laRegione
14.08.21 - 14:40

Tegna, una nuova piazza per fare la differenza

Non più ostaggio delle auto, ma luogo d'incontro e socializzazione per abitanti e turisti. A fine settembre la consegna, in concomitanza con i 10 anni dal voto sulla fusione

tegna-una-nuova-piazza-per-fare-la-differenza

Il 26 settembre di 10 anni fa la popolazione delle Terre di Pedemonte approvava, in consultazione popolare, a larghissima maggioranza, il progetto di aggregazione degli allora Comuni di Tegna, Verscio e Cavigliano, sancendo, di fatto, la nascita del Comune unico. Entità istituzionale che diverrà realtà l'anno seguente, con la nomina dell'Amministrazione. Domenica 26 settembre, per celebrare questa ricorrenza, l'autorità municipale ha previsto di organizzare una festa, che coinciderà con la consegna della rinnovata Piazza don Gottardo Zurini di Tegna, i cui lavori sono ormai quasi ultimati.
Una piazza che ha cambiato radicalmente volto, rispetto alla precedente. Sparite, come previsto dal Piano regolatore, le automobili, diventa a tutti gli effetti un luogo d'incontro e di socializzazione per gli abitanti della frazione e i turisti di passaggio.

Il progetto di riqualifica di questo importante comparto del paese aveva ricevuto il nullaosta dal legislativo il 15 giugno del 2020. Quest'ultimo, al progetto sottopostogli inizialmente dal Municipio, aveva aggiunto, dando seguito alla proposta dei commissari della gestione, la richiesta di una pavimentazione in granito, portando così l'importo complessivo stanziato da 620 a 720mila franchi. Oltre ad aver cancellato i posteggi per autovetture e motociclette (spostati in zona stazione), la nuova piazza prevede la posa di alberi con panchine (per poter sostare al riparo dal sole anche quando fa caldo), fontane (oltre all'attuale, ne è stata inserita una posata centralmente, a raso, con zampilli d'acqua azionabili tramite pulsante con timer regolabile così da evitare sprechi) e una nuova ed elegante pavimentazione. Completano il tutto un'illuminazione a Led efficace e non invasiva e le aiuole floreali che circonderanno gli alberi d'alto fusto.

Dal ‘non luogo‘ a spazio pubblico di relazione

L'intervento radicale, nato dalla penna dello studio d'ingegneria Lucchini Mariotta e associati SA e dallo Studio d'architettura Officina della costruzione Sagl, dovrà consentire al “nuovo salotto dei tegnesi” di passare dallo stato di “non luogo” attuale a quello di spazio pubblico riconoscibile, fruibile e vivibile. Una nuova lettura del contesto urbano, insomma, che si spera faccia rinascere un vero senso di comunità. L’obiettivo è infatti di restituire il sedime ai cittadini e alle associazioni locali che potranno con attività (carnevale, feste, ecc..), incontri o anche solo vivendo l'area, tornare a dare un senso compiuto al termine piazza come luogo di relazioni del quartiere e non di posteggio comunale. «Dopo le ferie dell'edilizia – spiega il municipale Giotto Gobbi – la Società elettrica Sopracenerina completerà i lavori per l'illuminazione pubblica della piazza. A quel punto non resteranno che le opere di abbellimento, come le aiuole attorno ai platani e la posa della nuova targa con l'intestazione della piazza a don Gottardo Zurini» (in sostituzione del vecchio totem, ndr).
Con questo intervento, unito alla ristrutturazione della casa Comunale e alla sistemazione viaria, la valorizzazione dello spazio pubblico nella frazione di Tegna giunge a compimento. Resterà solo la posa del secondo binario della stazione Fart (attualmente in fase di progettazione da parte dell'azienda di trasporto pubblico) e il possibile restauro della chiesa per chiudere il cerchio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
5 ore
‘I detenuti con misure terapeutiche vanno adeguatamente seguiti’
La richiesta al governo delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’ è ora nero su bianco. La mozione firmata da tutti i gruppi parlamentari
Ticino
5 ore
‘Avanti’, la porta è aperta a tutti
Presentato il nuovo movimento fondato da Mirante e Roncelli dopo le dimissioni dal Partito socialista. ‘Una forza di centro sinistra, moderna e aperta’
Luganese
6 ore
Pura, condannata a 4 anni la donna che accoltellò l’ex marito
La Corte ha accolto integralmente le richieste di pubblica accusa e accusatore privato, sostenendo che l’imputato abbia mentito per costruirsi un alibi
Ticino
7 ore
Primo incontro fra partiti sul dopo Carobbio agli Stati
Domani rendez-vous tra i vertici cantonali delle forze politiche rappresentate a Berna. Per scongiurare un ‘bel pasticcio’, Farinelli dixit
Grigioni
7 ore
Val Calanca, strada forse riaperta prima del weekend
Nella migliore delle ipotesi i lavori di sgombero inizieranno domani. Anche oggi il meteo ha ostacolato la valutazione dei rischi di nuovi scoscendimenti
Luganese
7 ore
Sottrasse mezzo milione a un conoscente, ma non fu riciclaggio
Appropriazione indebita: inflitti 15 mesi di carcere, sospesi con la condizionale, a un 39enne comparso di fronte alle Assise criminali di Lugano
Bellinzonese
8 ore
Ultima tappa per completare la fibra ottica nel Bellinzonese
Amb e Swisscom comunicano che l’anno prossimo saranno connessi anche a Pianezzo, Paudo, Claro, Gudo, Moleno e Preonzo
Bellinzonese
8 ore
‘Via Roggia dei Mulini rimarrà sicura anche con le palazzine’
Il Municipio di Bellinzona risponde all’interpellanza di Boscolo e Sansossio, confermando che il comparto rientra nella mobilità sostenibile
Ticino
9 ore
‘Il nuovo accordo fiscale è molto favorevole per i frontalieri’
Lo scrive in una lettera ai giornali lombardi il ministro dell’Economia italiano Giorgetti, che fa il punto della situazione sull’annoso dossier
Luganese
10 ore
Lugano-Montarina, Villa Ganser e Casa Walty salvate dalla Stan
Il Tribunale amministrativo cantonale accoglie il ricorso presentato contro la licenza concessa dal Municipio per un progetto edilizio
© Regiopress, All rights reserved