laRegione
per-bosco-gurin-intervenga-il-cantone
archivio Ti-Press
04.05.21 - 17:15
Aggiornamento: 19:10

‘Per Bosco Gurin intervenga il Cantone’

Interpellanza al Consiglio di Stato, affinché Bellinzona assuma un ruolo da mediatore nella disputa Frapolli-Patriziato

Bosco Gurin cosa sta succedendo? È questo il titolo dell’interpellanza al Consiglio di Stato (primo firmatario Tiziano Galeazzi dell'Udc), incentrata sulla necessità di un intervento urgente del Cantone. “In questi ultimi mesi abbiamo assistito pubblicamente a una situazione ‘tesa’ tra il proprietario-imprenditore degli impianti di risalita invernali Giovanni Frapolli e il Patriziato di Bosco Gurin – si legge nell'atto parlamentare –. Partendo quindi dal presupposto che il Cantone partecipa con dei sussidi monetari per circa 180mila franchi annui e che l'importanza di tali impianti invernali rientri in un disegno più ampio riguardante il turismo locale, della regione di Locarno e nel quadro integrale cantonale, preoccupati per quanto succede a Bosco Gurin, chiediamo al Consiglio di Stato cosa intende fare o cosa sta già facendo. Non sarebbe opportuno poter partecipare quale istituzione cantonale a ruolo di mediatore, chiedendo così eventuali garanzie sulla continuità temporale? Cosa succederebbe se Giovanni Frapolli dovesse abbandonare la struttura invernale a Bosco Gurin con i crediti (sussidi) monetari già erogati per il 2021 e seguenti?”. Domande che, stando agli interpellanti, richiedono risposte urgenti, visto che la pianificazione della prossima stagione invernale si farà già nei mesi estivi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bosco gurin giovanni frapolli interpellanza
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
7 ore
Recuperato il corpo dell’83enne annegato a Vira Gambarogno
Il cadavere è stato ritrovato a una profondità di circa 106 metri e a 550 metri da riva usando fra l’altro un sonar e un robot per il recupero
Ticino
8 ore
Il ritorno a scuola si avvicina, la polizia invita alla prudenza
Lo scorso anno 36 bambini si sono infortunati a seguito di un incidente stradale. A dover fare attenzione anche chi utilizza l’auto vicino alle scuole
Luganese
10 ore
Un altro furbetto dei crediti Covid in aula: condannato
Sottratti 80mila franchi ai danni dello Stato. ‘Aiuti ottenuti illecitamente’ gonfiando i bilanci di una società che gestiva un ristorante di Lugano
Bellinzonese
13 ore
Giubiasco, tutto pronto per tornare all’asilo dopo il nubifragio
Poco più di un anno fa la Scuola dell’infanzia Palasio era stata invasa da acqua e fango. Lavori di ripristino conclusi in tempo e preventivo rispettato
Locarnese
13 ore
Uno spazio pubblico multifunzionale per Solduno
Area per manifestazioni e un autosilo. In pubblicazione il Piano particolareggiato; seguirà il concorso architettonico
Bellinzonese
13 ore
Il Municipio di Giornico dice sì all’aggregazione con Bodio
A maggioranza l’esecutivo ha deciso di portare avanti una fusione ridotta rispetto al progetto Sassi Grossi abbandonato. Si attende la conferma di Bodio
Luganese
14 ore
Mai più sola, nuova associazione contro la violenza sulle donne
La presidente Deborah Magagna ci racconta il progetto di sostegno per le vittime. In programma un numero d’emergenza e sportelli nei Comuni
Locarnese
16 ore
Smottamento in Gambarogno: chiusa la strada per Indemini
Nottata tutto sommato tranquilla malgrado le forti precipitazioni. Ma una frana crea qualche disagio fra i Monti di Fosano e l’Alpe di Neggia
Locarnese
20 ore
Cevio: Esecutivo richiamato dalla Sel; forse si va al Tram
L’autorità di vigilanza chiede spiegazioni al Municipio sul volantino pre-referendum. Mattei annuncia il ricorso al Tribunale amministrativo
Ticino
20 ore
‘Inutile e dannoso’, no dei benzinai al contratto collettivo
Diverse opposizioni alla modifica che introdurrebbe salari minimi per i dipendenti. Centonze: ‘in Ticino c’è già la Legge sul salario minimo’
© Regiopress, All rights reserved