laRegione
18.01.22 - 15:46
Aggiornamento: 19.01.22 - 16:44

Passeggiando (e scrivendo) con la Pro Grigioni italiano

Riproposto il concorso letterario ampliando la partecipazione a tutte le fasce d’età dai 13 anni

passeggiando-e-scrivendo-con-la-pro-grigioni-italiano

La Pro Grigioni italiano ripropone il concorso letterario in lingua italiana rivolto ai Grigionitaliani ampliando la partecipazione a tutte le fasce d’età a partire dai 13 anni e senza limitazioni. ‘Passeggiando’ è il tema di questa edizione. Rispetto all’edizione scorsa il concorso apre la categoria adulti a tutte le persone che hanno un’età superiore ai 20 anni. Prevede quindi tre categorie: la prima dedicata agli allievi e allieve di scuola secondaria, la seconda per i ragazzi e le ragazze delle scuole superiori e un’ultima aperta a tutte le persone adulte. La lunghezza del testo è relativamente breve (3’500 battute per le categorie giovani, 5’000 per la categoria adulti) con l’intenzione di poter dar spazio all’attività della narrazione, ma allo stesso tempo di esprimere al meglio l’essenza di un’esperienza. Invio del materiale entro il 31 marzo 2022 a: Pro Grigioni Iitaliano, Concorso letterario, Via dal Crott 1, 7742 Poschiavo.

“Passeggiare – annota la Pgi in un comunicato – è un’attività che facciamo tutti piacevolmente e questo concorso permette di mettere per iscritto una passeggiata che si riferisca a un luogo o a un’esperienza personale vissuta nel Grigionitaliano. Avete dei posti da raccontare, avete dei ricordi che siano testimonianza di un evento, avete fatto una gita particolare, meravigliosa o da brividi, oppure una camminata vi ha aperto un collegamento con un altrove più o meno reale, più o meno onirico, o siete stati protagonisti di incontri speciali? Se sì, la Pgi vi dà la possibilità di scrivere la vostra esperienza in un breve testo in prosa in lingua italiana. La vostra partecipazione ci può aiutare a costruire un meraviglioso mosaico d’aneddoti relativo al Grigionitaliano”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
12 min
Grave all’ospedale una 19enne, forse dopo rave party
Quattro giovani, nel frattempo identificati, l’hanno lasciata all’ospedale San Giovanni. Venivano da una festa abusiva organizzata a Roveredo
Luganese
1 ora
Capriasca, la Giudicatura di pace trova casa a Vaglio
Inaugurata la nuova sede del Circolo che comprende anche Origlio e Ponte Capriasca e che risolve poco meno di 200 incarti all’anno
Grigioni
4 ore
Sindaco di Lostallo, Moreno Monticelli pronto a rinunciare
Municipio riconfermato in blocco: ‘Lavoriamo bene, se Giudicetti vuole continuare io faccio un passo indietro’. A Castaneda la novità è Salvanti
Ticino
6 ore
I Verdi approvano la lista col Ps: ‘Saremo la vera novità’
L’Assemblea ha ratificato le candidature di Samantha Bourgoin e Nara Valsangiacomo per il Consiglio di Stato. ‘Bisogna puntare al raddoppio in governo’
Video
Ticino
1 gior
La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale
Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
1 gior
A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate
L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
1 gior
Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc
Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
1 gior
‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’
Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
1 gior
‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’
La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
1 gior
Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No
Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
© Regiopress, All rights reserved