laRegione
24.11.20 - 16:13
Aggiornamento: 25.11.20 - 14:35

Magadino, l’Apm non ne vuole sapere della pista più lunga

L'Associazione, riunita in assemblea, ha ribadito che si opporrà, con ogni mezzo legale, all'aggiornamento delle infrastrutture aeroportuali

magadino-l-apm-non-ne-vuole-sapere-della-pista-piu-lunga

L'Associazione per un Piano di Magadino (APM) è pronta a dare battaglia, fino all'ultimo, al previsto allungamento della pista dell'Aeroporto cantonale di Locarno-Magadino. Lo ha ribadito, se ancora ce ne fosse stato bisogno, in occasione dell'assemblea “virtuale” dello scorso 19 novembre. Tra i vari temi sul tavolo, vi era proprio anche la discussione sul tema. L'APM, lo ricordiamo, ha inoltrato, nel gennaio scorso, un’opposizione all'Ufficio Federale per l'Aviazione Civile. L'istanza mette in evidenza la grossa fonte di disturbo fonico che l'attività dell'aeroporto ha per l'intera regione del Piano.“Questa attività, senza rispetto di regole e di orari, non persegue in nessun caso né un interesse pubblico né per i turisti attratti dal territorio del Parco del Piano di Magadino alla ricerca di un po’ di pace e tranquillità” –rileva l'APM.  La stessa ribadisce  di essere fermamente intenzionata, assieme alle altre associazioni ambientaliste, a contrastare con ogni mezzo legale possibile l'allungamento della pista come proposta dal Cantone. “Infatti –si legge ancora nel comunicato inviato ai media – se già l'aeroporto di Agno è fallito, ed è ora in fase di privatizzazione, non si capisce perché il Cantone debba ancora sostenere e finanziare l'ampliamento di quello di Magadino. Forse non si è ancora capito che con la crisi climatica e la pandemia i tempi, anche per l'aviazione, sono cambiati”.
Altro tema dibattuto in assemblea è stata l'iniziativa “Spazi verdi per i nostri figli”, le cui firme sono state consegnate ben sei anni fa e che continua a “dormire” presso la Commissione della Pianificazione del Gran Consiglio. La recente informazione che la Commissione avrebbe pronto una proposta alternativa da sottoporre tranquillizza l'APM, ma in ogni caso, vista la tempistica, “vale la citazione: la tattica di lasciar passare il tempo senza far niente è un affronto alla democrazia!”

‘Sovranità alimentare ai tempi della pandemia’   

Ai lavori assembleari ha fatto seguito una conferenza dibattito sulla 'Sovranità alimentare ai tempi della pandemia' (relatori Lea Ferrari e Giovanni Berardi). I due hanno ricordato che il Gran Consiglio ha recentemente accettato l'introduzione nella Costituzione cantonale di un articolo riguardante proprio questo tema. Questa modifica costituzionale, la prima a livello svizzero, deve però ancora essere avvallata dai cittadini in votazione popolare, per cui l'auspicio dei relatori è che vi sia un ampio dibattito anche alla luce di quanto stiamo vivendo in questo periodo di pandemia, dove i prodotti alimentari locali sono molto ricercati dalla popolazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Ticino Manufacturing lascia Tisin e si adegua al salario minimo
L’associazione annuncia di aver sciolto il contratto con il ‘sindacato’ e di aver ritirato il ricorso contro la decisione dell’Ispettorato del lavoro
Locarnese
3 ore
Troppi supermercati e troppo traffico in quel di Losone?
Attraverso un’interpellanza Mario Tramèr (il Centro) chiede al Municipio se e come potrebbe il Comune limitare l’insediamento di nuove attività simili
Ticino
5 ore
Caccia alta, sei persone denunciate per gravi infrazioni
Il Dipartimento del Territorio rende noti i dati sulla stagione appena conclusa. Abbattuti più cervi rispetto al 2021, meno cinghiali e camosci
Luganese
5 ore
Direttore arrestato: ‘Si crei uno sportello per genitori’
Per la Conferenza cantonale dei genitori è importante che si riduca il rischio di situazioni simili. Contrastanti, intanto, le reazioni dei genitori.
Ticino
8 ore
Crisi energetica e telelavoro, Ocst: ‘Vigili sì, preoccupati no’
Dal sindacato cristiano sociale un webinar informativo. Isabella: ‘Non c’è giurisprudenza, partenariato importante’. Alari: ’Le spese preoccupano’
Ticino
8 ore
Sicurezza e prevenzione: gli occhi e le orecchie del Gpn
Gestione della minaccia: ruolo e missione del gruppo di specialisti della Polizia cantonale. Al quale il governo vuole ora dare una chiara base legale
Luganese
15 ore
Lugano: in arrivo Expo Ticinotour, grande fiera vintage
L’evento è in programma sabato 1° ottobre al Padiglione Conza: oltre 120 espositori, food-truck, bar, sala giochi, veicoli d’epoca e molto altro
Ticino
18 ore
‘Non si aggiungano ulteriori materie di studio al Liceo’
Tra ‘grandi scetticismi’ e ‘totale concordanza’, il Cantone risponde alla consultazione federale in merito alla Revisione dell’Ordinanza sulla maturità
Luganese
18 ore
Lugano, da Radio Rsi a Città della Musica con 21 milioni
Licenziato il messaggio municipale per l’acquisto dello storico stabile di Besso. Un’operazione che, spiega Badaracco, genererà 55 milioni di investimenti
Gallery
Grigioni
19 ore
A lezione d’integrazione sui banchi di Roveredo
Da lunedì tredici adolescenti fuggiti dall’Ucraina hanno iniziato a districarsi fra matematica e italiano nel padiglione 1 della Casa di cura Immacolata
© Regiopress, All rights reserved