laRegione
14.06.21 - 16:27
Aggiornamento: 17:46

Strada del Lucomagno chiusa per frana fino a nuovo avviso

Dopo la caduta di circa 150 metri cubi di roccia di ieri fra Disentis e Curaglia, la strada del passo è stata chiusa a tempo indeterminato

Ats, a cura de laRegione
strada-del-lucomagno-chiusa-per-frana-fino-a-nuovo-avviso
(foto Ufficio tecnico del canton Grigioni)

Il passo del Lucomagno rimane chiuso a tempo indeterminato, in seguito alla frana che ieri pomeriggio ha bloccato la strada nella Val Medel, in territorio grigionese, alcune ore dopo il passaggio dei corridori impegnati nella corsa ciclistica del Tour de Suisse.

Si temono ulteriori distacchi di roccia, ha indicato oggi la cancelleria cantonale. Ieri da una parete sovrastante la carreggiata sono precipitati circa 150 metri cubi di pietre, che hanno coperto l'intera strada su un fronte di circa 10 metri. Altri 1000 metri cubi sono considerati instabili.

"L'evento non ha interessato né veicoli, né persone", ha precisato a Keystone-ATS Dumeng Schreich, geologo presso l'Ufficio tecnico cantonale. I lavori di sgombero dureranno diversi giorni: non è quindi ancora possibile dire quando la strada del passo potrà essere riaperta.

Per motivi di sicurezza la via di comunicazione è bloccata per qualunque tipo di traffico, anche per i pedoni e i ciclisti: costoro possono però passare da sentieri o optare la vecchia strada del valico, ha spiegato Schreich.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
5 ore
Orti familiari comunali a Lugano, ‘tutti devono concorrere’
Il bando scade il 14 ottobre. La municipale Cristina Zanini Barzaghi: ‘Gli anziani i più interessati, già passati attraverso altre crisi economiche’
GALLERY
Mendrisiotto
7 ore
Mendrisio, ‘Sagra del Borgo riuscita al 100 per cento’
Nella tre giorni di festa che ha caratterizzato il nucleo storico non ci sono stati interventi per risse o violenze. Sam sollecitato in due occasioni.
Mendrisiotto
8 ore
Chiasso, natura e paesaggio per il ‘nuovo’ Faloppia
Il Municipio presenta al Consiglio comunale la richiesta di un credito di 300mila franchi per elaborare il progetto definitivo di riqualifica
Ticino
8 ore
Il governo dice sì al fondo per apprendisti in difficoltà
Accolta la proposta di Fonio ed Ermotti-Lepori. Sarà gestito dal Decs, rifornito da pubblico e privato, e servirà a rifondere le direzioni delle sedi
Luganese
9 ore
Parco Morosini di Vezia, inaugurazione col sole
Il polmone verde, restaurato e valorizzato, riaperto al pubblico. Gli edifici storici sono tornati all’antico splendore
Ticino
10 ore
Cantonali 2023, il Forum alternativo è corteggiato dall’Mps
A sinistra dell’area rossoverde continuano le manovre in vista delle elezioni. Dopo aver bocciato la lista con Ps e Verdi, si apre una nuova possibilità
Ticino
11 ore
Opere di urbanizzazione generale, ‘ampliare margine dei Comuni’
Iniziativa di Pini (Plr), Buzzini (Lega) e Franscella (Centro): aumentare la forchetta della quota a carico dei proprietari, minimo 10% invece che 30%
Luganese
12 ore
Circolo di Lugano Est, Fabrizio Demarchi eletto giudice di pace
Con oltre mille preferenze in più rispetto allo sfidante, Giuseppe Aostalli-Adamini, ha ottenuto complessivamente 2’647 voti
Luganese
12 ore
Luce verde all’Istituto scolastico di Vernate e Neggio
I Consigli comunali hanno approvato il credito di costruzione per l’edificazione delle nuove scuole elementari e dell’infanzia
Locarnese
13 ore
Tilo e arredo stradale, Minusio evita (almeno) il pasticcio
Con l’82,3% di “sì” la popolazione non cade nel tranello di bocciare l’unico credito referendabile, che non riguarda direttamente la fermata Ffs
© Regiopress, All rights reserved