laRegione
13.07.21 - 21:36
Aggiornamento: 09.08.21 - 10:53

Ex Caserma, tre vie per sciogliere il nodo pianificatorio

Il sindaco Catarin: ‘Prossimamente contatteremo i ricorrenti, per instaurare un dialogo’. In Cc, presa di posizione a favore del progetto del Municipio.

ex-caserma-tre-vie-per-sciogliere-il-nodo-pianificatorio
Il nodo pianificatorio blocca la progettazione di un polo culturale di importanza sovraregionale (foto archivio Ti-Press)

Il Consiglio comunale (Cc) di Losone sostiene il Municipio nella riconversione dell'ex Caserma per progetti d'interesse pubblico, nonché polo culturale di rilevanza sovraregionale. Ciò anche grazie all'insediamento dell'Accademia Teatro Dimitri.

Riunitosi in seduta straordinaria ieri sera, il legislativo ha sottoscritto la presa di posizione – una trattanda extra – con 26 voti favorevoli; un astenuto e alcun contrario. La decisione di sostenere pubblicamente l'esecutivo si è resa necessaria in seguito alla recente sentenza del Tribunale cantonale amministrativo (Tram) che dà ragione ai ricorsi: “Un brusco stop alla pianificazione dell'area dell'ex caserma”, che mette “in serio pericolo la realizzazione d'importanti progetti a beneficio della collettività”, si legge nell'estratto delle risoluzioni di Cc. Pertanto, si legge in seguito, il legislativo ha deciso di esprimere “il fermo auspicio che il Municipio, il Consiglio di Stato e le Autorità federali si adoperino con il massimo impegno e celerità, utilizzando i mezzi giuridici e politici a loro disposizione, affinché possa essere risolta questa difficile situazione, a tutela degli importanti interessi collettivi legati a progetti di valenza regionale e cantonale, che devono avere la preminenza su altri interessi”, sottolinea il verbale.

Bisogna sciogliere il nodo pianificatorio

Nell'affare sull'ex Caserma, il nodo da sciogliere è sempre quello pianificatorio. «Ora, ci sono tre strade percorribili», spiega a ‘laRegione‘ il sindaco di Losone Ivan Catarin, ricordando che una «è il ricorso al Tribunale federale, contro la sentenza del Tram»; il cui  termine scade il 22 agosto prossimo. «Un'altra via d'uscita possibile potrebbe essere l'esito della decisione sul Piano direttore cantonale, che comprende le zone bianche dei comuni, approvato dal Consiglio di Stato a fine giugno». In effetti, il comparto ex Caserma rientra nell'etichetta delle zone bianche. Tirato in ballo in Consiglio di Stato (CdS), il sindaco rammenta che prossimamente (verosimilmente a inizio agosto), il Municipio avrà un incontro in Governo con il Dipartimento del territorio e con quello dell'Educazione, cultura e sport, al fine di capire quali margini di manovra ci siano per poter portare a termine la visione sul comparto. E questa è la terza via.

Ma Catarin aggiunge ancora una cosa: «Mi sono assunto l'impegno di andare a discutere con i ricorrenti, che verranno contattati prossimamente».

Leggi anche:

Ex Caserma, la pianificazione travolta dal Tram

Losone, ex Caserma: ‘Se ricorriamo, è anche per prendere tempo’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
5 ore
Fra i 17 e i 27 milioni per la nuova piscina di Trevano
La notizia è trapelata a margine dell’assemblea dell’Ente regionale di sviluppo del Luganese. Passi in avanti per il Parco regionale del Camoghè.
Mendrisiotto
7 ore
Un territorio raccontato attraverso tredici storie di vita
Le conversazioni del poeta Massimo Daviddi e i ritratti del fotografo Aldo Balmelli in un libro che restituisce lo sguardo dei protagonisti
Ticino
8 ore
Tetto ai premi di cassa malati, Carobbio: ‘Grave non parlarne’
Per la consigliera agli Stati il ‘no’ all’entrata in materia è ‘un brutto segnale’. Chiesa: ‘rifiutiamo il principio, e per il Ticino cambierebbe poco’
Luganese
9 ore
Lugano, il futuro del fiume Cassarate passa dal Liceo 1
Per la riqualifica un’inedita collaborazione fra Dipartimento del territorio e ragazzi dell’istituto scolastico, fra nuovi accessi e un percorso didattico
Ticino
10 ore
Vigilanza sulla Procura federale, proposta Fiorenza Bergomi
La Commissione giudiziaria sottopone le proprie indicazioni all’Assemblea federale in vista delle nomine in programma per il 14 dicembre
Ticino
10 ore
Targhe, Dadò: ‘Colpa del governo’. Gobbi: ‘Sei in malafede’
Caos imposta di circolazione, dopo il ritiro dei decreti da parte del Consiglio di Stato è botta e risposta al fulmicotone, tra accuse e puntualizzazioni
Mendrisiotto
11 ore
Scontro fra due auto a Rancate, nessun ferito
Il sinistro è avvenuto poco dopo mezzogiorno sulla strada cantonale.
Bellinzonese
12 ore
Cade col quad nel fiume a Traversa: morto 29enne bleniese
La vittima ha fatto un volo di dieci metri nel greto del torrente Fruda: stava facendo lavori di giardinaggio accanto alla casa di famiglia
Bellinzonese
13 ore
Cima Piazza, più sicurezza grazie a una staccionata più lunga
Il Municipio di Bellinzona ha deciso di aderire parzialmente alle preoccupazioni delle famiglie in merito al parco di Giubiasco
Bellinzonese
14 ore
Nei bandi svelate cifre e atout della nuova Officina Ffs
Castione: sulle opposizioni le Ffs mirano a trovare una soluzione condivisa entro fine 2022. Confermati centrale a cippato, tetti verdi e fotovoltaico
© Regiopress, All rights reserved