laRegione
12.04.21 - 12:07
Aggiornamento: 18:08

Bio-imprenditori, il Parco Calanca ribadisce l’estraneità

Pronta ad adire le vie legali qualora il proprio marchio dovesse nuovamente essere sfruttato per promuovere il progetto a San Vittore o altrove

bio-imprenditori-il-parco-calanca-ribadisce-l-estraneita
La zona dell'ex aerodromo militare di San Vittore interessa a una Sa di Claro (Ti-Press)

In un comunicato firmato dal presidentre Graziano Zanardi e dal direttore Henrik Bang, l’associazione Parco Val Calanca prende posizione sul nostro articolo del 9 aprile intitolato ‘Bio-imprenditori, San Vittore frena: il villaggio green che suscita timori’: “Costituita dai quattro Comuni fondatori di Rossa, Calanca, Buseno e Mesocco l’associazione Parco Val Calanca non è né committente, né partner del progetto del villaggio green”, com'era peraltro chiaramente emerso nell'articolo. “Si segnala inoltre che nessun rappresentante del Parco Val Calanca era presente all’incontro di marzo svoltosi nella palestra di San Vittore”. Il Parco “promuove e sostiene direttamente progetti all’interno del perimetro e in accordo con le direttive cantonali e federali. Collaborazioni esterne e sinergie possono aver luogo se sono in linea con la filosofia e a sostegno del parco”. Punto sensibile e criticato sia dall'associazione sia dal Municipio – come pure è stato evidenziato nell'articolo – è lo sfruttamento dello stemma comunale e del logo del parco nei documenti (filmato e dépliant in formato pdf) presentati dai sedicenti bio-imprenditori facenti capo a una Sa di Claro. A questo riguardo l’associazione Parco Val Calanca “si sente usata dai promotori alfine di raggiungere benefici utilizzando il nostro marchio e menzionandoci come partner. Essendo il logo di proprietà privata, non può venir utilizzato senza una richiesta dei diritti. Pertanto diffidiamo i promotori dall'usare il marchio e dal menzionare la nostra associazione come loro partner. Ci riserviamo di adire le vie legali qualora non fossero rispettate le nostre proprietà”. Dal canto suo l'amministratore della Sa si è già scusato per l'accaduto e ha assicurato che nei nuovi documenti di promozione del progetto lo stemma comunale e il marchio del Parco Calanca non figurano più.

Leggi anche:

Fra dubbi e timori San Vittore boccia un villaggio green

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
9 ore
Ad Airolo-Pesciüm l’inverno scatta il 16 dicembre
Una nuova stagione invernale ricca di interessanti proposte e attività per tutti gli amanti della neve scalpita
Locarnese
9 ore
Ascona, inaugurato il Centro diurno socio-assistenziale
Offre una sessantina di appartamenti a pigione moderata a persone anziane o invalide. Promotrice è la Parrocchia, a gestirlo è la Fondazione San Clemente
Bellinzonese
11 ore
La casa Aranda di Giubiasco festeggia un’ultracentenaria
Erminia Addor di Cadenazzo mercoledì 7 dicembre ha superato la bella età di 102 anni attorniata dai familiari
Locarnese
12 ore
Centovalli, riaperta la strada
Dopo lo smottamento di martedì sera, i lavori di sgombero sono stati eseguiti e la tratta fra Camedo e il bivio di Palagnedra è di nuovo percorribile
Mendrisiotto
13 ore
Chiasso, per riaprire la piscina è urgente investire
La richiesta di credito ammonta a 582mila franchi e sarà votata il 19 dicembre. Verrà chiesto aiuto ai comuni convenzionati
Ticino
13 ore
In Ticino 1’483 nuovi contagi Covid e cinque decessi
I posti letto occupati da pazienti con Coronavirus sono 141, per un +23% rispetto alla scorsa settimana. Sei i pazienti che si trovano in cure intense
Luganese
22 ore
Viganello, restano grigie le facciate di Casa Alta
Trovato il compromesso, che prevede la rinuncia al tinteggio blu, dopo l’incontro tra Cantone, Città e presidente dell’assemblea dei proprietari
Grigioni
22 ore
A San Bernardino (e non solo) mercato immobiliare congelato
Dopo tre intensi anni di compravendite, oggi la forte domanda non trova più offerta. Vigne dell’Ente turistico: ‘Qui come nel resto del Moesano’
Bellinzonese
1 gior
Pedone investito sulle strisce a Bellinzona. Ferite serie
L’uomo è stato travolto da un’auto su un passaggio pedonale di viale Portone. Chiuso un tratto di strada
Mendrisiotto
1 gior
Intercity, un treno chiamato desiderio. Oggi esaudito
Il via libera della Camera alta alle fermate nel Distretto fa gioire i sindaci di Chiasso e Mendrisio. Che rinviano il confronto sulle stazioni
© Regiopress, All rights reserved