laRegione
laR
 
16.02.21 - 06:00
Aggiornamento: 12:13

Candidato-debitore a Locarno, implicazioni e rischi

Il presidente del Ppd cantonale Fiorenzo Dadò sul caso di Alberto Akai, in lista per il Municipio della Città

candidato-debitore-a-locarno-implicazioni-e-rischi
Il presidente del Ppd cantonale Fiorenzo Dadò (Ti-Press)

Rischi e implicazioni del caso del candidato-debitore a Locarno. Alberto Akai, presidente della sezione Ppd cittadina, è in corsa per il Municipio. Come abbiamo riferito nell'edizione di sabato, Akai, per passate vicissitudini nella sua professione d'esercente, si ritrova sulle spalle un debito di oltre 150mila franchi nei confronti della Città. Per diversi mesi non era riuscito a pagare l'affitto del ristorante Debarcadero (che è una proprietà dell'ente pubblico). “Sono solo scivolato per eccesso d'ingenuità – aveva spiegato nell'intervista –. Sottolineo che appena ho potuto ho imbastito un piano di rientro, che sto onorando passo dopo passo, a fatica, ma a testa alta”. Va detto che Akai ha versato oneri sociali e stipendi dei dipendenti. Di più: il suo casellario giudiziale è pulito.

Restano tuttavia alcune questioni di opportunità e d'immagine. Gli elettori sono chiamati a dargli fiducia e a eleggerlo ai vertici della Città a cui lui deve dei soldi. Saranno pronti a farlo? E la sezione Ppd, conoscendo tutti i dettagli del caso, ha fatto bene a metterlo in lista?

Abbiamo sottoposto il tema al presidente cantonale Fiorenzo Dadò. «La prima cosa che posso dire è che Akai è stato trasparente, e questo è un aspetto della massima importanza. Direi essenziale. Nella sua intervista, che non era comoda, ha risposto in modo chiaro ed esauriente, dicendosi pure disposto a rinunciare a eventuali emolumenti da municipale per risanare il debito. Chi gestisce un'attività economica, si sa, può incappare in disavventure come la sua, e non si può condannare tout court e per sempre».

La candidatura di Akai, aggiunge l'intervistato – è stata una scelta della sezione di Locarno, in piena consapevolezza. «Il suo nome ha superato anche lo scoglio democratico della “primarie”, raccogliendo un numero sufficiente di voti. L'ultimo giudizio, comunque, appartiene giustamente agli elettori, che si esprimeranno nel segreto dell'urna. Saranno loro a decidere se dargli fiducia».

È comunque un rischio, non solo per il candidato, ma per l'intera sezione. «Sicuramente è un'incognita. In qualità di presidente cantonale avevo segnalato alla sezione queste problematiche, chiedendo di eseguire tutte le verifiche del caso e di valutare con attenzione anche la questione dell'opportunità. Ovviamente la sezione ha poi deciso in modo autonomo».

Dadò, in conclusione, ricorda che «quello di Akai non è né il primo né l'ultimo caso. Ce ne sono stati diversi in passato, anche con debiti e situazioni ben peggiori della sua». Casi “trasversali” ai diversi partiti e che, quando si sono presentati, hanno generato quesiti e ampi dibattiti. Poi il giudizio finale è spettato sempre al cittadino elettore. 

Leggi anche:

Candidato e debitore verso la Città. Il ‘caso Akai’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
7 min
Hildebrand, il dottor Paolo Rossi nominato co-primario
Lo ha nominato il Consiglio di Fondazione della Clinica riabilitativa brissaghese.Affianca il dottor Ruggieri, che nel 2024 raggiungerà il pensionamento
Grigioni
29 min
Monticelli rinuncia alla sfida, Giudicetti sindaco di Lostallo
Il miglior eletto nell’elezione del Municipio non si è messo a disposizione per la carica, che resta quindi all’uscente in sella dal 1993
Bellinzonese
59 min
Anche a Campra si scia: piste aperte da giovedì 8
Gli appassionati dello sci di fondo potranno utilizzare 15 chilometri di percorsi blu e rossi
Bellinzonese
1 ora
Restaurato l’orologio della chiesa parrocchiale di Biasca
I lavori si sono conclusi recentemente e sono costati circa 16mila franchi. Una cifra che è stata completamente coperta grazie alle offerte pervenute
Mendrisiotto
1 ora
I treni Intercity devono fermarsi anche nel Mendrisiotto
Il Consiglio degli Stati ha approvato tacitamente una mozione del Nazionale per l’inserimento della regione nella rete dei treni a lunga percorrenza
Locarnese
2 ore
Locarno-Timisoara, fra i nativi digitali l’amicizia è concreta
Tappa romena del gemellaggio fra classi di informatici, nato nell’ambito del progetto ‘La scuola al centro del villaggio’ promosso dal Cpt/Spai
Mendrisiotto
2 ore
Niente rapporto sui Preventivi a Mendrisio. E il Cc slitta
Annullata la seduta del legislativo, prevista per il 12 dicembre. La proroga chiesta dal primo cittadino non è stata concessa dagli Enti locali
Locarnese
2 ore
Terre di Pedemonte, un servizio doposcuola da approfondire
Un’interpellanza del Gruppo LiSA invita il Municipio a chinarsi sul tema. L’idea ‘caldeggiata’ dall’Assemblea dei genitori
Mendrisiotto
5 ore
Da officina a postribolo: a Balerna fa discutere una richiesta
Alla domanda per cambio di destinazione d’uso, sono già state presentate delle opposizioni. Un residente: ‘Non è coerente con lo sviluppo del quartiere’
Ticino
14 ore
‘I detenuti con misure terapeutiche vanno adeguatamente seguiti’
La richiesta al governo delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’ è ora nero su bianco. La mozione firmata da tutti i gruppi parlamentari
© Regiopress, All rights reserved