laRegione
24.02.21 - 10:10
Aggiornamento: 25.02.21 - 15:24

Centro balneare, ‘l'albergo all'ex gas-ex macello’

La proposta socialista inoltrata dal Municipio di Locarno con le osservazioni alla variante di Pr Riva Lago, in pubblicazione

centro-balneare-l-albergo-all-ex-gas-ex-macello
La sede della Canottieri, dove sorgerebbe la Marina

“La soluzione più razionale e pragmatica, in grado di permettere un’offerta ricreativo-turistica di qualità che favorirebbe anche il Centro balneare regionale, che non sottragga terreno prezioso alla comunità e sia sostenibile dal punto di vista della natura, dell’ambiente e del paesaggio, è quella di prevedere i contenuti alberghieri nel posto giusto: ovvero nel comparto ex gas-ex macello. Questa è la giusta strada da percorrere per raggiungere uno sviluppo centripeto di qualità e soprattutto per una Locarno migliore in cui vivere”.

È la posizione del Gruppo Territorio e Ambiente della Sezione di Locarno del Partito socialista, che il 24 febbraio ha inoltrato al Municipio le sue osservazioni riguardanti la variante di Piano regolatore Riva Lago, attualmente in pubblicazione. Variante che come noto prevede anche l’edificazione di un albergo in riva al lago, accanto al Cbr, su terreni cittadini attualmente dedicati allo svago e alla ricreazione.

“Nell‘analisi svolta dal gruppo sono state evidenziate molteplici criticità, alcune della quali già peraltro emerse dall’esame dipartimentale cantonale del 2017, che sottolineava l’assenza di una ‘corretta e completa visione d’insieme’ - ricorda il gruppo socialista –; elemento indispensabile per lo sviluppo centripeto di qualità, come richiesto dalle leggi federali e cantonali in materia di pianificazione del territorio”.

Da una parte, comunque, la sezione socialista “loda la sensibilità dimostrata dal Municipio nell’ambito del mandato di studio in parallelo del comparto ex gas-ex macello, situato ad appena 200 metri dal comparto in questione. Riconoscendo l’innegabile qualità del risultato scaturito dalla virtuosa procedura pianificatoria – sostenuta sia dall’esecutivo che dalla stessa Sinistra – in particolare per i contenuti riguardanti il polo tecnologico formativo, l’eco-sostenibilità, le residenze, gli spazi culturali, il centro giovanile, il nido d’infanzia, la casa anziani, gli spazi educativi e multiuso. Senza dimenticare l’elemento più imponente dell’intero comparto, rappresentato dalla torre, che si situa in una posizione strategica rispetto al tessuto urbano e che ricopre un ruolo fondamentale per i suoi contenuti alberghieri e turistici, reputati imprescindibili per il futuro sviluppo di Locarno”.

Dall’altra, invece, vengono appunto criticati i contenuti alberghieri della variante Riva Lago, “i quali, oltre a pregiudicare la sopracitata torre, andrebbero a sottrarre degli spazi verdi e ricreativi tanto cari alla cittadinanza. Oltre a ciò l’albergo attingerebbe a 5'700 m² di superficie utile lorda attualmente previsti per degli spazi espositivi. Le intenzioni del Municipio sono dunque quelle di privarsi di uno dei terreni più pregiati della Città, cedendolo ad un privato e sottraendolo alla popolazione e alle future generazioni”. L’unico elemento positivo della variante, conclude il Gruppo Ambiente e Territorio, “è rappresentato dalla struttura della Marina, che favorirebbe le attività di svago, sportive e ricreative”.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
1 ora
Capanna Cremorasco pronta per la primavera
I lavori di ammodernamento dello stabile del patriziato di Camorino sono quasi terminati. Inaugurazione prevista il 4 giugno
Ticino
6 ore
Patriziati, il Tram dice no alle deleghe di competenze
L’Assemblea patriziale non può delegare decisioni – come sugli investimenti – all’Ufficio patriziale. Respinto il ricorso a Carona. ‘Ma c’è un problema’
Luganese
6 ore
‘Anno sabbatico’ per il giornalino di Carnevale di Tesserete
I festeggiamenti che si terranno dal 23 al 25 febbraio non saranno accompagnati dalla satira. Or Penagin è alla ricerca di nuovi redattori
Ticino
13 ore
Alleanza Lega-Udc: Zali attacca, Marchesi imperturbabile
Alla festa elettorale leghista volano parole roventi. Ma il presidente democentrista replica: ‘Non intendo alimentare sterili polemiche’
Mendrisiotto
14 ore
Il Nebiopoli 2023? ‘Un Carnevale da grandi numeri’
Il presidente Alessandro Gazzani tira le somme di quest‘ultima edizione chiassese. ’Il villaggio è diventato troppo stretto’
Locarnese
16 ore
Per la Stranociada un successo… incontenibile
Organizzatori soddisfatti per le 10mila persone sulle due serate, ma qualcuno lamenta ‘caos organizzativo’ alla risottata della domenica
Ticino
18 ore
Interpellanza sul caso del pianista ucraino sostituito
Ay e Ferrari (Pc) chiedono fra l’altro al governo se ‘simili misure dal sapore censorio non giovino alla credibilità della politica culturale del Cantone’
Locarnese
19 ore
Plr e Verdi Liberali di Gordola: ‘Moltiplicatore fisso all’84%’
Il gruppo in Cc si esprime in vista della seduta di martedì sostenendo il rapporto di maggioranza. Municipio e minoranza propongono un aumento
Bellinzonese
21 ore
Gara dei parlamentari: vincono Buri e Ghisla
Il tradizionale slalom dei granconsiglieri si è svolto ieri a Campo Blenio
Locarnese
1 gior
Grave incidente ad Avegno, un motociclista rischia la vita
Un 56enne del Locarnese ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro lo spartitraffico riportando gravi ferite
© Regiopress, All rights reserved