laRegione
19.06.20 - 11:52

Ferrovia, in Gambarogno un 'surplus' di 27 milioni

Il bilancio, ampiamente in attivo per il Comune, del potenziamento dell'infrastruttura fra Cadenazzo e Ranzo/Sant'Abbondio

ferrovia-in-gambarogno-un-surplus-di-27-milioni

Opere aggiuntive per 27 milioni di franchi vanno all'attivo del "conto" di chiusura del potenziamento dell'infrastruttura ferroviaria lungo la linea del Gambarogno (tratta Cadenazzo-Ranzo/Sant'Abbondio). Lo rileva il Municipio del Comune di sponda sinistra ricordando gli antefatti del positivo bilancio finale.

Gli interventi di potenziamento, viene ricordato, hanno permesso la costruzione di un secondo binario tra Contone e Quartino, il prolungo del secondo binario alla stazione di Magadino, la sostituzione degli impianti di sicurezza in tutte le stazioni ora integrate nel sistema di telegestione del Centro di esercizio Sud di Pollegio, l’edificazione di un nuovo stabile di tecnica ferroviaria a Magadino, nonché la sostituzione e il potenziamento della linea di contatto elettrica.

L'esecutivo gambarognese ricorda che quando il 1° luglio 2016 il Dipartimento federale dell’ambiente (Datec) aveva approvato il progetto di sviluppo dell’infrastruttura ferroviaria del Gambarogno, aveva imposto alle Ffs "solo una parte delle richieste formulate dal Comune in fase di pubblicazione. Queste miravano a migliorare la sicurezza del trasporto merci, a ridurne l’impatto per la popolazione e rispettivamente ad ottenere delle misure di compensazione atte a mitigare le conseguenze del potenziamento". Visto che le richieste del Comune erano state disattese, il 31 agosto 2016 il Municipio aveva inoltrato ricorso al Tribunale amministrativo federale. "Dopo un’estenuante trattativa svolta dal Municipio con l’Ufficio federale dei trasporti e le Ffs, si è giunti ad un accordo in sintonia con le richieste iniziali del Comune, che ha permesso, il 22 febbraio 2017, il ritiro del ricorso".

A consutivo delle opere a favore del Comune scaturite dall'accordo, ad inizio maggio, le Ffs hanno ricordato l'entità delle stesse. Parliamo di una nuova passerella ciclopedonale sul riale Trodo a Cadepezzo; del rifacimento del sottopasso in via Vairano a San Nazzaro; della sistemazione delle rampe di accesso est e ovest alla stazione di Magadino-Vira, con realizzazione di un nuovo posteggio con nove stalli e di un camminamento pedonale; e della ristrutturazione e con ampliamento dell’EcoCentro alla stazione di San Nazzaro.

"Oltre a ciò, in corso d’opera e su richiesta del Municipio, sono pure stati realizzati da Ffs l'allargamento del calibro stradale dal sottopasso di San Nazzaro fino alla Chiesa parrocchiale; nonché correzioni e migliorie su diverse strade comunali a ridosso della linea ferroviaria, con allargamenti, posa di guardrail, drenaggi e aiuole. il tutto per un investimento complessivo di 4,37 milioni di franchi", nota il Municipio. A queste opere se ne aggiungeranno altre nei prossimi anni "con precisi obblighi già assunti e sottoscritti"; ovvero il sottopasso in zona Monda a Contone, comprensivo di pista ciclabile, per 15,4 milioni, e la realizzazione di una lunga serie di interventi riguardanti i pericoli naturali, da realizzare a monte della linea ferroviaria e stimati 7,4 milioni di franchi. 

Considerando che "la gestione dei cantieri è stata complessa e problematica, con disagi e limitazioni per gli utenti del Gambarogno", l'esecutivo gambarognese riconosce in conclusione che "il lungo braccio di ferro intrapreso fra le autorità comunali, Ffs e Ufficio federale dei trasporti ha comunque permesso di ottenere, fra opere realizzate e da realizzarsi, indennizzi pari a 27,1 milioni di franchi".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
3 ore
Lugano agevola l’accesso alla cultura ai 18enni
Il pass per i giovani è stato accolto dal Consiglio comunale che ha dato luce verde al concorso per il piazzale ex Scuole (senza mercato)
Luganese
6 ore
In Appello i tre ventenni accusati di stupro di una coetanea
Sono comparsi alla sbarra i due fratelli e l’amico, tutti già condannati, che nel 2021 hanno approfittato di una ragazza: secondo loro era consenziente
Ticino
7 ore
La fiducia dei consumatori è bassa, ma gli acquisti non calano
È il dato, per certi versi sorprendente, che emerge dai dati della Seco. Stephani (Ustat): ‘Più preoccupazione per i rincari che per la disoccupazione’
Bellinzonese
7 ore
Raccolta di beni di prima necessità per la Turchia
La merce si potrà portare all’ingresso dell’Espocentro da domani a mezzogiorno. I primi furgoni partiranno già giovedì
Locarnese
9 ore
La formazione dei docenti in Ticino compie 150 anni
Nel 2023 l’anniversario dell’istituzione della Scuola magistrale, oggi Dipartimento formazione e apprendimento, verrà sottolineato con diverse iniziative
Bellinzonese
9 ore
Ospedali di valle, ‘De Rosa sapeva delle pressioni?’
Interpellanza Mps al governo sui rapporti intercorsi fra il primo firmatario Martinoli e i vertici del Dss coinvolti nel gruppo di lavoro
Locarnese
9 ore
L’Osteria Palazign nelle mani del Patriziato di Comologno
Grazie all’interessamento e all’aiuto (anche) del Cantone presto l’acquisto dell’immobile, che con Palazzo Gamboni costituisce un tutt’uno
Locarnese
10 ore
Ronco s/Ascona, il ‘Comune sano’ può proseguire
Accolto dal legislativo il credito per l’ulteriore fase del progetto; archiviati i conti preventivi, come pure tutte le trattande all’ordine del giorno
Mendrisiotto
11 ore
Spaccio di cocaina, un arresto nel Mendrisiotto
Un 46enne della regione è finito in manette nell’ambito di un’inchiesta svolta con i servizi antidroga delle polizie di Mendrisio, Chiasso e Stabio
Mendrisiotto
13 ore
Trasporto di 712 grammi di eroina, l’incarto torna al Ministero
La droga è stata intercettata a Coldrerio. La Corte delle Assise criminali non ha approvato l’atto d’accusa emesso nei confronti di un 49enne svizzero
© Regiopress, All rights reserved