laRegione
elezioni-locarno-c-e-chi-dice-no-e-chi-ci-pensa-su
Sirica (Ti-Press)
Locarnese
16.09.20 - 12:020

Elezioni Locarno, c'è chi dice ‘no’ e chi ci pensa su

Fabrizio Sirica (Ps) non sarà in corsa ad aprile. Giudici (Plr) non scioglie le riserve per subentrare a Salvioni

Si sta animando il panorama elettorale di Locarno in vista delle elezioni comunali dell'aprile 2021.

Dal campo del Partito socialista (Ps), Fabrizio Sirica preannuncia (e lo confermerà giovedì sera all'assemblea che si terrà, a partire dalle 18.15 nella sede in Piazza dei Riformati 1) che non ha intenzione di candidarsi per il Municipio. Ricordiamo che il suo nome appariva nelle liste per l'Esecutivo lo scorso aprile (elezioni poi rimandate a causa del coronavirus).

Sirica rinuncia a mettersi in lista per il Municipio

Il motivo che ha spinto il co-presidente cantonale e gran consigliere socialista a optare per la rinuncia? «Il rinnovamento, a mio avviso, non è solo una questione legata all'età: è anche dare la possibilità ad altre persone di svolgere incarichi pubblici a favore della collettività. Da parte mia, non ho intenzione di collezionare cariche. Ma c'è dell'altro. Oggi Locarno ha un Municipio composto da sette uomini: ritengo che il ruolo femminile vada promosso».

Prematuro per ora fare ipotesi su chi lo sostituirà in lista: «Verosimilmente potrebbero esserci diversi cambiamenti». Non resta che attendere l'esito dell'assemblea di giovedì: all'ordine del giorno figura pure il rinnovo del comitato e della presidenza del Ps cittadino.

In casa Plr i giochi per il ‘dopo Salvioni’ non sono ancora fatti

Sul fronte del Partito liberale radicale (Plr) cittadino è attesa domani, giovedì, la conferma delle dimissioni del municipale Niccolò Salvioni, che già prima dello scorso aprile aveva deciso di non ripresentarsi per un rinnovo della carica. La sua rinuncia dovrà superare lo scoglio del Municipio e del Consiglio di Stato. In seguito diverrà di stretta attualità la nomina del suo subentrante. Il primo della lista, come abbiamo anticipato la scorsa settimana, è Andrea Giudici, che tuttavia sta ancora riflettendo sul da farsi: «Conformemente a quanto previsto dalla legge notificherò la mia decisione, libera da qualsivoglia condizionamento personale, dopo che il Municipio avrà ricevuto e accettato le dimissioni di Salvioni», afferma.

E aggiunge: «È un fatto che l’attuale situazione è originata esclusivamente dalle dimissioni del municipale Salvioni e non da altro. È pure un fatto che né Salvioni né il sottoscritto si sono candidati nella lista del Plr o in qualsiasi altra lista in vista del voto dello scorso aprile».

Infine, sui suoi rapporti con il resto della sezione Plr di Locarno: «Non ho e non ho mai avuto alcun dissidio. È vero invece che mi sono espresso pubblicamente, e anche in Gran Consiglio, in dissenso dalla linea del Plr cantonale su alcuni temi specifici. Unico fra i Plr in Gran Consiglio ho votato contro la riforma “la scuola che verrà” e la proposta sperimentazione, poi respinta nettamente in votazione popolare dai ticinesi, compresi molti liberali radicali. Così sono pure contrario alla libera circolazione, l’ho espresso pubblicamente come altri liberali radicali, tra cui Franco Celio. Se da queste prese di posizione si possa dedurre una mia pretesa “estraneità a qualsiasi progetto liberale radicale” lascio al lettore il giudizio».

 

Guarda le 2 immagini
TOP NEWS Cantone
Ticino
2 ore
Uno studio sui salari ticinesi, i più bassi in Svizzera
Un'analisi dell'Ustat aiuta a capire chi è più vulnerabile e come è cambiata la situazione nell'ultimo decennio
Gallery (9 foto)
Locarnese
4 ore
Losone a caccia delle opere 'perdute' di Otto Wyler
L'artista ebreo visse nella località locarnese dal 1940 al 1946. Il Comune è alla ricerca dei suoi lavori, conservati nelle case (o nelle soffitte)
Mendrisiotto
8 ore
I corsi d'acqua momò tornano a 'vivere'
Due milioni e mezzo per rinaturare il Müfeta a Morbio Inferiore. Nel Mendrisiotto è in atto un 'cambio di rotta'
Bellinzonese
8 ore
Morobbia Trail, nuovo percorso per gli appassionati del genere
Un gruppo di amici si è rimboccato le maniche pulendo un sentiero in disuso e organizzando una gara per professionisti e una popolare previste nel 2021
Bellinzonese
13 ore
I campeggi del Bellinzonese resistono al Covid
L’estate soleggiata ha permesso di registrare una buona affluenza. Da considerare perso il periodo primaverile del lockdown
Ticino
13 ore
Ex funzionario Dss, Dadò rilancia: ‘Audit esterno indipendente’
Dopo la bocciatura della proposta di commissione d'inchiesta il presidente del Ppd torna alla carica con una mozione. E sul dibattito è polemica col Plr
Ticino
13 ore
Mezzi pubblici sovraffollati, un problema per gli studenti
Il Sisa chiede 'di introdurre corse supplementari verso i principali centri formativi del cantone'
Ticino
1 gior
Radar, settimana prossima ce n'è per tutti
Ecco le località dove sono previsti i controlli di velocità da lunedì 28 settembre a domenica 4 ottobre.
Luganese
1 gior
Gentilino: se il pirata della strada è... un poliziotto
Un agente della Polizia cantonale, incappato in un radar in Collina d'Oro l'anno scorso durante il servizio, sarà giudicato alle Assise correzionali
Ticino
1 gior
I cinque pp chiedono gli atti e di essere sentiti
I magistrati sono però ancora in attesa di una risposta dal Consiglio della magistratura e dalla commissione parlamentare
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile