laRegione
santa-chiara-stipendi-bloccati-e-vpod-sul-chi-vive
27.06.21 - 13:18
Aggiornamento: 15:03

Santa Chiara, stipendi bloccati e Vpod sul chi vive

Non decolla il passaggio di proprietà della Clinica alla Moncucco. Il sindacato: se non si risolve entro fine mese, assemblea con il personale

Fintanto che non vi sarà l'avallo di tutti gli azionisti (maggioranza e minoranza) gli stipendi della Santa Chiara di Locarno rimarranno bloccati. Lo scrive il Caffè. La questione rientra nel più complicato ambito del passaggio di proprietà della clinica locarnese dagli azionisti precedenti alla Moncucco di Lugano. Ambito in cui un nuovo Cda nominato dagli azionisti di maggioranza – linea Moncucco – non viene riconosciuto da quelli di minoranza, che sono invece sostenuti dallo Swiss Medical Network, pure interessata al nosocomio avendo messo sul tavolo un'offerta da 10 milioni.

Fra “supercautelari” pretorili e comunicati di parte, la situazione non si sblocca e comincia a preoccupare seriamente. Una situazione che il sindacato Vpod, in una nota, sottolinea di aver “monitorato, tenendosi in contatto con tutte le parti coinvolte, nel difficile processo di transizione e di cambio di proprietà. Durante queste concitate settimane dall’osservatorio sindacale pareva che tutti gli attori coinvolti avessero la volontà di non far ricadere sulle spalle delle lavoratrici e dei lavoratori le diatribe che si stavano consumando all’interno del Consiglio d’amministrazione. In particolare sembrava che la situazione a livello finanziario non potesse creare preoccupazione riguardo al pagamento dei salari”. Un altro punto “che faceva ben sperare nel futuro della struttura “è il fatto che tutti gli attori della sanità ticinese, ma anche svizzera, abbiano proposto offerte milionarie per l’acquisizione della Clinica Santa Chiara Sa”.

Oggi, però, il Caffè rileva appunto che “vi è un potenziale rischio di blocco dei salari a causa di cavilli giudiziari legati al passaggio di proprietà e alle maggioranze all’interno del Consiglio d’amministrazione”. A fronte di queste notizie “il sindacato Vpod – che è firmatario del contratto collettivo di lavoro della Clinica – sta cercando di avere dei chiarimenti con i responsabili della struttura sanitaria”. L'auspicio è che “gli stipendi del personale della Clinica possano essere regolarmente versati entro il 30 giugno 2021. Evidentemente qualora questo non fosse il caso il sindacato indirà un’assemblea per decidere con il personale i passi da intraprendere a tutela dei suoi diritti”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
clinica locarno moncucco proprietà santa chiara stipendi vpod
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
1 ora
Cevio: Esecutivo richiamato dalla Sel; forse si va al Tram
L’autorità di vigilanza chiede spiegazioni al Municipio sul volantino pre-referendum. Mattei annuncia il ricorso al Tribunale amministrativo
Ticino
1 ora
‘Inutile e dannoso’, no dei benzinai al contratto collettivo
Diverse opposizioni alla modifica ch introdurrebbe salari minimi per i dipendenti. Centonze: ‘in Ticino c’è già la Legge sul salario minimo’.
Ticino
1 ora
Ex Funzionario Dss, la Gestione ha scelto chi svolgerà l’audit
Il mandato è stato assegnato allo studio legale ginevrino Troillet Meier Raetzo, che si è occupato anche delle presunte molestie alla Ssr/Rts
Locarnese
9 ore
Tenero, nuovo annegamento nelle acque lacustri
Un 54enne confederato è scomparso dalla visuale attorno alle 17, mentre nuotava poco distante dalla riva. Il cadavere recuperato verso le 20
Grigioni
10 ore
Condanna bis al comandante della polizia William Kloter
Pena ridotta ma confermata in Appello la grave infrazione alle norme della circolazione: l’ufficiale era stato pizzicato da un radar sull’A13 a Soazza
Bellinzonese
11 ore
Scarsità di acqua, il Centro di Lumino critica l’ex Municipio
In tre interrogazioni i consiglieri comunali chiedono se vi sono perdite nelle condutture, sorgenti alternative e se l’approvvigionamento sarà garantito
Ticino
11 ore
Atti sessuali con fanciulli, 77enne rinviato a giudizio
L’uomo avrebbe abusato di sette bambini sull’arco di 20 anni, recandosi apposta anche in Thailandia. È parzialmente reo confesso.
Bellinzonese
12 ore
Scelto il progetto per la riqualifica del comparto Aet di Bodio
L’Azienda elettrica ticinese vuole rendere la zona fruibile agli abitanti e offrire servizi moderni ai centri interaziendali. Investimento di 10 milioni
Luganese
12 ore
Potenziamento dell’A2 tra Lugano e Mendrisio: ‘No’ comunista
Al grido di ‘No al degrado del territorio’, un’altra voce si leva contro il controverso progetto PoLuMe: quella del Partito comunista
Gallery e video
Luganese
12 ore
‘Trasloco’ di 40 metri per un edificio di 600 tonnellate
Spostamento necessario per la realizzazione del futuro sottopasso pedonale di Besso. Le operazioni sono durate tutta la mattinata
© Regiopress, All rights reserved