laRegione
tagli-nelle-case-anziani-moesane-la-politica-si-attivi
La casa anziani Mater Christi di Grono (Ti-Press)
26.02.21 - 15:19
Aggiornamento: 17:35

Tagli nelle case anziani moesane, ‘la politica si attivi’

I sindacati Ocst e Vpod invitano a stanziare contributi maggiori per aiutare le quattro strutture a superare la pandemia senza più licenziamenti

La politica grigionese sostenga finanziariamente le quattro case per anziani del Moesano attualmente in difficoltà a causa del sensibile calo di ospiti locali e ticinesi (meno 25-30%) dovuto alla pandemia. Lo chiedono i sindacati Vpod e Ocst in una nota congiunta prendendo spunto dalle ripercussioni registrate sul personale, come ad esempio i cinque licenziamenti decisi a gennaio alla Mater Christi di Grono e gli altrettanti decisi fra dicembre e questa settimana alla vicina Residenza delle Rose; tagli cui si aggiungono lavoro ridotto e partenze volontarie. Secondo i due sindacati, come riferito più volte dalla ‘Regione’, la politica cantonale retica deve dare dimostrazione di maggiore sensibilità, seguendo l’esempio di quella ticinese che sostiene maggiormente le vari istituti per anziani. Nel Moesano, scrivono Ocst e Vpod, “il personale racconta di subire pressioni sul posto di lavoro, insicurezza e disagio, nonché problematiche a livello di gestione sanitaria degli ospiti. Purtroppo nessuna casa anziani ha accettato di aprire un dialogo trasparente con i sindacati. I dipendenti, dal canto loro, non vogliono esporsi per paura di perdere il lavoro”. Da qui l’appello alla politica grigionese “affinché si riconosca rapidamente un aiuto economico straordinario che consenta alle strutture di mantenere dei preziosi posti di lavoro. Tale aiuto, alla fine della pandemia, permetterà di garantire la continuità e la qualità delle cure in favore degli anziani che torneranno a occupare i letti” oggi vuoti. Infatti mentre la riduzione dei posti letto “è una conseguenza passeggera provocata dalla crisi sanitaria, per contro la perdita di personale competente e qualificato provocherà gravi ripercussioni sia per il settore sanitario della Moesa, sia per il numero di posti di lavoro esistenti nella regione”. Dal canto suo, come pubblicato questo giovedì, la Commissione regionale sanitaria sosterrà la Regione Moesa nella richiesta alle autorità ticinesi affinché le quattro strutture moesane siano a tutti gli effetti considerate nella pianificazione cantonale del settore.

Leggi anche:

La Mater Christi di Grono licenzia: ‘Per non fallire’

La Residenza delle Rose investe ma (al momento) licenzia

Case anziani, il Moesano vuole ‘diventare’ ticinese

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
case anziani case anziani moesane moesa ocst vpod
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
3 ore
Chiasso, la piscina quadrata non riaprirà
La decisione è stata presa a titolo precauzionale a seguito della perdita di cloro. Da metà settembre la vasca sarà oggetto di analisi approfondite
Luganese
4 ore
Tentato assassinio, c’era alta tensione tra padre e figlio
In via di miglioramento il 22enne. Ieri avrebbe dormito fuori casa per sfuggire alle pesanti liti. Trovata dalla polizia l’arma, un Flobert calibro 22
Grigioni
4 ore
Grigioni, individuato un ottavo branco di lupi
È stato chiamato ‘Wannaspitz’. Attualmente si aggira fra i comuni di Vals, Lumnezia e Ilanz
Bellinzonese
4 ore
A Giubiasco quasi un milione per l’ex palazzo comunale
Dopo una prima fase di risanamento strutturale, è ora necessario installare la nuova caldaia e un impianto per rinfrescare
Bellinzonese
4 ore
Castellinaria, ‘Mercato coperto più accogliente e accessibile’
Per Flavia Marone (presidente del festival) la struttura di Giubiasco presenta vantaggi sia dal punto di vista logistico, sia da quello finanziario
Grigioni
6 ore
Torneo Grandinani quest’anno declinato anche al femminile
Football: nel weekend del 13 e 14 agosto i campi di Roveredo e Lostallo accolgono la 16esima edizione dell’evento nazionale U14
Ticino
7 ore
Sgarbi multato dalla Polizia cantonale. ‘Mai più in Svizzera’
Il critico d’arte e parlamentare italiano è stato fermato in quanto il suo autista avrebbe acceso il lampeggiante quando si trovava ancora in Svizzera
Bellinzonese
8 ore
Fitto programma per la tregiorni di feste ad Arbedo-Castione
Online il sito con gli eventi previsti al campo sportivo e sul territorio per sottolineare i 200 anni dall’aggregazione e i 600 dalla battaglia
Luganese
8 ore
Agno, il padre ha tentato di uccidere il figlio
Restano gravi le condizioni di salute del 22enne, ferito gravemente ieri dal papà successivamente arrestato. Entrambi risiedono a Rovio
Bellinzonese
8 ore
Auto fuori strada a Claro, deceduto il guidatore
Si tratta di un 77enne svizzero domiciliato in Riviera. L’auto che guidava era uscita di strada finendo in un fossato
© Regiopress, All rights reserved