso alle cabine. Secondo i contenuti dell'elaborato, ”una nuova rampa d'accesso collegherà il piano stradale alla stazione ferroviaria della Centovallina passando al di sotto dei nuovi posteggi. La passerella si trova invece vicino all'edificio della stazione Fart quale porta al comparto”.

Così si era espressa la giuria al momento della scelta

Scelte, quelle dell'architetto Buzzi, condivise dalla giuria che a suo tempo ha valutato i vari progetti in concorso. “Il progetto convince per il suo carattere infrastrutturale e unitario che ben si inserisce nei due diversi contesti: quello di partenza, caratterizzato dalla complessità delle situazioni presenti, e quello di arrivo, in un chiaro e delicato contesto storico - annotavano i giudici - A Verdasio il nuovo intervento definisce l’angolo nord ovest dell’area di concorso con pochi elementi (muri, ringhiere, terrazza panoramica e le infrastrutture per la stazione di partenza), mentre per il resto del sedime il progetto propone il riordino dell’area dei posteggi. In quest’area gli accessi, sia per le persone che per le merci, alla stazione ferroviaria suscitano alcune perplessità che andrebbero verificate e ridefinite in una fase successiva, in accordo con gli enti preposti. La posizione di prossimità alla strada cantonale andrebbe pure verificata”.
Perplessità che la stessa Stan ha, in seguito, condiviso e ritenuto opportuno evidenziare.

Leggi anche:

Centovalli, da Verdasio a Rasa con 'l'Umbrela'

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
GALLERY
Mendrisiotto
6 ore
Il parco delle gole della Breggia si fa più inclusivo
Inaugurato un percorso per ipovedenti nell’area del mulino del Ghitello. Stella: ‘È un patrimonio da difendere, ma anche rendere accessibile a tutti’.
Ticino
6 ore
Premi cassa malati, Marco Chiesa (Udc) insiste e interroga Berna
Il presidente nazionale democentrista segue De Rosa e chiede al Consiglio federale perché nel calcolo per il ’23 non siano stati calcolati ’20 e ’21
Luganese
8 ore
Cornaredo, ‘tabula rasa’ pronta sulla carta
Presto in pubblicazione a Lugano e Porza il Piano di quartiere del comparto B1a. Previsti edifici misti di altezza tra i 30 e i 60 metri
Grigioni
9 ore
A Mesocco non si ripresenta il sindaco Christian De Tann
In corsa per la carica di capo dell’esecutivo alle elezioni comunali del 30 ottobre vi sono John Seghezzi, Fausto a Marca e Mattia Ciocco
Locarnese
9 ore
Il giudice sul pedofilo: ‘È solo la punta dell’iceberg’
Un 77enne del Sopraceneri condannato a 8 anni di carcere per ripetuti atti sessuali con fanciulli e con persone inette a resistere tra il 2000 e il 2021
Bellinzonese
11 ore
Dai ruderi è nato un auditorium: inaugurazione a Biasca
Ultimati i lavori della struttura concertistica e per eventi culturali che potenzia l’offerta dell’attigua Casa Cavalier Pellanda
Ticino
11 ore
Ticino capitale del turismo sostenibile, ‘è la sfida del futuro’
Questa settimana si tiene l’Adventure travel world summit, l’evento più importante a livello internazionale per la promozione di una ‘nuova visione’
Locarnese
11 ore
Bracconieri in Vallemaggia, la Federazione prende le distanze
La Fcti condanna senza mezzi termini i deplorevoli atti compiuti da un gruppo di persone nemmeno in possesso di una licenza venatoria
Bellinzonese
12 ore
Municipio di Bodio favorevole alla fusione con Giornico
Una decisione unanime che permette di avviare l’iter per un’aggregazione ridotta rispetto al progetto che comprendeva anche Pollegio e Personico
Ticino
16 ore
Vaccinazioni di richiamo autunnali in Ticino dall’11 ottobre
Le informazioni sono già disponibili sul sito ufficiale dedicato alle vaccinazioni www.ti.ch/vaccinazione
© Regiopress, All rights reserved