laRegione
09.10.22 - 14:37
Aggiornamento: 16:52

Infortunio mortale per un ticinese nell’alta Val Cama

Il 66enne è precipitato per cento metri quando stava partecipando alle operazioni di tracciamento di un sentiero

Rescue media, a cura di Red.Web
infortunio-mortale-per-un-ticinese-nell-alta-val-cama
Polizia cantonale Grigioni
Il luogo della disgrazia

Infortunio con esito letale ieri pomeriggio nell’alta Val Cama, territorio del comune di Grono, vicino al Piz de Sambrog che a 2300 metri di quota si trova a ridosso del confine con l’Italia. A perdere la vita verso le 15 un pensionato ticinese di 66anni caduto per quasi cento metri quando era intento ad aiutare il tracciamento dei sentieri alpinistici lungo un terreno ripido e roccioso, sul versante italiano della Val Bodengo. Sul posto sono subito accorsi i soccorritori della Rega e gli agenti della Polizia cantonale grigionese per gli accertamenti del caso. Lo sventurato, recuperato in condizioni gravi, è purtroppo deceduto poco dopo all’ospedale Civico di Lugano a causa delle ferite riportate. Membro di un gruppo che si occupa della demarcazione dei sentieri, stava costruendo assieme ad altri colleghi un sentiero di montagna a tappe lungo il crinale italo-svizzero, che collega San Bernadino col Ticino.

Una lunga scia di lacrime

Quello di ieri è l’ennesimo incidente fatale di un’estate costellata di tragiche cadute. La serie d’infortuni in quota è cominciata a inizio giugno quando a perdere la vita è stato dapprima un 66enne mesolcinese caduto sul Pizzo di Claro e poi un 53enne tedesco precipitato da un sentiero a Frasco. Il 10 luglio a rimanere vittima della montagna è invece stato un 64enne del Luganese caduto in un burrone in zona del Cogn di Camadra, in alta Val di Blenio. Otto giorni più tardi un 34enne italiano ha perso la vita in zona Valegg da Cansgell, in valle Verzasca. Il giorno dopo, questa volta nella vicina Vallemaggia, in territorio di Cevio, un 65enne escursionista zurighese è fatalmente scivolato sul Pizzo Cristallina. L’ultimo incidente in ordine di tempo è occorso il 25 luglio: un 45enne domiciliato a Sant’Antonino ha perso la vita vicino al laghetto di Morghirolo, in Leventina, sopra Dalpe. Per finire, il 4 settembre nell’alta Blenio a perdere la vita sono stati due 14enni varesini scivolati mentre stavano scendendo lungo il sentiero non ufficiale che dalla capanna Scaletta porta al Pian Geirett.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
22 min
Si torna a fare il pieno in Ticino
Prezzi benzina: dopo il taglio delle accise in Italia, i frontalieri, e non solo loro, riappaiono nei distributori al di qua del confine
Luganese
27 min
Bioggio, scontro tra due auto alla rotonda
Un ferito leggero e ingenti danni materiali ai due veicoli coinvolti il bilancio del sinistro tra via Strada Regina e via Longa
Luganese
41 min
Ricerca di persona sopra Caslano, operazione conclusa
Nelle ricognizioni era stata impegnata la Rega, intervenuta anche con un elicottero con termocamera e visore notturno
Grigioni
1 ora
Il Parco Val Calanca è realtà
Le assemblee comunali di Rossa, Calanca, Buseno e Santa Maria hanno detto di sì con rispettivamente il 100%, il 76%, il 90% e il 100% dei voti
Bellinzonese
2 ore
‘L’unico neo di una tre-giorni riuscita’
L’alterco della serata d’apertura non rovina i bagordi carnascialeschi di Cadenazzo. Bottinelli: ‘Pienone nella ‘replica’, andata liscia come l’olio’
Luganese
5 ore
Persona dispersa sul Monte Sassalto, sopra Caslano
Le operazioni di ricerca sono scattate nella serata di ieri. Impegnata la Rega, prima con il visore notturno e poi in volo a vista
Ticino
21 ore
‘Dovete osare, la possibilità di fare bene è concreta’
Le elezioni cantonali e il Congresso del Centro, il presidente Dadò sprona candidati e candidate a scendere in campo. Ovvero, a fare campagna
Ticino
1 gior
‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’
Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
Bellinzonese
1 gior
‘Fin lì era filato tutto liscio, poi la bottigliata in testa’
Per il sindaco di Cadenazzo Marco Bertoli, il battibecco di Carnevale sarebbe nato da una sigaretta accesa all’interno del capannone
Bellinzonese
1 gior
Coriandoli ma non solo: a Cadenazzo volano pure pugni e calci
Prima serata di bagordi carnascialeschi segnata da una persona ferita al capannone. Il presidente: ‘Episodio fortunatamente isolato e circosrcritto’
© Regiopress, All rights reserved