laRegione
losone-quarantena-e-dietrofront-le-famiglie-hanno-capito
Locarnese
23.09.20 - 17:560
Aggiornamento : 19:30

Losone, quarantena e dietrofront: ‘Le famiglie hanno capito’

Alle Medie, dove per una questione di tempistica è rientrato il ‘caso’ legato a una positività, il direttore ha fatto informazione

Niente quarantena per la classe di quarta media messa in “allarme” a Losone in seguito al caso di un ragazzo trovato positivo al Covid-19. Il “restate a casa” pronunciato martedì sera dalle autorità è infatti stato revocato a stretto giro di posta, così agli allievi e alle loro famiglie è stato comunicato che tutto tornava alla normalità, lezioni in presenza comprese. All'origine del rapidissimo dietrofront c‘è un malinteso sulla tempistica della gita di classe durante la quale - si supponeva - il giovane avrebbe potuto contagiare i compagni. In realtà la gita si era tenuta prima rispetto a quanto l'Ufficio del medico cantonale era stato indotto a credere.

La decisione di procedere con una quarantena di classe, ha sottolineato ieri il Dipartimento educazione, cultura e sport in una nota che ha rimesso ordine in tutta la questione, era stata presa “a titolo precauzionale, sulla scorta dell’informazione ricevuta relativa ad una gita di classe con pernottamento svolta nei giorni in cui i contatti stretti dell’allievo positivo erano da ritenere a rischio di contagio”. Ma su questo scambio di informazioni vi era stato un malinteso: il ragazzo era sintomatico dal venerdì della settimana scorsa, “mentre l’uscita della classe con pernottamento non si è in realtà svolta nei giorni immediatamente precedenti, ma una settimana prima”. Siccome la quarantena di classe è prevista “in caso di positività di almeno due allievi” e siccome non è attualmente questo il caso, si è provveduto alla revoca della misura. “Nella classe in questione – ha concluso il Decs – altri ragazzi erano però assenti da scuola negli scorsi giorni e sono pertanto stati invitati a valutare con il proprio medico l’effettuazione del test diagnostico”.

‘Misure da non vivere negativamente’

Come la situazione sia stata gestita nell'istituto losonese lo spiega, contattato dalla “Regione”, il direttore Bixio Mainardi: «Direi tranquillamente. Anche le famiglie hanno capito perfettamente che era un momento di tensione. Agli allievi stamattina ho spiegato che con questa pandemia purtroppo dobbiamo convivere, e che prima o poi qualche quarantena verosimilmente arriverà. È importante però che misure simili vengano vissute non in modo negativo, perché si tratta di necessarie forme di controllo per circoscrivere eventuali focolai».

E i complimenti a Mainardi e al suo istituto scolastico arrivano anche dalla capo Sezione dell'insegnamento medio, Tiziana Zaninelli: «Nel caso specifico è stato fatto esattamente ciò che andava fatto. D'altra parte le Direzioni sono preparate ad eventi di questo tipo, in un contesto in cui è importante essere il più comunicativi possibile». Zaninelli dice inoltre di constatare «un'ottima collaborazione da parte delle famiglie e dei direttori, i quali nel loro primo collegio hanno incontrato il medico cantonale e la sua collaboratrice e sono pertanto pronti ad organizzare tutto quanto è necessario per affrontare situazioni di questo genere».

TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
1 ora
Capanna Gorda verso l'ampliamento
Il Comune di Blenio intende contribuire con 200mila franchi. Parallelamente avanzano i preparativi per l'osservatorio astronomico
Luganese
5 ore
Vico Morcote, 'si istituisca il Consiglio comunale'
Ecco l'esito del sondaggio: l'80% dei votanti vuole abbandonare l'Assemblea. A dicembre la decisione definitiva in seduta ordinaria
Grafici
Ticino
6 ore
Coronavirus, in Ticino 257 nuove infezioni e un decesso
Nelle ultime 24 ore 10 persone hanno dovuto essere ricoverate a causa del Covid-19
Ticino
10 ore
‘Nuove misure contro il Covid? Attenzione all’impatto psicologico’
Tra stanchezza pandemica e contagi in aumento, lo psichiatra Michele Mattia: ‘Responsabilità civile importante, ma si tenga conto della psiche delle persone’
Bellinzonese
10 ore
Aggregazione Bassa Leventina: si vota nei Cc a febbraio
Avanza il progetto a quattro, nonostante la contrarietà di Pollegio. Ne abbiamo parlato con il sindaco: 'Non porterebbe un valore aggiunto'
Luganese
10 ore
Colpo da 3 milioni e sequestro, mezza banda in aula a Lugano
Alla vigilia del processo per la rapina al portavalori di Monteggio emerge la somma sottratta nel luglio 2019. All'appello mancano tre dei sei malviventi
Locarnese
10 ore
Tegna, tra Comune e Parrocchia una convenzione del 1811
I rapporti fra le due istituzioni non sono dei più idilliaci. Si attende il rinnovo dell'accordo tra le parti, che, due anni fa, il legislatio non approvò
Ticino
20 ore
Cassa pensioni cantonale, i 500 milioni sono 'imprescindibili'
Daniele Rotanzi (direttore dell'Ipct): la sostenibilità finanziaria futura dell'istituto dipende anche dall'approvazione del parlamento del mezzo miliardo
Luganese
21 ore
Deposito Arl di Viganello, il Municipio: 'Sì alla tutela'
Esecutivo favorevole a una modifica pianificatoria per la salvaguardia dello storico stabile, ma con possibilità edificatorie attorno e in altezza
Ticino
22 ore
Radar un po' per tutti, ma soprattutto per il Luganese
Ecco i controlli di velocità previsti in Ticino tra il 26 ottobre e il 1° novembre 2020
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile