laRegione
18.06.21 - 11:43

Losone, il PPD chiede un bilancio della centrale termica

Interpellanza al Municipio dopo 5 anni dalla messa in servizio dell'impianto. E spunta l'ipotesi di un'analoga struttura per servire altre zone del paese

losone-il-ppd-chiede-un-bilancio-della-centrale-termica

Del suo successo (anche in termini di affidabilità) si sa ancora poco, malgrado dalla sua inaugurazione ufficiale siano trascorsi più di 5 anni. Stiamo parlando della centrale termica a cippato della Energie Rinnovabili Losone SA (ERL SA), messa in funzione nel corso del mese di ottobre 2015. Ed è per questo che il Ppd +GG di Losone, in un interpellanza (primo firmatario il consigliere comunale Mario Tramer) chiede lumi al Municipio. “Nel 2015 è stata allacciata alla rete di teleriscaldamento la scuola comunale, in seguito nel 2018 è stata la volta dell’ex scuola dell’infanzia e inoltre sono state posate le condotte fino all’entrata della casa comunale –si legge –Il Comune è azionista della ERL SA nella ragione di 1/3. A più di 5 anni di distanza dalla sua entrata in funzione un bilancio del funzionamento della centrale e del relativo investimento del Comune può certamente essere fatto. Chiediamo pertanto al Municipio come valuta nell’insieme il funzionamento della centrale; se vi sono stati problemi di malfunzionamento che ne hanno causato il blocco o l’interruzione del suo funzionamento; in quale misura il potenziale di produzione calorica viene attualmente sfruttato; in aggiunta se è vero che la potenza calorica della centrale potrebbe essere ampliata con la posa di ulteriori forni o che almeno questo era previsto nel progetto iniziale e se vi sono state richieste di allacciamento che hanno dovuto essere rifiutate. Altre domande riguardano, infine, il coinvolgimento per la fornitura della legna dell’Azienda forestale del Patriziato e lo studio di una seconda centrale termica, magari ubicata in zona Arbigo per coprire la parte Arbigo-Campagne, zona in forte espansione edilizia”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
9 min
Una radio di quartiere per dar voce ai ragazzi
Il progetto del Centro giovani di Chiasso cercherà di far avvicinare le nuove generazioni al mondo della comunicazione radiofonica
Intercomunale del Piano
9 min
‘Polizia, la prossimità non va indebolita’
Grazie al ‘matrimonio’ con Minusio aumentata la presenza sul territorio: ‘Rimane la priorità, inimmaginabile pensare di rinunciarvi’
Bellinzonese
3 ore
Ospedali di valle, Martinoli pronto a ritirare l’iniziativa
Blenio e Leventina: il primo firmatario difende la nuova proposta di testo conforme elaborata dal Gruppo di lavoro ma bocciata in novembre dall’assemblea
Luganese
3 ore
Nella Pregassona del poliziotto di quartiere
Mentre prosegue la campagna ‘Caffè con l’agente’, volta alla conoscenza fra cittadini e agenti di prossimità, nostro reportage dal popoloso rione
Mendrisiotto
3 ore
Il coro La Grigia di Chiasso compie cinquant’anni
Mezzo secolo è trascorso per questo gruppo chiassese: un’impresa non facile, specialmente dopo la pandemia
Luganese
9 ore
Il futuro dell’aeroporto? Lo deciderà il legislativo di Lugano
Anche voci contrarie allo scalo nella serata pubblica organizzata a Bioggio, con il municipale Filippo Lombardi e il consigliere nazionale Bruno Storni
Ticino
10 ore
‘Nessun soccorso rossoverde per salvare il posto a Claudio Zali’
È il messaggio lanciato da Fabrizio Sirica. ‘È il padre cantonale del progetto PoLuMe. Rappresenta una finta ecologia che vogliamo combattere’.
Gallery
Mendrisiotto
13 ore
Laveggio, i giorni passano e i problemi restano
Nelle acque del fiume si nota ancora la presenza di materiale argilloso. Segnalazione all’Ufficio caccia e pesca
Ticino
14 ore
Nel 2050 obiettivo -90% di emissioni di CO² e consumi dimezzati
Il governo mette in consultazione il nuovo Piano energetico e climatico cantonale. Zali: ‘Allungare il passo, no a tasse e divieti. Sì agli incentivi’
Bellinzonese
15 ore
Lattodotto, elettrodotto e acquedotto per l’Alpe Angone-Crestumo
Il Consiglio di Stato chiede di stanziare un contributo cantonale massimo di quasi 840mila franchi, per un investimento complessivo di 2,35 milioni
© Regiopress, All rights reserved