laRegione
locarno-non-vi-fu-alcun-pestaggio-in-gendarmeria
Locarnese
20.06.21 - 14:300

Locarno, non vi fu alcun pestaggio in gendarmeria

Il Tribunale federale scagiona i due agenti dall'accusa di aver picchiato, nel 2013, un automobilista italiano fermato perché ubriaco

Il Tribunale federale ha assolto i due agenti della Polcantonale dall'accusa di pestaggio ai danni di un automobilista ubriaco. Fatti risalenti al lontano novembre 2013 quando, in occasione di un controllo stradale in territorio di Tegna, i due tutori dell'ordine fermarono il conducente italiano di una vettura sospettato di aver alzato troppo il gomito. L'uomo, per accertamenti, venne portarlo prima all’ Ospedale di Locarno e in seguito alla gendarmeria. Fuori dal nosocomio – come comprovato dalle telecamere – uno dei due si accanì sull'automobilista, senza che questi, ammanettato, potesse difendersi. Lo sbatté a terra, per poi colpirlo con una scarica di pugni. Come anticipato dalla Rsi, a detta della Corte di appello e di revisione penale, si trattò di un caso di abuso di autorità. Reato che ora i giudici losannesi hanno confermato. La massima istanza ha però prosciolto l’agente dalle accuse legate a quanto sarebbe accaduto più tardi, al posto di polizia. Il conducente ha sempre sostenuto di essere stato picchiato anche lì (frattura del setto nasale). Tuttavia, in questo caso, l'inchiesta non ha potuto escludere che il cittadino italiano si ferì inciampando nel gradino di entrata, come dichiarato dai due agenti. Per mancanza di prove, per i fatti avvenuti in gendarmeria entrambi i poliziotti sono dunque stati assolti. Accogliendo i ricorsi (uno in parte, l’altro totalmente), il Tribunale federale ha dunque rinviato l’incarto alla Corte d’appello per una nuova sentenza. Nel 2020 i due tutori dell'ordine vennero condannati a una pena pecuniaria sospesa e al pagamento di una multa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
1 ora
Bellinzona, ‘è giunta l’ora di aprire i negozi la domenica’
Il comandante della Polcom Ivano Beltraminelli è intervenuto all’assemblea dei commercianti innescando un interessante dibattito
Locarnese
4 ore
Tenero-Contra, ‘quel bosco non si tocca’
Il Municipio si oppone al progetto di dissodamento di un terreno sulla sponda destra della Verzasca, che dovrebbe diventare pascolo alberato
Locarnese
4 ore
Terre di Pedemonte, firme a suffragio della zona 30
Una petizione invita l’autorità ad accrescere e rivedere alcune misure di moderazione del traffico all’interno degli abitati
Ticino
13 ore
Parmalat Bis, Luca Sala ribadisce la sua estraneità
Al primo giorno di dibattimento al Tribunale penale federale di Bellinzona la Corte ha acquisito le sentenze civili del Liechtenstein favorevoli a Sala
Ticino
13 ore
Fiduciari, dal Gran Consiglio un chiaro sì alla legge
Ok all’adeguamento alle norme federali. Riconosciuta la necessità di mantenere la LFid. Bertoli (Autorità di vigilanza): tutela dei clienti prioritaria
Luganese
14 ore
Monteceneri, Casa Landfogti interamente nelle mani del Comune
Sono stati accolti dal Gran Consiglio l’estinzione della demanialità e la convenzione tra Cantone e Comune sul passaggio gratuito del terreno
Gallery
Mendrisiotto
14 ore
Il nucleo di Ligornetto chiude. E fuori tutti in colonna
Mendrisio difende la misura, Stabio la contesta e chiede un tavolo di discussione. Intanto, c’è chi pensa di riportare al voto la popolazione
Ticino
14 ore
Maltrattamenti, il veterinario cantonale sarà parte civile
Approvato in Gran Consiglio il rapporto della Commissione giustizia e diritti
Bellinzonese
15 ore
‘Cara Sommaruga, verifichi cosa sta facendo l’Uft’
Nuove Officine Ffs: il legale di tre ditte attive a Castione sollecita la consigliera federale affinché s’interessi del dossier
Luganese
16 ore
Eroina sul treno a Lamone, condanne fino a 6 anni
La Corte delle Assise criminali di Lugano ha condannato i ‘muli’ intercettati il 15 aprile con tre chili di droga nascosti nello zaino
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile