laRegione
12.07.21 - 11:31
Aggiornamento: 18:59

Tenero, il cigno Felice ha rischiato di morire di fame

Un anello in plastica, pescato sull'acqua, gli chiudeva il becco. Si è reso necessario l'intervento della Società protezioni animali di Bellinzona

tenero-il-cigno-felice-ha-rischiato-di-morire-di-fame
Felice col becco bloccato (foto Spab)

Felice, un giovane cigno reale che abita le sponde del Lago Maggiore, ha rischiato di lasciarci le penne negli scorsi giorni, lo racconta un comunicato della Società protezione animali di Bellinzona (Spab) che è intervenuta in suo soccorso.

L'esemplare, nuotando al largo del lido di Tenero, si è imbattuto in un anello in plastica sul pelo dell'acqua, che ha attirato la sua attenzione. Il cigno ha provato ad agguantarlo, tuttavia l'oggetto si è infilato sul becco, bloccandone l'apertura.

Il cerchio non gli permetteva di nutrirsi bene, facendo correre al bipede il rischio di morire di fame.

Si è quindi reso necessario l’intervento dei volontari della Società protezione animali, riferisce il comunicato stampa. Ad allertare i volontari di picchetto è stata la responsabile del lido, grazie anche all’interessamento di alcuni bagnanti, fra cui una coppia di turisti svizzero-tedeschi a bordo di una barca a vela.

L'operazione di salvataggio è stata molto rapida. Dopo aver localizzato l'animale, i volontari Spab sulla prua del natante in dotazione Barry Boot lo hanno inseguito e, una volta vicini, si sono tuffati in acqua per catturarlo temporaneamente e liberargli il becco dall'anello. 

La Spab, in conclusione della nota stampa, tiene a sensibilizzare le persone sull’importanza di non gettare alcun tipo di rifiuto in natura, perché sia per gli animali selvatici sia per i domestici, posso trasformarsi in vere e proprie trappole mortali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
11 min
Prato Leventina, campo da calcio distrutto: è denuncia
Lo ha fatto sapere il municipale Sergio Sartore dopo il grave atto di vandalismo avvenuto fra venerdì e sabato: “Mi piange il cuore”
Ticino
2 ore
Cadono le foglie, a Novaggio e Airolo cresce il Pedibus
Nate due nuove linee dell’iniziativa che incentiva la trasferta casa-scuola a piedi di bambini accompagnati e in compagnia
Locarnese
5 ore
Pila: ‘Niente funivia, niente tasse d’uso e consumo’
A chiederlo al Municipio è una raccolta firme sottoscritta da 90 proprietari di abitazioni e frequentatori della frazione centovallina. L’impianto è fermo
Bellinzonese
5 ore
Dalla paura nei rifugi alla motivazione negli spogliatoi dei Gdt
L’impegno della società turrita ha portato a offrire a giovani hockeisti ucraini l’opportunità di venire in Svizzera e giocare a Bellinzona
Luganese
5 ore
Caslano, centinaia di lettere per il voto non recapitate
Il Municipio ha chiesto spiegazioni alla Posta, incaricata della distribuzione. Il Servizio diritti politici: ‘Non una violazione del diritto di voto’
Ticino
12 ore
Chiesa: ‘Poco sociali? Le nostre iniziative aiutano i cittadini’
Il presidente nazionale dell’Udc risponde alle critiche mosse da Claudio Zali, che ritiene Piero Marchesi e l’Udc interessati al suo seggio
Mendrisiotto
12 ore
Monte, inaugurati gli interventi del progetto intergenerazionale
Tre anni di lavoro e mezzo milione di franchi per la realizzazione di opere architettoniche volte a migliorare la qualità di vita delle persone anziane
Ticino
15 ore
Il 30% degli anziani ticinesi fa fatica ad arrivare a fine mese
È quanto emerge da uno studio di Pro Senectute, che riconosce quello a Sud delle Alpi come il dato più alto in Svizzera. E scatta subito l’interpellanza
Locarnese
16 ore
‘A stanare prede nella notte’, gruppo di bracconieri nei guai
Alcuni cacciatori della regione sono finiti sotto inchiesta per illeciti venatori. Sequestrate armi modificate e un consistente bottino di catture
Luganese
19 ore
La Peonia del Generoso per lo stemma di Val Mara
Presentato il simbolo del nuovo Comune, nato dalla fusione di Maroggia, Melano e Rovio. Il Consiglio comunale approva i nuovi regolamenti comunali
© Regiopress, All rights reserved