laRegione
Locarno
30.11.17 - 20:15
Aggiornamento: 11.12.17 - 18:22

Licenziamenti a Casa San Carlo, botta e risposta

a cura de laRegione
licenziamenti-a-casa-san-carlo-botta-e-risposta
Samuel Golay
L'istituto locarnese

Preso atto dei due nuovi licenziamenti prospettati, lo scorso 6 novembre i consiglieri comunali di Locarno Aron D’Errico (Lega) e Mauro Cavalli (Ppd) avevano inoltrato un’interrogazione ironizzando: “Ma non andava tutto bene?”. Oggi è giunta la risposta del Municipio, che ribatte puntualmente – pur ricordando che sono pendenti contenziosi con i collaboratori licenziati o in fase di prospettato licenziamento sui quali non può evidentemente entrare nei dettagli – e conclude evidenziando che i due consiglieri hanno fatto capo a “informazioni non verificate o non veritiere”. Ciò ha suscitato l’immediata reazione di Cavalli e D’Errico: “Non accettiamo – rilevano fra l’altro – questo modo arrogante e pretestuoso di attaccare e sminuire chi per competenza istituzionale ha il diritto di porre qualsiasi tipo di domanda al Municipio: specialmente domande scomode che possono dare fastidio a chi detiene il potere”.

Al di là delle polemiche, l’Esecutivo rileva di non aver mai affermato che al San Carlo non ci fossero più problemi ma “semmai i licenziamenti prospettati vanno proprio nel senso di risolvere i problemi individuati dalla nuova Direzione e fatti propri dal Municipio”. Inoltre aggiunge che “le criticità sono state in parte risolte e in parte lo saranno nel prossimo futuro”. “Compito della Direzione dell’Istituto – afferma – è di procedere con l’analisi di dettaglio e, di conseguenza, conferire aI Municipio gli elementi per portare a compimento il cambiamento in un Istituto che è un organismo grande e complesso (conta pur sempre un quarto di tutti i collaboratori del Comune). La funzionalità della casa è stata garantita ripristinando un clima di lavoro generale migliore, comprovato dalle verifiche che si sono succedute. Il mantenimento di un buon grado di cure (riconosciuto dagli stessi interroganti), ha supplito ai tempi necessari per costituire la nuova Direzione (direttore, direttore sanitario, responsabile delle cure, governante). I tempi per quest’operazione sono stati condizionati da vincoli amministrativi e dalla necessità di procedere con l’ordine giusto nelle nomine". L'Esecutivo sottolinea che di recente si è svolto un incontro tra i famigliari e la Direzione a cui hanno partecipato 49 persone e dal quale sono emersi apprezzamento del lavoro svolto in funzione della qualità di vita dei residenti e delle loro famiglie e suggerimenti utili ad ulteriormente migliorare la qualità dei servizi offerti. La Direzione ha iniziato la fase di consolidamento verso procedure moderne di gestione, revisione di numerosi processi amministrativi, assistenziali, gestionali, progetti di ristrutturazione degli stabili e di cambiamento dell’assetto istituzionale dell’Istituto.

TOP NEWS Cantone
Ticino
39 min
Giudice supplente, proposta l’elezione di Federica Dell’Oro
Così la commissione Giustizia e diritti. La parola al plenum del Gran Consiglio
Gallery
Mendrisiotto
1 ora
Mendrisio fa un passo avanti sul sentiero del Laveggio
Il Consiglio comunale vota all’unanimità i fondi per completare i camminamenti lungo il fiume, nel solco di un parco intercomunale
Mendrisiotto
2 ore
Coldrerio, un 18enne aggredito e picchiato da due persone
Funziona il dispositivo di ricerca della polizia: fermati gli autori del tentativo di rapina. La loro posizione è al vaglio degli inquirenti
Luganese
2 ore
La Città lancia un percorso formativo rivolto ai commercianti
Lugano Living Lab promuove un incontro all’ex asilo Ciani per far conoscere le ‘opportunità’ e favorire una digitalizzazione alla portata di tutti
Ticino
3 ore
Superamento dei livelli, un accordo che sembra avere i numeri
Firmato a maggioranza il rapporto commissionale che propone una sperimentazione su base volontaria con vari modelli di codocenza. In parlamento a febbraio
Ticino
4 ore
Al via il programma cantonale di screening colorettale
Il Dipartimento sanità e socialità offre, da febbraio, un test gratuito e volontario per una patologia dove la prevenzione è fondamentale
Ticino
5 ore
Raccolte firme sui costi della salute, allarme rosso in casa Ps
Riget e Sirica agli iscritti: rischiamo di fallire su referendum contro la deduzione per i premi dei figli e iniziativa per i premi al 10% del reddito
Ticino
5 ore
Dalla Vpod oltre 7’700 firme per cure sociosanitarie di qualità
Consegnate oggi le sottoscrizioni che chiedono anche più attenzione alle prestazioni socioeducative. Ghisletta: ‘Cautamente ottimista, serve migliorare’
Luganese
5 ore
Tentata rapina al chiosco in stazione a Ponte Tresa, due fermi
Un uomo, insieme a una complice, ha minacciato la commessa con un’arma da taglio chiedendo l’incasso. I due hanno poi desistito e sono fuggiti a piedi
Luganese
5 ore
In manette per 12 kg di canapa destinati al Ticino
In prigione al Bassone da giovedì per tentata estorsione, il 30enne albanese si rifiuta di rispondere agli inquirenti
© Regiopress, All rights reserved