laRegione
parmelin-in-val-poschiavo-festa-agrodolce-ma-abbiate-piu-fiducia
Grigioni
01.08.20 - 20:030

Parmelin in Val Poschiavo, 'festa agrodolce ma abbiate più fiducia'

Il Consigliere federale è stato ospite a Cavaione in occasione delle celebrazioni per il Primo agosto

La festa nazionale svizzera quest'anno ha un retrogusto agrodolce. Da un lato c'è il sollievo per il superamento della prima fase acuta dell'emergenza coronavirus, ma dall'altro c'è incertezza. Lo ha detto questa sera a Cavaione (frazione di Brusio in Val Poschiavo) il consigliere federale Guy Parmelin, che ha tuttavia più volte invitato ad aver fiducia, anche nelle istituzioni.

L'incertezza, ha aggiunto il ministro dell'economia, riguarda sia lo sviluppo della malattia, sia l'impatto sulla prosperità. Anche se la situazione è migliorata, l'economia è ancora lontana dall'essere tornata alla normalità e ci vorrà ancora del tempo, ha ricordato.

"Paradossalmente, la Svizzera è uscita rafforzata dagli eventi della scorsa primavera", ha sottolineato il capo del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR), rendendo omaggio all'autodisciplina degli elvetici e di tutti coloro che hanno sacrificato una piccola parte della loro libertà personale per il bene comune. Parmelin ha poi ricordato le circa 1700 persone morte finora a causa della crisi del Covid-19 e ha invitato i presenti a rendere un breve omaggio.

'Non possiamo controllare tutto'

Le ultime settimane e gli ultimi mesi hanno dimostrato "che non possiamo controllare tutto", ha proseguito il consigliere federale. Alla società piace illudersi che il rischio possa essere completamente eliminato con regole e precauzioni.

Piccoli e grandi incidenti sono però possibili in qualsiasi momento, "che lo vogliamo o meno". Lo Stato non è onnipotente e non ci sono garanzie nella vita, ha detto Parmelin, aggiungendo che né un'eccessiva cautela, né un'eccessiva disattenzione sono una buona strategia politica. Alla fine, tutto si basa sulla fiducia, ha sottolineato.

Cavaione: un luogo simbolico

Parmelin ha tenuto il suo discorso da Cavaione: il luogo è simbolico poiché il paesino della Valposchiavo è stato l'ultimo territorio ad essere annesso alla Confederazione. Prima dell'appuntamento, il consigliere federale ha partecipato oggi a un brunch in fattoria presso l'azienda Plankis della famiglia Salis, a Coira.

La presenza di Parmelin a Cavaione è la prova che il "villaggio dimenticato" non è stato dimenticato dal Consiglio federale, ha detto Parmelin all'inizio del suo discorso, riferendosi a un articolo di Riccardo Tognina del 1963 - intitolato proprio "Il villaggio dimenticato" - pubblicato sul "Bündner Kalender", un almanacco con una lunghissima tradizione nei Grigioni. Esso descriveva il tardivo riconoscimento del paesino dopo oltre 77 anni.

Nonostante l'abolizione del dominio dei Grigioni sulla Valtellina nel 1797, solo nel 1874 i 103 abitanti di Cavaione ottennero infatti la cittadinanza svizzera.

Guarda le 3 immagini
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
6 ore
Biasca è stata oggi la località più calda della Svizzera
In Ticino ampiamente superati i 33 gradi, con un picco di 34,7 nel cuore delle Tre Valli
Bellinzonese
10 ore
L'Udc di Bellinzona chiede le dimissioni di Soldini. Che reagisce
Casa anziani Sementina e Centro Somen: dopo i decessi l'esecutivo ha deciso di pagare il 25% in più gli straordinari. Il municipale: 'Come da regolamento'
Bellinzonese
11 ore
Scontro auto-moto sulla strada del Lucomagno
Centauro all'ospedale dopo l'impatto avvenuto a Camperio con una vettura targata Zurigo
Ticino
11 ore
Maggioranza e opposizione contro la disdetta unilaterale
Fisco frontalieri, in Italia i partiti contestano la perizia dell'Università di Lucerna e la proposta del leghista Quadri di bloccare i ristorni
Locarnese
11 ore
Accademia Dimitri a Losone, ostacoli e soluzioni (provvisorie)
Un ricorso blocca la pianificazione, ma il Municipio sigla con la scuola un accordo transitorio per tre mesi
Grigioni
11 ore
Calanca e SanBe, recuperati nei boschi 140 chili di rifiuti
Grazie all'impegno degli oltre 50 volontari che hanno risposto all'invito della Summit Fondation
Mendrisiotto
12 ore
Se ne è andato Josef Weiss, una vita per i libri
Aveva 76 anni. Nel suo Atelier di Mendrisio ha realizzato opere che lo hanno fatto conoscere nel mondo
Ticino
12 ore
Vitta: 'Si potrà discutere pure di aumento del coefficiente'
Così il ministro delle finanze e dell'economia. La reazione dell'Udc: ci opporremo a qualsiasi aumento d'imposta. Il no della Lega
Gallery
Locarnese
12 ore
Onsernone, con l'altalena sempre più in alto
Prosegue l'iniziativa promozionale di 'Swing The World". Sul Pizzo Zucchero creata una nuova postazione di questo passatempo molto social
Ticino
13 ore
Camperio, scontro auto-moto: centauro soccorso dalla Rega
Incidente sulla strada del Lucomagno. Ferito un cittadino italiano, trasportato al San Giovanni di Bellinzona
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile