laRegione
22.07.22 - 15:27
Aggiornamento: 03.08.22 - 20:06

Al Festival Demenga il lato divertente della musica seria

In Val Calanca si svolgerà la sesta edizione con concerti ed eventi ogni sera dal 30 luglio al 6 agosto

al-festival-demenga-il-lato-divertente-della-musica-seria
I clown musicali Gogol & Mäx

Da Brahms a Rossini, da Schubert a Strawinski, da Bach a Tchaikovsky, da Dvorak a Schumann, da Strauss a Beethoven, da Mozart ad Anderson. Sarà l’umorismo a fare da fil rouge alla sesta edizione del Festival Demenga, di ritorno sulla scena regionale dopo una pausa durata cinque anni. Festival che nell’arco di una settimana, a partire da sabato 30 luglio, proporrà concerti di… ‘musica seria’ in Val Calanca. «Ci si è chiesti sin dall’inizio – annota il direttore operativo Dante Peduzzi che affianca la direttrice artistica Annina Demenga – se fosse legittimo parlare di umorismo nella musica di importanti compositori. Abbiamo comunque scelto di proporre delle opere nelle quali fossero presenti degli aspetti ironici. Sarà così possibile vivere momenti nei quali l’aspetto musicale sfiora il mondo della satira e dell’umorismo, e ciò allo scopo di puro divertimento e piacere». Sovente, prosegue Peduzzi, «si pensa che l’atteggiamento serio e riflessivo della musica classica faccia scomparire l’effetto umoristico, ma non è così. La musica classica si è sempre confrontata con l’umorismo, la comicità, gli scherzi, le beffe. Nella raccolta di opere classiche esistono degli esempi nei quali i due aspetti vanno a braccetto alternando momenti di ascolto impegnativo ad altri di rilassatezza e divertimento. In questo senso abbiamo quindi volutamente imbastito un programma musicale che girasse attorno a questi due aspetti, allo scopo di evidenziare che la musica classica può essere anche divertente e sapere regalare dei momenti piacevoli senza diventare troppo cervellotica».

Il programma

Come per le passate edizioni si è cercato di coordinare spazi e proposte musicali proponendo concerti in tutta la Valle Calanca. Un’attenzione particolare sarà riservata alle famiglie con bambini tramite una performance di due eclettici clown conosciutissimi nell’Europa del Nord, i quali regaleranno dei numeri musicali basati sul contrasto tra leggerezza del suono e pesantezza dell’uomo-artista. Grazie ai successi delle passate edizioni è stato possibile ingaggiare, oltre ai musicisti della famiglia Demenga, dei professionisti riconosciuti a livello internazionale e due Orchestre: la Kammerphilharmonie dei Grigioni e l’Orchestra della Svizzera italiana che rispettivamente apriranno e chiuderanno il festival. Si parte dunque sabato 30, ore 20, nella chiesa parrocchiale di Santa Maria, con il concerto inaugurale alla presenza del presidente della Confederazione Ignazio Cassis; si prosegue la sera successiva, sempre alle 20, nella chiesa di Rossa; lunedì Primo agosto alle 16 la chiesa di Santa Domenica ospiterà i violoncelli di Thomas e Patrick Demenga affiancati da altri due musicisti; programma a sorpresa invece la sera del 2 agosto dalle 17 nella cava Polti di Arvigo dove saranno presenti tutte le formazioni della rassegna; si torna quindi a Santa Maria il 3 agosto (ore 20) col pianoforte di Annina Demenga e colleghi; i clown musicisti Gogol e Mäx intratterranno invece il pubblico alle 16 del 4 agosto nella palestra di Castaneda; venerdì 5 agosto e sabato 6 sempre alle 20 tornerà infine due volte sotto i riflettori la chiesa di Santa Maria.

Opere pittoriche

Mentre si è offerta la possibilità alle società locali di proporre i loro prodotti tipici della valle prima e dopo i concerti, vi sarà anche una doppia esposizione di opere artistiche. Si potranno osservare i quadri di Friedrich Demenga, deceduto nel 2019 all’età di 98 anni, nella casa patriziale di Castaneda con vernissage venerdì 29 luglio alle 19. Il Centro culturale e albergo-ristorante La Cascata di Augio (vernissage pure venerdì 29, ma alle 16) ospita invece le opere su carta con fibre vegetali realizzate da Carla Spadino, calanchina di origini e da lungo tempo attiva a Friborgo. Tutti i dettagli della programmazione e per l’acquisto dei biglietti su www.festivaldemenga.ch.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
9 ore
Ad Airolo-Pesciüm l’inverno scatta il 16 dicembre
Una nuova stagione invernale ricca di interessanti proposte e attività per tutti gli amanti della neve scalpita
Locarnese
9 ore
Ascona, inaugurato il Centro diurno socio-assistenziale
Offre una sessantina di appartamenti a pigione moderata a persone anziane o invalide. Promotrice è la Parrocchia, a gestirlo è la Fondazione San Clemente
Bellinzonese
11 ore
La casa Aranda di Giubiasco festeggia un’ultracentenaria
Erminia Addor di Cadenazzo mercoledì 7 dicembre ha superato la bella età di 102 anni attorniata dai familiari
Locarnese
12 ore
Centovalli, riaperta la strada
Dopo lo smottamento di martedì sera, i lavori di sgombero sono stati eseguiti e la tratta fra Camedo e il bivio di Palagnedra è di nuovo percorribile
Mendrisiotto
13 ore
Chiasso, per riaprire la piscina è urgente investire
La richiesta di credito ammonta a 582mila franchi e sarà votata il 19 dicembre. Verrà chiesto aiuto ai comuni convenzionati
Ticino
13 ore
In Ticino 1’483 nuovi contagi Covid e cinque decessi
I posti letto occupati da pazienti con Coronavirus sono 141, per un +23% rispetto alla scorsa settimana. Sei i pazienti che si trovano in cure intense
Luganese
22 ore
Viganello, restano grigie le facciate di Casa Alta
Trovato il compromesso, che prevede la rinuncia al tinteggio blu, dopo l’incontro tra Cantone, Città e presidente dell’assemblea dei proprietari
Grigioni
22 ore
A San Bernardino (e non solo) mercato immobiliare congelato
Dopo tre intensi anni di compravendite, oggi la forte domanda non trova più offerta. Vigne dell’Ente turistico: ‘Qui come nel resto del Moesano’
Bellinzonese
1 gior
Pedone investito sulle strisce a Bellinzona. Ferite serie
L’uomo è stato travolto da un’auto su un passaggio pedonale di viale Portone. Chiuso un tratto di strada
Mendrisiotto
1 gior
Intercity, un treno chiamato desiderio. Oggi esaudito
Il via libera della Camera alta alle fermate nel Distretto fa gioire i sindaci di Chiasso e Mendrisio. Che rinviano il confronto sulle stazioni
© Regiopress, All rights reserved