laRegione
(foto Ti-Press)
Locarnese
02.10.18 - 14:590

Rubavano le bici elettriche e le spedivano all'estero

Due cittadini spagnoli, ladri di biciclette, arrestati a Locarno a inizio settembre. A casa loro, la polizia ha trovato pezzi smontati e già imballati

Il Ministero pubblico, la Polizia cantonale e la Polizia della città di Locarno comunicano che il 06.09.2018 sono stati arrestati a Locarno un 54enne e un 48enne, entrambi cittadini spagnoli residenti nel Locarnese. I due uomini sono stati fermati in via Respini da agenti della Polizia della città di Locarno grazie alla segnalazione di un cittadino. A destare sospetto era in particolare stato il loro comportamento nei pressi di un parcheggio per biciclette. La perquisizione dei loro appartamenti ha quindi permesso di rinvenire diverse biciclette elettriche, risultate rubate in città, già smontate e imballate per essere spedite all'estero. I due sono stati trovati anche in possesso di tronchesini per tagliare i lucchetti antifurto.
Gli accertamenti già in corso da parte della Polizia cantonale, finalizzati a chiarire numerosi furti di biciclette registrati nella regione (per una refurtiva stimata in svariate decine di migliaia di franchi), hanno nel frattempo portato all'arresto, lo scorso 25.09.2018, di una terza persona. Si tratta di un 56enne cittadino spagnolo dimorante sempre nel Locarnese. Le misure restrittive della libertà nei confronti dei tre sono già state confermate dal Giudice dei provvedimenti coercitivi (GPC). Le ipotesi di reato sono quelle di furto aggravato, subordinatamente furto, e danneggiamento. L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Valentina Tuoni. Altri accertamenti sono in atto e per il momento non verranno rilasciate ulteriori informazioni.

 

 

 

TOP NEWS Cantone
Grafico
Ticino
2 ore
Coronavirus, otto nuovi contagi in Ticino
Il totale ufficiale di persone toccate dal coronavirus nel cantone da inizio pandemia sale così a 3'363
GALLERY
Bellinzonese
4 ore
Quattro auto si tamponano a Castione, un ferito
L'incidente è avvenuto stamattina in via San Gottardo. Le condizioni del ferito non sarebbero preoccupanti
Mendrisiotto
7 ore
Pozzo Prà Tiro, le denunce salgono a quattro
Dopo il Consorzio, sono intenzionati a procedere con una azione legale pure i Comuni di Chiasso e Balerna. Mentre il Cantone si è già mosso
Locarnese
8 ore
Minusio, languorino pubblico sulla Ca' di Ferro
Dopo la morte del proprietario il Municipio ha sondato con la vedova i margini di manovra per un usufrutto dell'ex caserma dei mercenari svizzeri
Luganese
14 ore
Lugano, bocciate le mozioni sul centro sociale
Il concorso di progettazione per la riqualifica dell'ex macello ha sgomberato le richieste di anticipare i tempi sloggiando gli autonomi.
Luganese
16 ore
Carona, affossata la biopiscina
Nella ristrutturazione del centro balneare con la partership del Tcs e il cosiddetto Glamping, ne sorgerà una 'tradizionale'
Ticino
18 ore
L'Eoc chiede ai dipendenti come impiegare le donazioni Covid
L'Ente ospedaliero apre un concorso di idee presso i propri collaboratori su come usare quasi 4 milioni per migliorare condizioni di lavoro e servizio
Ticino
19 ore
Tecnologia, sarà la luce la banda larga del futuro
Le antenne 5G non fanno l'unanimità dell'opinione pubblica e degli specialisti. Ecco allora il sistema alternativo 'Li-Fi'
Ticino
20 ore
Responsabilità, azioni od omissioni: il mandato della Cpi
Ex funzionario Dss, a settembre il plenum del Gran Consiglio si pronuncerà sull'istituzione della Commissione d'inchiesta. Guerra: nessun processo
Luganese
20 ore
Capriasca, ok ai 10 milioni per la scuola
Il Consiglio comunale dà luce verde al credito tanto atteso. È il più ingente investimento dall'aggregazione del 2001
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile