laRegione
28.12.20 - 15:58
Aggiornamento: 20:49

Provincia Vco, pesante il bilancio dell'ultima alluvione

Il maltempo di inizio ottobre ha causato danni per 60 milioni di euro, senza contare le spese a carico di famiglie, aziende e agricoltori

di Marco Marelli
provincia-vco-pesante-il-bilancio-dell-ultima-alluvione
Foto Ti-Press

Ammontano a 59 milioni e 771’473 euro i danni a infrastrutture e immobili pubblici causati nella Provincia del Verbano-Cusio-Ossola dall’alluvione del 2 e 3 ottobre scorso. L’elenco delle opere danneggiate con relativi riscontri tecnici e rilievi fotografici in questi giorni è stato inviato dall’amministrazione provinciale di Verbania a Regione Piemonte. “Un bilancio pesante che non include i danni a carico di privati, famiglie, aziende e agricoltori” sottolinea Arturo Lincio, presidente della Provincia del Vco. Il mese scorso con la dichiarazione di stato di emergenza per il Piemonte, duramente colpito dalle esondazioni di inizio ottobre, dal governo erano stati stanziati 15 milioni per gli interventi di somma urgenza. Uno stanziamento da più parti ritenuto insufficiente, anche se solo per il pronto intervento, a fronte di danni davvero ingenti causati da una giornata e mezza di frane, piene e straripamenti nelle province di Cuneo, Biella, Vercelli, Novara e Vco. La stima era stata di un miliardo. Con l’approvazione della Legge di bilancio è in arrivo lo stanziamento considerato non a torto insufficiente per accontentare tutti. Il parlamentare ossolano Enrico Borghi (Pd) ha assicurato che si tratta di una prima tranche per far fronte alle richieste che nei prossimi mesi dalle giunte regionali perverranno al Dipartimento nazionale di Protezione civile.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
3 ore
‘Una possibilità’ è quella che vedrà la luce a Solduno
IIl gruppo interdisciplinare capitanato dallo studio Lopes Brenna di Chiasso ha vinto il concorso per ristrutturazione e ampliamento delle Scuole comunali
Gallery
Bellinzonese
3 ore
Incidente con ferimento sul viadotto del Ceneri. Disagi sulla A2
Il sinistro si è verificato poco dopo la galleria, sull’asse di percorrenza sud-nord, provocando la momentanea chiusura della corsia di destra
Luganese
4 ore
Piscina di Carona, snellito il progetto di rilancio
Abbattuti i costi, razionalizzato l’intervento ma restano l’intenzione dell’autorità di rivalutare il comparto e le perplessità dei critici
Ticino
7 ore
Parità per l’età Avs? ‘Allora parità in tutti gli ambiti’
Secondo i contrari alla riforma avallata per pochi voti, ora è ancora più urgente combattere le disuguaglianze di genere. ‘Il no del Ticino è un segnale’
Ticino
7 ore
Giovani nei partiti, tra ‘buone alleanze’ e ‘spine nel fianco’
Parola ai responsabili dei movimenti politici giovanili: i temi, i rapporti con gli schieramenti di riferimento, come intercettano le nuove generazioni
Bellinzonese
7 ore
Val d’Ambra 2, Pro Natura ribadisce il proprio ‘niet’
L’associazione ambientalista sempre contraria a un secondo bacino in Bassa Leventina, rispolverato da alcuni parlamentari vista la penuria energetica
Locarnese
7 ore
Hotel Arcadia, ‘il malessere è reale’: cade la Direzione
Confermato dall’audit dell’Ispettorato del lavoro il profondo disagio in albergo per i metodi di conduzione. Inevitabili i provvedimenti della casa madre
Luganese
16 ore
50 anni di Fondazione Ipt, 50 anni di aiuto nel lavoro
Domani all’Hotel Splendide Royal di Lugano un evento. Il direttore di Ipt Ticino Marco Romano: ‘Importante opportunità di networking’.
Locarnese
16 ore
Lupi in Rovana, si teme ‘seguano’ le prede al piano
Incontro a Bellinzona tra mondo agricolo, istituzioni locali, Associazione contro i grandi predatori e Cantone per cercare possibili soluzioni al problema
Luganese
17 ore
Lugano, all’ex asilo Ciani arriva il festival Satori
La manifestazione del benessere olistico ‘slegata dalla pura vendita’ e a chilometro zero propone una due giorni con terapisti e prodotti ticinesi
© Regiopress, All rights reserved