laRegione
locarno-si-a-un-consiglio-comunale-dei-giovani
Ti-Press
Locarnese
21.03.19 - 07:000

Locarno, sì a un 'consiglio comunale' dei giovani

Ieri sera il primo incontro voluto dal sindaco Alain Scherrer. Molti gli spunti emersi: dagli spazi autogestiti alla sostenibilità ambientale

“Sotto i portici dopo le otto di sera sembra una città fantasma”. “Manca una discoteca”. Sono alcune delle considerazioni espresse dai giovani che ieri sera hanno partecipato all’incontro voluto dal sindaco di Locarno Alain Scherrer per ascoltare i bisogni, le proposte e le critiche delle nuove generazioni.
Ad alcuni lettori potrà sembrare un déjà vu: “Frasi già sentite ciclicamente”, verrebbe da dire. Sbagliato. I ragazzi e le ragazze hanno dimostrato sensibilità sconosciute agli under-20 che li hanno preceduti. Sui temi dell’ambiente, ad esempio. Ma andiamo con ordine.
Nella sala della Sopracenerina si sono presentati una ventina tra ragazzi e ragazze. «Non pochi – ha evidenziato Marcello Fusetti, conduttore della nota trasmissione Albachiara di Rete Uno della Rsi, che ha affiancato il coetaneo Scherrer – perché non eravate obbligati. Avete accolto l’invito spontaneamente».
I ragazzi hanno subito rotto il ghiaccio. «Locarno è una bella città e ci vivo bene», afferma un liceale tra i cenni d’assenso dei coetanei. «Fuori stagione però è un po’ spenta, salvo durante Locarno On Ice o altri eventi. Mio padre mi racconta che una volta c’erano tre discoteche. Ora le uniche sono sul Piano e non tutti hanno l’auto». Alain Scherrer ha sottolineato che «queste sono scelte che dipendono dai privati. Il Comune può comunque creare le condizioni per favorire eventuali investimenti». Ha poi ricordato che vi sono tutta una serie di manifestazioni oltre a quelle citate: la Notte Bianca, Luci e Ombre eccetera. «Attualmente un ritrovo cittadino ben frequentato è il Caffè al Borgo. Ma manca uno spazio tutto per noi, che non sia commerciale», dice una giovane.


Autogestione 2.0


Quella dell’autogestione è un’esigenza ricorrente, ma per i nati dopo il 2000 non ha i connotati politici che ancora a inizio millennio una parte della gioventù locarnese reclamava con l’occupazione dell’ex Macello. «Ci sono numerose gruppi musicali in cerca di uno spazio in cui provare ed esibirsi», afferma un’altra ragazza. «Questo luogo non deve diventare una sorta di bar, ma qualcosa di vivo». «Magari abbinato a un campetto di calcio del tipo di quelli che si vedono nei quartieri delle grandi città», le fa eco un amico. «Chiuso ai lati come una sorta di box e con un fondo sintetico non richiederebbe un grande investimento né troppo spazio». Diversi vedono nella Rotonda un’area pubblica poco sfruttata. Altre idee: realizzare orti botanici; aumentare gli stalli per biciclette in Piazza Grande; istituire nuove zone a 30 chilometri orari. I giovani locarnesi intervenuti ieri chiedono in particolare «meno automobili in circolazione». E per primi danno l’esempio: «Non ha senso che ci siano 3-4 auto per famiglia». Entusiasti del programma bike-sharing lanciato da Locarno e allargatosi ai Comuni vicini, spingono per incrementare le ciclopiste. Si può dire che fa ormai parte del Dna di molti giovani la sensibilità verso lo sviluppo sostenibile e contro il cambiamento climatico. «Quando devo gettare qualcosa mi piacerebbe trovare cestini con la raccolta separata, essendo abituato a farla a casa», spiega con naturalezza un apprendista. Al sindaco preme che l’incontro di ieri rappresenti il primo passo di un «dialogo costruttivo e duraturo, attraverso l’istituzione di un Consiglio comunale dei giovani. I ragazzi si sono detti favorevoli e presto verrà creato un punto di riferimento sui social media.

I giovani hanno designato al loro interno alcuni portavoce che nei prossimi giorni riuniranno i loro coetanei e formuleranno insieme un testo che includa tutte le idee emerse nel corso del dibattito.
Il prossimo incontro avrà luogo il 30 aprile alle 18, nella sala del Consiglio comunale a Palazzo Marcacci.

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
2 ore
Günther Tschanun ammazzò 4 colleghi e morì in Ticino
L'ex capo della polizia delle costruzioni di Zurigo, dopo 14 anni di prigione, cambiò nome e perse la vita in un incidente nel 2015 a Losone
Luganese
4 ore
Lugano, piazze imbrattate dopo gli aperitivi (lunghi)
Fanno discutere i rifiuti di vario genere lasciati da persone che si assembrano all'arrivo della funicolare e di fronte e dietro Palazzo civico
Luganese
5 ore
'La Città dia 500 franchi ai genitori per ogni figlio'
Lugano, una mozione propone il contributo per far fronte al calo di abitanti e alla riduzione della nascite del 13,8% rispetto al 2019
Ticino
6 ore
Tra stanotte e domani sera, occhio alla neve
L'allerta di grado 3 di MeteoSvizzera interessa Alto Moesano, Blenio, Bregaglia, Leventina, Poschiavo e St. Moritz
Luganese
8 ore
Collina d'Oro, inaugurata la quinta sezione di asilo
Taglio del nastro stamattina in diretta streaming della nuova sede a Montagnola. Il Municipio ha deciso di potenziare l'offerta della mensa
Mendrisiotto
9 ore
Chiasso, contributo finanziario per la nascita di un figlio
La proposta arriva con una mozione presentata da tre consiglieri comunali del Ppd: ‘il calo demografico ci preoccupa’
Ticino
14 ore
Coronavirus in Ticino, 46 contagi e un decesso
Nel bilancio delle ultime 24 ore si contano 7 dimissioni (a fronte di un nuovo ricovero). Le persone in ospedale sono 80
Grigioni
14 ore
Una cinquantina i lupi nei Grigioni, raddoppiati
È nel rapporto dell'Ufficio grigionese caccia e la pesca: malgrado l'alta mortalità dei piccoli, la popolazione dei predatori dovrebbe continuare a crescere
Gallery
Bellinzonese
16 ore
Biasca, fiamme in un appartamento: un intossicato
Incendio domato, cause al vaglio della Polizia scientifica. È accaduto ieri poco prima delle 23. Le condizioni della persona non desterebbero preoccupazioni.
Mendrisiotto
1 gior
Chiasso, videosorveglianza regionale come fiore all'occhiello
Sono una sessantina le postazioni che controllano il territorio convenzionato con la Polizia Regione 1. Parola alla capodicastero Sonia Colombo-Regazzoni
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile