laRegione
13.06.22 - 17:55

Serata pubblica sulla riversione della centrale della Calancasca

Il 23 giugno alle 20 nell’aula magna della scuola elementare di Grono sarà discusso il futuro dell’impianto idroelettrico

serata-pubblica-sulla-riversione-della-centrale-della-calancasca
Ti-Press

Nei Grigioni Cantone e Comuni mirano a ottenere un maggiore controllo degli impianti idroelettrici presenti sul territorio. Nel cantone retico viene infatti prodotto circa un quinto dell’energia idroelettrica della Svizzera, ma la parte del leone va alle società elettriche di altri cantoni, che realizzano profitti e pagano le tasse altrove, aveva osservato lo scorso febbraio il Consiglio di Stato nell’ambito della presentazione della nuova strategia energetica 2022-2050, poi approvata dal Gran Consiglio grigionese. In questo contesto, il 29 dicembre 2028 scadranno le concessioni per la centrale idroelettrica della Calancasca Sa. "I Comuni concessionari di Buseno, Castaneda, Grono e Roveredo – si legge in un comunicato – hanno costituito con il Canton Grigioni un gruppo di lavoro che, dal 2020, sta valutando i possibili scenari e una procedura condivisa da sottoporre ai cittadini dei Comuni toccati che dovranno su questo tema esprimersi in votazione in quanto, nel Canton Grigioni, la sovranità sulle acque spetta ai Comuni e tocca perciò ai loro cittadini (pur con l’approvazione del Cantone) decidere del loro sfruttamento".

Necessaria una notifica alla società concedente entro la fine del 2023

Questo gruppo di lavoro – composto da rappresentanti dell’Ufficio dell’energia cantonale e dei Comuni (Fabrizio Keller per Buseno/Castaneda, Roberto Keller per Roveredo e Samuele Censi per Grono) – ha quindi elaborato un documento nel quale è contenuta la procedura e la strategia che si propone ai Comuni per la procedura di riversione della Calancasca Sa. Documento che "riprende le direttive strategiche che il Gran Consiglio ha approvato nello scorso febbraio nel contesto della discussione relativa alla strategia da adottare per lo sfruttamento della forza idraulica nei Grigioni". Quest’ultimo – già presentato ai Municipi e ai Consigli comunali dei Comuni concedenti lo scorso 9 giugno – sarà quindi oggetto di una serata pubblica prevista il 23 giugno alle 20 nell’aula magna della scuola elementare di Grono. "Il dibattito, in vista delle votazioni comunali che dovranno intervenire entro la fine del 2023 (termine legale per la notifica alla società concedente dell’intenzione di procedere alla riversione degli impianti) è ormai lanciato e la prevista serata, oltre a informare la popolazione, sarà anche momento di confronto sul futuro di questo primo impianto idroelettrico con concessione in scadenza nel Moesano e degli altri impianti della regione".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
37 min
Nei bandi svelate cifre e atout della nuova Officina Ffs
Castione: sulle opposizioni le Ffs mirano a trovare una soluzione condivisa entro fine 2022. Confermati centrale a cippato, tetti verdi e fotovoltaico
Locarnese
44 min
Truffe agli anziani nel Locarnese, si cercano testimoni
Scattano le manette per una 36enne e un 40enne. Impietosivano le loro vittime per ricevere denaro e altri beni preziosi
Ticino
1 ora
Imposta di circolazione, dietrofront del Consiglio di Stato
Nella seduta odierna il Governo ha deciso di ritirare i Decreti legislativi urgenti sull’applicazione dell’imposta di circolazione per l’anno 2023
Ticino
2 ore
In Ticino 1’403 nuovi contagi e 6 decessi
I posti letto occupati da pazienti covid sono 109. Quattro le persone che attualmente si trovano in cure intense
Video
Ticino
3 ore
Un lupo ripreso in un video mentre attraversa la strada a Bodio
Dopo l’avvistamento in Bassa Leventina scatta l’interrogazione al Consiglio di Stato di Sara Imelli (Centro). ‘I gridi d’allarme sono caduti nel vuoto’.
Luganese
3 ore
Lugano, domani l’accensione dell’albero di Natale
La Città ricorda il tradizionale appuntamento che si terrà a partire dalle 17.15 in Piazza della Riforma
Locarnese
3 ore
‘Caso La Palma’, condanna confermata e pena più severa
Per la Corte di appello e revisione penale fu omicidio intenzionale e non solo colposo. L’imputato dovrà scontare 18 anni e mezzo di carcere
Luganese
7 ore
Secondo sgombero ex Macello, c’è stata sproporzionalità
La Corte dei reclami penali ha accolto alcune contestazioni degli autogestiti in merito ai rilievi del Dna e alla raccolta delle impronte
Bellinzonese
9 ore
Nuova sede Ior a Bellinzona, approvato lo studio di fattibilità
Il Consiglio di fondazione lo sottoporrà ora all’Usi che lo invierà, con la richiesta di finanziamento federale, alla Segreteria di Stato per la ricerca
Mendrisiotto
9 ore
Basso Mendrisiotto, depositata una istanza di aggregazione
I tre promotori di Balerna alle intenzioni hanno fatto seguire i fatti. Ora avranno tre mesi di tempo per raccogliere 350 firme
© Regiopress, All rights reserved