laRegione
01.11.21 - 10:57
Aggiornamento: 15:19

Santa Maria vuole entrare nel Parco Val Calanca

I cittadini hanno approvato con 35 sì contro 15 no l’avvio della fase di progettazione. Nel 2023 la popolazione dei Comuni coinvolti voterà sull’adesione

santa-maria-vuole-entrare-nel-parco-val-calanca
Ti-Press
Adesione valutata positivamente

Il Comune di Santa Maria si è detto favorevole ad avviare la fase di progettazione per entrare a far parte del Parco Val Calanca, che si estende sui territori di Rossa, Buseno, Calanca e parte di Mesocco. Come riferito dalla Rsi, i cittadini della piccola località grigionese hanno sostenuto il progetto con 35 voti a 15. Questo permetterà alla popolazione di Santa Maria – e degli altri Comuni coinvolti – di esprimersi nel 2023 sulla cosiddetta Charta, ovvero il piano di gestione decennale (2024-2033), o, in altre parole, sull’entrata o meno nel Parco della Val Calanca.

Ricordiamo che sia il direttore del Parco Henrik Bang, sia una studio di fattibilità commissionato dal Municipio di Santa Maria, avevano valutato positivamente un’adesione del piccolo Comune grigionese al progetto. Per Bang si tratta infatti di «un valore aggiunto a livello archeologico, turistico, agricolo e in termini di biodiversità», aveva detto a ‘laRegione’. Inoltre, stando allo studio, Santa Maria, vista la sua posizione privilegiata, “creerebbe una sorta di collegamento geografico, emotivo e storico-culturale verso il resto del Parco”, assumendo il ruolo di una sorta di “porta del Parco”.

Leggi anche:

Santa Maria nel Parco Val Calanca? ‘Un valore aggiunto’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
4 ore
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
4 ore
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
4 ore
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
6 ore
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
6 ore
Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente
Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
6 ore
Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023
Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
Ticino
7 ore
‘Serve una lista forte’, Mirante critica la direzione Ps
Per l’esponente socialista la proposta di lista che la direzione presenterà al Congresso del 13 novembre si basa su un ragionamento ‘fallace a azzardato’
Locarnese
7 ore
Locarno, licenziato l’agente dei presunti atti d’esibizionismo
L’esecutivo cittadino ha comunicato in giornata la decisione presa. Il poliziotto, dal canto tuo, ricorrerà al Consiglio di Stato
Bellinzonese
7 ore
Camorino: ‘La Città si ricordi la nostra volontà politica’
Le esortazioni dell’ex sindaco Donadini, mense scolastiche, parchi giochi e una sede per le società: sono alcuni temi dell’incontro col Municipio turrito
Mendrisiotto
8 ore
Ritorno al salario minimo: ‘Doveva andare così’
Il fronte sindacale (Ocst e Unia) commenta il dietrofront di Ticino Manufacturing. Rischio delocalizzazione, ‘si paga pegno ma non alla legge’
© Regiopress, All rights reserved