laRegione
Locarnese
11.01.18 - 14:050
Aggiornamento : 16:21

Truffa del falso nipote, 21enne arrestata a Tenero

La Polizia ha fermato una donna il cui ruolo era quello di recuperare le somme presso le vittime del raggiro

Una 21enne cittadina polacca residente all'estero è stata arrestata nell'ambito di una truffa del falso nipote. La donna è stata fermata ieri da agenti della Polizia cantonale, poco prima delle 16. Il suo ruolo della giovane era quello di recuperare le somme di denaro presso i truffati. Un contributo decisivo all'arresto è da attribuirsi ad una cittadina che – accortasi della possibile truffa – ha avvisato con tempestività la forze dell'ordine. 

Ministero pubblico, Polizia cantonale e Polizia Intercomunale del Piano ribadiscono i consigli per prevenire il verificarsi di questo genere di truffa:

  • Siate sempre diffidenti quando non riconoscete subito un presunto parente al telefono. Fategli delle domande alle quali solo i veri familiari sono in grado di rispondere correttamente.
  • Non citate mai il nome dei vostri parenti al telefono. Specificate che in casi d'emergenza dovete dapprima consultarvi con qualcun altro e interrompete subito la conversazione telefonica. Poi contattate un parente che conoscete bene e di cui vi fidate e con lui/lei verificate le informazioni.
  • Non consegnate mai denaro o oggetti di valore a sconosciuti! Se desiderare regalare qualcosa ad un parente, allora fatelo sempre di persona.
  • Non date a nessuno informazioni sui vostri averi, né su quelli che tenete in casa né su quelli che avete in banca.
  • Se una chiamata vi sembra sospetta, informate subito la polizia, telefonando al 117 (numero d'emergenza).
Potrebbe interessarti anche
Tags
polizia
truffa
falso nipote
parente
21enne
nipote
TOP NEWS Cantone
© Regiopress, All rights reserved