laRegione
02.05.21 - 18:43

Anche l’Eoc interessato alla Santa Chiara di Locarno

Al pari della Moncucco e di Swiss Medical Network, l’Ente ospedaliero cantonale intenderebbe acquistare la struttura sanitaria. In arrivo un'offerta

anche-l-eoc-interessato-alla-santa-chiara-di-locarno
La struttura sanitaria locarnese (foto Ti-Press)

Come riportato dal domenicale 'il Caffè', dopo le dichiarazioni di interesse da parte della Clinica Moncucco e del gruppo Swiss Medical Network (Sant’Anna di Sorengo e Ars Medica di Gravesano), anche l'Ente ospedaliero cantonale vorrebbe acquistare la Clinica Santa Chiara di Locarno che da mesi versa in gravi difficoltà finanziarie. 

Stando al domenicale, l'impegno finanziario della Clinica Luganese Moncucco non dovrebbe superare i 5 milioni di franchi, anzi, sarebbe più vicino ai 4, mentre per quel che riguarda Swiss Medical Network si vocifera di una cifra di poco superiore ai 5 milioni. Quanto all’Eoc, il direttore generale Glauco Martinetti ha confermato l’interesse e sottolineato come l’acquisizione della struttura sanitaria locarnese rientrerebbe pienamente nei loro piani di sviluppo.

“Noi ci siamo e la Santa Chiara può appieno far parte dei nostri progetti. Stiamo affinando proprio in questi giorni la nostra offerta – ha dichiarato Martinetti al 'Caffè' –. Ma al di là dei numeri, oltre le cifre, oltre quella che potrà essere la nostra offerta finanziaria…, ripeto, la Santa Chiara può rappresentare un tassello importante nella nostra strategia. Siamo un ente fieramente pubblico e quindi particolarmente vicino al territorio. Chi più di noi può integrare con facilità la Santa Chiara a quanto già esistente. Penso, ad esempio, all’ospedale La Carità di Locarno”. Entro venerdì 7 maggio anche l’Ente ospedaliero presenterà il proprio progetto.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
2 ore
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
3 ore
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
3 ore
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
4 ore
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
5 ore
Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente
Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
5 ore
Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023
Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
Ticino
6 ore
‘Serve una lista forte’, Mirante critica la direzione Ps
Per l’esponente socialista la proposta di lista che la direzione presenterà al Congresso del 13 novembre si basa su un ragionamento ‘fallace a azzardato’
Locarnese
6 ore
Locarno, licenziato l’agente dei presunti atti d’esibizionismo
L’esecutivo cittadino ha comunicato in giornata la decisione presa. Il poliziotto, dal canto tuo, ricorrerà al Consiglio di Stato
Bellinzonese
6 ore
Camorino: ‘La Città si ricordi la nostra volontà politica’
Le esortazioni dell’ex sindaco Donadini, mense scolastiche, parchi giochi e una sede per le società: sono alcuni temi dell’incontro col Municipio turrito
Mendrisiotto
6 ore
Ritorno al salario minimo: ‘Doveva andare così’
Il fronte sindacale (Ocst e Unia) commenta il dietrofront di Ticino Manufacturing. Rischio delocalizzazione, ‘si paga pegno ma non alla legge’
© Regiopress, All rights reserved