laRegione
14.04.21 - 12:21
Aggiornamento: 15:03

Bambini spazzacamino, nuova mostra al Museo di Val Verzasca

L'esposizione permanente, che sarà inaugurata sabato 17 aprile, affronta anche il tema del lavoro minorile ai giorni nostri

bambini-spazzacamino-nuova-mostra-al-museo-di-val-verzasca
(Foto Museo Val Verzasca)

I bambini spazzacamino verzaschesi e il lavoro minorile nel passato, e il persistere dello sfruttamento infantile a livello globale, nonostante la Convenzione sui diritti dell’infanzia in vigore da vent’anni. È il tema al centro della nuova mostra permanente che inaugurerà la stagione del Museo di Val Verzasca, a Sonogno, sabato 17 aprile.

Casa Genardini, la sede storica del Museo, apre al pubblico con questa esposizione permanente completamente rinnovata negli spazi e nei contenuti. L’edificio diventerà una sorta di libro pop up in cui il visitatore sarà parte di una narrazione che si sviluppa attorno al tema principale del lavoro minorile.

Il 2021 – spiegano gli organizzatori – è stato dichiarato dall’Onu ‘Anno internazionale per l’eliminazione del lavoro minorile’, e su questo il museo vuole contribuire ricordando la storia dolorosa della Verzasca di quei bambini che lasciavano la valle e la scuola agli inizi di novembre per recarsi in Lombardia come spazzacamini. "Ma il passato in sé non basta – sostengono i promotori dell'esposizione –, occorre avere uno sguardo sul presente, perché uno dei compiti principali dei musei contemporanei è quello di far riflettere e dare gli strumenti necessari per comprendere l’attualità. Per questo motivo la nuova esperienza museale porterà il visitatore a confrontarsi con la quotidianità dei bambini sfruttati nel mondo e i diritti dell’infanzia".

Coinvolgimento culturale: perno della filosofia del Museo

La mostra è costruita e intrecciata su tre livelli: realtà storica della Verzasca dell’Ottocento e inizio Novecento (povertà, famiglie numerose, educazione mancata degli spazzacamini), finzione letteraria (rielaborazione del romanzo "I fratelli neri", la storia del giovane spazzacamino di Sonogno Giorgio) e attualità (con la domanda 'Lavoro minorile senza fine?'). Ogni sala sviluppa le tematiche con ambientazioni, elementi scenografici, suoni, video e alcune testimonianze degli spazzacamini sono recitate da allievi di terza, quarta e quinta della Scuola elementare di Brione Verzasca. La partecipazione culturale fa parte della filosofia del museo di Val Verzasca: "Crediamo che fare cultura significhi coinvolgere non solo i visitatori, ma anche co-costruire assieme ai verzaschesi la loro cultura. Nostro compito è quello di dare gli strumenti per far affiorare le competenze di ognuno con lo scopo finale di sentirsi ognuno parte attiva del proprio patrimonio culturale".

“Infanzia spensierata? Il caso dei bambini spazzacamino verzaschesi e il lavoro minorile di oggi” è visitabile da martedì a domenica dalle 11 alle 16; previo appuntamento sono possibili visite guidate. Per ulteriori informazioni: museovalverzasca.ch.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarno
5 ore
Originalità e ambizione: la Cultura è in due parole
Direzione dei Servizi, con il bando uscito ieri la Città di Locarno cerca una figura in grado di ridisegnare l’intera struttura
Ticino
7 ore
Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’
A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
7 ore
Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’
La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
8 ore
Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’
Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
8 ore
Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione
Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Luganese
8 ore
Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr
Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
Bellinzonese
8 ore
Pecore moribonde: ‘Chi avrebbe dovuto tutelare la loro salute?’
I Verdi (primo firmatario Marco Noi) interrogano il Consiglio di Stato in merito al gregge abbandonato a se stesso in zona diga del Lucendro
Luganese
13 ore
Usura e migranti: quattro arresti tra il Luganese e Zurigo
Sono sospettati di far parte di un sodalizio internazionale dedito da tempo al trasporto di clandestini provenienti dall’Italia e diretti nel Nord Europa
Locarnese
14 ore
Pedofilo tra Ticino e Thailandia, chiesti 9 anni di carcere
Un 77enne del Sopraceneri è accusato di ripetuti atti sessuali con fanciulli e con persone inette a resistere per fatti compiuti tra il 2000 e il 2021
Bellinzonese
15 ore
Alessandra Genini nuova direttrice di Comundo a Bellinzona
È la principale organizzazione non governativa svizzera di cooperazione allo sviluppo tramite l’interscambio di persone
© Regiopress, All rights reserved