laRegione
18.06.21 - 11:43

Losone, il PPD chiede un bilancio della centrale termica

Interpellanza al Municipio dopo 5 anni dalla messa in servizio dell'impianto. E spunta l'ipotesi di un'analoga struttura per servire altre zone del paese

losone-il-ppd-chiede-un-bilancio-della-centrale-termica

Del suo successo (anche in termini di affidabilità) si sa ancora poco, malgrado dalla sua inaugurazione ufficiale siano trascorsi più di 5 anni. Stiamo parlando della centrale termica a cippato della Energie Rinnovabili Losone SA (ERL SA), messa in funzione nel corso del mese di ottobre 2015. Ed è per questo che il Ppd +GG di Losone, in un interpellanza (primo firmatario il consigliere comunale Mario Tramer) chiede lumi al Municipio. “Nel 2015 è stata allacciata alla rete di teleriscaldamento la scuola comunale, in seguito nel 2018 è stata la volta dell’ex scuola dell’infanzia e inoltre sono state posate le condotte fino all’entrata della casa comunale –si legge –Il Comune è azionista della ERL SA nella ragione di 1/3. A più di 5 anni di distanza dalla sua entrata in funzione un bilancio del funzionamento della centrale e del relativo investimento del Comune può certamente essere fatto. Chiediamo pertanto al Municipio come valuta nell’insieme il funzionamento della centrale; se vi sono stati problemi di malfunzionamento che ne hanno causato il blocco o l’interruzione del suo funzionamento; in quale misura il potenziale di produzione calorica viene attualmente sfruttato; in aggiunta se è vero che la potenza calorica della centrale potrebbe essere ampliata con la posa di ulteriori forni o che almeno questo era previsto nel progetto iniziale e se vi sono state richieste di allacciamento che hanno dovuto essere rifiutate. Altre domande riguardano, infine, il coinvolgimento per la fornitura della legna dell’Azienda forestale del Patriziato e lo studio di una seconda centrale termica, magari ubicata in zona Arbigo per coprire la parte Arbigo-Campagne, zona in forte espansione edilizia”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
50 min
Orti familiari comunali a Lugano, ‘tutti devono concorrere’
Il bando scade il 14 ottobre. La municipale Cristina Zanini Barzaghi: ‘Gli anziani i più interessati, già passati attraverso altre crisi economiche’
GALLERY
Mendrisiotto
2 ore
Mendrisio, ‘Sagra del Borgo riuscita al 100 per cento’
Nella tre giorni di festa che ha caratterizzato il nucleo storico non ci sono stati interventi per risse o violenze. Sam sollecitato in due occasioni.
Mendrisiotto
4 ore
Chiasso, natura e paesaggio per il ‘nuovo’ Faloppia
Il Municipio presenta al Consiglio comunale la richiesta di un credito di 300mila franchi per elaborare il progetto definitivo di riqualifica
Ticino
4 ore
Il governo dice sì al fondo per apprendisti in difficoltà
Accolta la proposta di Fonio ed Ermotti-Lepori. Sarà gestito dal Decs, rifornito da pubblico e privato, e servirà a rifondere le direzioni delle sedi
Luganese
5 ore
Parco Morosini di Vezia, inaugurazione col sole
Il polmone verde, restaurato e valorizzato, riaperto al pubblico. Gli edifici storici sono tornati all’antico splendore
Ticino
5 ore
Cantonali 2023, il Forum alternativo è corteggiato dall’Mps
A sinistra dell’area rossoverde continuano le manovre in vista delle elezioni. Dopo aver bocciato la lista con Ps e Verdi, si apre una nuova possibilità
Ticino
6 ore
Opere di urbanizzazione generale, ‘ampliare margine dei Comuni’
Iniziativa di Pini (Plr), Buzzini (Lega) e Franscella (Centro): aumentare la forchetta della quota a carico dei proprietari, minimo 10% invece che 30%
Luganese
7 ore
Circolo di Lugano Est, Fabrizio Demarchi eletto giudice di pace
Con oltre mille preferenze in più rispetto allo sfidante, Giuseppe Aostalli-Adamini, ha ottenuto complessivamente 2’647 voti
Luganese
7 ore
Luce verde all’Istituto scolastico di Vernate e Neggio
I Consigli comunali hanno approvato il credito di costruzione per l’edificazione delle nuove scuole elementari e dell’infanzia
Locarnese
9 ore
Tilo e arredo stradale, Minusio evita (almeno) il pasticcio
Con l’82,3% di “sì” la popolazione non cade nel tranello di bocciare l’unico credito referendabile, che non riguarda direttamente la fermata Ffs
© Regiopress, All rights reserved