laRegione
OSORIO M. (COL)
0
GOLUBIC V. (SUI)
2
fine
(4-6 : 1-6)
bavona-turisti-invitati-a-rientrare-per-evitare-rischi
Valle Bavona, una frana blocca la strada fra San Carlo e Sonlerto (foto laRegione)
+28
Locarnese
13.07.21 - 17:590
Aggiornamento : 21:38

Bavona, turisti invitati a rientrare per evitare rischi

La valle è isolata a causa del crollo di un ponte e di franamenti. All'aeroporto di Locarno, l'hangar è distrutto. Piante sradicate ai Lidi di Tenero e Locarno

La pioggia e i forti temporali tornano a colpire ancora – e in particolare – la valle del Locarnese. Stavolta è il turno della Valle Bavona dove, le copiose precipitazioni, hanno causato diverse frane. Una prima massa di fango, sassi, legno e ghiaia è caduta stamattina ed è andata a depositarsi sulla strada che collega le terre di Sonlerto a San Carlo, ultimo paese della vallata e stazione montana della funivia che porta a Robiei. Nel corso della giornata di oggi, altri due smottamenti sono stati registrati nella regione. Uno ancora a San Carlo, dove una porzione di strada è stata letteralmente spazzata via dai massi e dall’acqua. L’altra frana invece ha colpito le vie di comunicazione di Mondada, villaggio situato ad inizio valle.
Sul posto, a coordinare i lavori di rimozione del materiale, l'Ufficio tecnico del Comune di Cevio, gli addetti dell’Ofima e la Forestale. 

Turisti di giornata invitati al rientro

 Data la situazione, si è deciso di chiudere completamente la strada che porta alla Valle Bavona. Per scongiurare ogni rischio sul posto è stato deciso di agevolare il rientro dei turisti di giornata e di avvisare i proprietari di abitazioni secondarie dei pericoli generati dai corsi d'acqua. L'operazione ha interessato una decina di persone, turisti confederati per lo più. Restando nel Comune capoluogo della Vallemaggia, a Bignasco nel pomeriggio si è verificato un dissesto, causato dall’acqua, nei pressi di una abitazione, mentre a Cavergno è fuoriuscito un riale lungo la strada che porta alle case Ofima. Particolarmente colpito anche tutto il Piano di Magadino e le strutture aeroportuali.


Una frana di fango e detriti blocca la strada fra San Carlo e Sonlerto (foto laRegione)

Piano di Magadino allagato, hangar aeroporto distrutto

L'Hangar 1 dell'aeroporto di Locarno-Magadino è stato investito da una tromba d'aria che l'ha scoperchiato, le folate violente di vento hanno demolito parte del tetto e la grande porta scorrevole d'accesso, scaraventata all'interno e caduta su alcuni velivoli. I danni sono ingenti. Si parla di diversi milioni di franchi.


L'hangar dell'aeroporto di Locarno-Magadino

La mattinata è stata finora impegnativa sul fronte del maltempo per i Civici pompieri di Locarno e i loro omologhi dei Comuni del Piano di Magadino, intervenuti in forze dalle rispettive caserme. Il temporale con raffiche di vento abbattutosi in queste ore ha provocato la caduta di un gran numero di alberi lungo le strade. Soprattutto nei Comuni di Gordola e Tenero, dove è giunta notizia di una pianta abbattutasi su un bus dell' Autopostale, fortunatamente senza causare feriti. Alberi e rami sono crollati anche all'interno del Campeggio Riarena; da informazioni in nostro possesso sembra che le raffiche di vento abbiano generato danni anche all'Aeroporto cantonale. A farne le spese alcuni velivoli posteggiati sul tarmac, finiti sottosopra. 

Alberi divelti ai Lidi di Locarno e Tenero, alcune auto ricoperte di detriti a Ronco

Sulla sponda locarnese del lago, in zona Lido, sono stati segnalati alberi sradicati; la copertura della terrazza del Lido di Tenero è stata distrutta dalla caduta di un albero. A Ronco s/Ascona poco prima delle 15 uno smottamento ha seppellito alcune auto posteggiate di fronte alla casa comunale. Nessuno è rimasto ferito ma i danni ai veicoli sono ingenti. Si sta lavorando per rimuovere i mezzi.  La Società Elettrica Sopracenerina ha reso noto  che, a causa delle condizioni meteorologiche avverse, si registrano in particolare guasti sulle linee primarie 16 kV in diverse zone del comprensorio. Attualmente la rete elettrica è fuori servizio nel Gambarogno (monti di Vairano, monti di Piazzogna e monti di Fosano) e in Valle Verzasca (da Brione Verzasca a Sonogno).

 

 

Guarda 29 immagini e 3 video
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
1 ora
Ice fishing, valutazioni in corso per Carì e il Tremorgio
Dopo la proposta della ‘Locarnese’, un gruppo di lavoro ha individuato i due laghi alpini leventinesi come potenziali luoghi ideali per la pesca sul ghiaccio
Ticino
1 ora
Vaccini, test, cartelle cliniche online, la svolta sanitaria
Dopo vari ritardi, accelera ora la sanità digitale. La storia clinica di ogni paziente ticinese accessibile con un clic, ma c'è chi fa resistenza
Ticino
10 ore
Un ‘certificato parziale’ per chi vuole andare in Italia
Il documento, con codice QR, viene rilasciato da oggi in Ticino dopo la prima dose a chi ne fa richiesta. Si spera in un riconoscimento entro il 6 agosto.
Luganese
11 ore
Arogno, cade nella benna per un malore
Sul posto sono intervenuti i soccorritori del SAM ed un elicottero della REGA. Le condizioni sarebbero serie
Bellinzonese
12 ore
'Temperature in sella', quarta tappa verso Losanna con sorpresa
I 50 ciclisti hanno percorso una ventina di chilometri su un battello sul lago Lemano, evitando così le strade trafficate della Riviera del Lavaux
Ticino
13 ore
Ecco i radar di fine luglio
Il distretto più coinvolto dai controlli elettronici della velocità la prossima settimana sarà quello di Locarno con 8 località
Ticino
13 ore
Visite e accessi, nuovi allentamenti nelle strutture sociosanitarie
Il Dss: 'La situazione epidemiologica e il buon grado di copertura vaccinale permettono di rivedere le direttive'. Le novità da lunedì.
Gallery
Mezzovico
14 ore
San Mamete torna a risplendere a Mezzovico
Completato dopo nove anni dall'inizio dell'iter il restauro della chiesa monumento storico e d'importanza cantonale e federale
Ticino
20 ore
Sono 32 i nuovi casi di coronavirus in Ticino nelle ultime 24 ore
Si contano inoltre 11 persone ricoverate, due nei reparti di terapia intensiva
Luganese
20 ore
Salvataggio Lugano prima al mondo a ottenere la certificazione Hira3
‘Un'eccellenza per quanto riguarda i diving center’. La Sezione celebra inoltre il 70esimo anniversario della sua fondazione
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile