laRegione
21.05.21 - 14:03
Aggiornamento: 18:31

Centovalli, il treno storico alla scoperta del territorio

Un viaggio tra Locarno e Camedo proposto mensilmente a bordo di vagoni che risalgono al 1923

centovalli-il-treno-storico-alla-scoperta-del-territorio
Tra storia e tradizioni

Dopo il successo riscosso nel 2020, il viaggio con il treno storico tra Locarno e Camedo sarà proposto mensilmente a partire da domenica 20 giugno. Un viaggio che parla di storia e del forte legame con il territorio attraversato dalla Ferrovia delle Centovalli.

L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra Fart (Ferrovie autolinee regionali ticinesi) e Seft (Società esercizio ferroviario turistico), nasce allo scopo di riscoprire la storica linea ferroviaria tra Locarno e Camedo a bordo di vagoni che risalgono al 1923, anno di inaugurazione della linea.

Un viaggio nella storia della nostra regione, ulteriormente impreziosito dalla possibilità di visionare un filmato storico tratto dal Totem Rsi CV & Td, offerto da Rsi e dalla collaborazione della Pro Centovalli e Pedemonte e di Fioriselvatici.

I percorsi con il treno storico saranno proposti anche le domeniche 18 luglio, 22 agosto, 19 settembre e 10 ottobre.

I biglietti possono essere acquistati online su www.biglietteria.ch o presso La Biglietteria Fart a Muralto raggiungibile telefonicamente allo 091 751 87 31 o via email (labiglietteria@centovalli.ch).

Per viaggiare a bordo del treno storico occorre acquistare il biglietto speciale, non sono riconosciuti altri titoli di trasporto. I posti sono limitati e la prenotazione obbligatoria. Maggiori informazioni su www.vigezzinacentovalli.com

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
58 min
Crisi energetica e telelavoro, Ocst: ‘Vigili sì, preoccupati no’
Dal sindacato cristiano sociale un webinar informativo. Isabella: ‘Non c’è giurisprudenza, partenariato importante’. Alari: ’Le spese preoccupano’
Ticino
1 ora
Sicurezza e prevenzione: gli occhi e le orecchie del Gpn
Gestione della minaccia: ruolo e missione del gruppo di specialisti della Polizia cantonale. Al quale il governo vuole ora dare una chiara base legale
Luganese
8 ore
Lugano: in arrivo Expo Ticinotour, grande fiera vintage
L’evento è in programma sabato 1° ottobre al Padiglione Conza: oltre 120 espositori, food-truck, bar, sala giochi, veicoli d’epoca e molto altro
Ticino
10 ore
‘Non si aggiungano ulteriori materie di studio al Liceo’
Tra ‘grandi scetticismi’ e ‘totale concordanza’, il Cantone risponde alla consultazione federale in merito alla Revisione dell’Ordinanza sulla maturità
Luganese
11 ore
Lugano, da Radio Rsi a Città della Musica con 21 milioni
Licenziato il messaggio municipale per l’acquisto dello storico stabile di Besso. Un’operazione che, spiega Badaracco, genererà 55 milioni di investimenti
Gallery
Grigioni
11 ore
A lezione d’integrazione sui banchi di Roveredo
Da lunedì tredici adolescenti fuggiti dall’Ucraina hanno iniziato a districarsi fra matematica e italiano nel padiglione 1 della Casa di cura Immacolata
Bellinzonese
12 ore
Osogna, ‘con macchinisti istruiti si riducono gli infortuni’
È stato inaugurato ufficialmente il Centro di formazione professionale Macchine della Ssic Ticino che, inoltre, valorizza una regione periferica
Mendrisiotto
12 ore
‘Il palazzo reale delle menzogne’, 6 anni al principe Selassié
La Corte delle Assise criminali di Mendrisio lo ha riconosciuto colpevole e condannato per truffa per mestiere e falsità in documenti
Luganese
16 ore
Bertoli sull’arresto del direttore: ‘Non mi capacito neanch’io’
Il Decs ha chiarito i punti essenziali della vicenda e presentato le prossime linee di azione
Mendrisiotto
18 ore
‘Crassa leggerezza’, chiesta l’assoluzione del principe Selassié
Davanti alle Criminali di Mendrisio, la difesa evidenzia la mancanza di controlli degli accusatori privati. La sentenza sarà pronunciata alle 17
© Regiopress, All rights reserved