laRegione
g-nther-tschanun-ammazzo-4-colleghi-e-mori-in-ticino
L'ex capo della polizia delle costruzioni di Zurigo Günther Tschanun (Keystone)
Locarnese
11.04.21 - 22:220

Günther Tschanun ammazzò 4 colleghi e morì in Ticino

L'ex capo della polizia delle costruzioni di Zurigo, dopo 14 anni di prigione, cambiò nome e perse la vita in un incidente nel 2015 a Losone

L'ex capo della polizia delle costruzioni di Zurigo Günther Tschanun, che nel 1986 uccise quattro colleghi di lavoro, è morto più di sei anni fa in un incidente di bicicletta in Ticino, dove aveva vissuto sotto un nuovo nome dopo aver scontato la sua lunga condanna. Lo ha scoperto la giornalista di Tamedia Michèle Binswanger dopo laboriose ricerche, la cui prima parte è stata pubblicata oggi dal domenicale "Sonntagszeitung". Due anni fa, durante una visita guidata al museo del crimine, ha saputo che Tschanun era morto in un incidente in bicicletta. In seguito ha richiesto gli atti di esecuzione penale e ha iniziato le ricerche, ha spiegato la stessa Michèle Binswanger al telegiornale della TV svizzerotedesca Srf. Secondo il dossier, Tschanun è morto in un incidente ciclistico il 25 febbraio 2015, sulle rive della Maggia vicino a Losone, a 73 anni. Sul certificato di morte è stato identificato come Claudio Trentinaglia, nome con cui ha vissuto dopo il suo rilascio dalla prigione nel 2000.

Una delle più gravi stragi in Svizzera

Günther Tschanun fu autore di una delle maggiori stragi della storia criminale svizzera. Il 16 aprile del 1986, uccise a colpi d'arma da fuoco quattro colleghi e ne ferì in modo grave un quinto negli uffici dell'amministrazione municipale di Zurigo. All'origine del tragico gesto sarebbe stato il pessimo clima di lavoro dovuto a una serie di ristrutturazioni. Fuggito in Francia, acciuffato dopo tre settimane e rimpatriato, Tschanun è stato condannato in prima istanza nel 1988 a 17 anni di reclusione per omicidio intenzionale plurimo. Nel 1990 la pena è stata aumentata a 20 anni dal Tribunale cantonale, che lo ha giudicato colpevole di assassinio plurimo. Secondo l'atto d'accusa dell'epoca, il giorno della strage Günther Tschanun mise in atto un "piano attentamente meditato per liquidare i suoi antagonisti professionali". Decise di "distruggere coloro che, secondo lui, lo stavano distruggendo". Il tetra-assassino venne rilasciato nel gennaio del 2000, 14 anni dopo il crimine. La sua seconda richiesta di rilascio anticipato fu accolta sulla base di diverse perizie che attestavano che non era a rischio di recidiva.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
6 ore
Aprile? Il più freddo degli ultimi trent'anni
Così, dati alla mano, MeteoSvizzera. Ma a inizio mese abbiamo avuto le prime due giornate estive del 2021
Gallery
Mendrisiotto
8 ore
Novazzano, vitello cade in una valletta. Lo recupera la Spab
Salvato con un elicottero, il giovane bovino è tornato a casa sano e salvo. E si è guadagnato il nome di Icaro
Ticino
9 ore
Sirica: il Plr ha pagato una sua certa arroganza
'Opportuno il ballottaggio a Bellinzona e la nostra è stata una campagna corretta', ribatte il presidente dei liberali radicali Speziali all'omologo socialista
Ticino
9 ore
'Imponimento': 147 persone rinviate a giudizio
'Ndrangheta, le richieste dei pm antimafia di Catanzaro in relazione all'inchiesta dai risvolti svizzeri
Mendrisiotto
9 ore
A Novazzano il 21 maggio si sciopera per il futuro
Anche nel Distretto si aderisce alla manifestazione indetta a livello nazionale per il clima
Mendrisiotto
11 ore
Otto 'testimonial' per i cinque musei d'arte del Distretto
La Rete MAM aderisce a una campagna che racconta di legami d'affetto e con il territorio attraverso la voce di personalità della cultura
Mendrisiotto
12 ore
Genestrerio, si parte con il progetto stradale sulla zona 30
In pubblicazione il dossier che limita la velocità su tre vie interne e sistema il marciapiede. Obiettivo: più sicurezza e tranquillità
Bellinzonese
14 ore
Bellinzona senza partita, Branda confermato sindaco col 60%
Con 9'169 voti contro i 6'024 dello sfidante Gianini, il socialista si aggiudica lo scranno per la terza volta consecutiva: ‘Risultato oltre le aspettative’
Ticino
LIVE
Spoglio concluso, le reazioni - Segui il live de La Regione
Concluso lo spoglio per i ballottaggi. A Bellinzona e Riviera confermati Branda e Pellanda, ribaltone a Lumino. A Vezia si impone Piva, Catarin a Losone
Luganese
14 ore
Novaggio conferma Andrea Pozzi sindaco
All'elezione, lo sfidante Piergiorgio Morandi ottiene 191 voti, il sindaco di quindicina (Spazio libero - per ambiente e socialità) 38 in più
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile