laRegione
23.09.22 - 16:21
Aggiornamento: 26.09.22 - 16:53

A Biasca si chiede di risparmiare energia di notte

Il gruppo Insieme a sinistra in Consiglio comunale presenta una mozione per ridurre allo stretto necessario l’illuminazione pubblica e privata

a-biasca-si-chiede-di-risparmiare-energia-di-notte
Archivio Ti-Press

Spegnere l’illuminazione pubblica e privata esterna nelle ore notturne; installare sensori di movimento e accensione automatica delle luci; sensibilizzare sull’uso parsimonioso dell’energia. Il gruppo in Consiglio comunale Insieme a sinistra di Biasca in una mozione (prima firmataria Sara Widmer) chiede quindi al Municipio di modificare i necessari regolamenti comunali o di adottarne uno nuovo "concernente l’illuminazione esterna, la riduzione dello spreco e la prevenzione dell’inquinamento luminoso".

Visto che "la riduzione dell’inquinamento luminoso porterebbe innumerevoli vantaggi", Insieme a sinistra chiede innanzitutto di spegnere luci pubbliche e private di notte "ovunque questo sia possibile". Per quanto riguarda l’illuminazione stradale, "dove per motivi di sicurezza non fosse possibile lo spegnimento totale", il gruppo invita il Municipio a fare in modo che sia accesa solo quando è necessario, grazie a temporizzatori o sensori. L’esecutivo dovrebbe anche proporre campagne di sensibilizzazione rivolte a popolazione e commerci a favore di "un uso parsimonioso delle risorse e in particolare dell’energia, laddove un’imposizione non è possibile". A ciò andrebbe aggiunta una "sensibilizzazione alle buone pratiche di professionisti, pianificatori, architetti, ingegneri, installatori locali". Insieme a sinistra chiede infine "la partecipazione dei funzionari responsabili a seminari e scambi di esperienza a livello nazionale".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
18 min
Raccolte firme sui costi della salute, allarme rosso in casa Ps
Riget e Sirica agli iscritti: rischiamo di fallire su referendum contro la deduzione per i premi dei figli e iniziativa per i premi al 10% del reddito
Ticino
33 min
Dalla Vpod oltre 7’700 firme per cure sociosanitarie di qualità
Consegnate oggi le sottoscrizioni che chiedono anche più attenzione alle prestazioni socioeducative. Ghisletta: ‘Cautamente ottimista, serve migliorare’
Luganese
54 min
Tentata rapina al chiosco in stazione a Ponte Tresa, due fermi
Un uomo, insieme a una complice, ha minacciato la commessa con un’arma da taglio chiedendo l’incasso. I due hanno poi desistito e sono fuggiti a piedi
Luganese
55 min
Campione d’Italia, 12 kg di canapa destinati al Ticino
In prigione al Bassone da giovedì per tentata estorsione, il 30enne albanese si rifiuta di rispondere agli inquirenti
Luganese
1 ora
Tesserete, un Park & Ride trova posto sul terreno Arl
Presso la stazione dei bus sorgeranno una quindicina di posteggi. Il presidente del Cda Gianmaria Frapolli: ‘Vogliamo favorire la mobilità pubblica’
Luganese
1 ora
Aston Bank, scoperto ridotto a meno del 10 per cento
Alle Assise correzionali di Lugano si è parlato anche del fallimento della banca. Sedici mesi sospesi a un 53enne ex dipendente
Mendrisiotto
2 ore
Laveggio in... bianco: c’è finita della polvere d’argilla
Sul posto Pompieri e tecnici del Dipartimento del territorio: sospesi i lavori in un cantiere a Stabio. I pescatori vigilano
Locarnese
2 ore
Lungo il ‘Maschinenweg’ la strada della gestione si divide
A Ronco s/Ascona vi sono due rapporti sul credito di 100mila franchi necessario alla sistemazione del sentiero antincendio che taglia il pendio
Luganese
3 ore
Esce di strada e sbatte contro un rimorchio, è grave un 76enne
Incidente intorno alle 13.30 a Villa Luganese. Probabilmente un malore alla base della perdita di controllo del veicolo
Bellinzonese
3 ore
Quasi mille abitanti in più a Bellinzona
Nel 2022 sono stati registrati 3’098 arrivi e 2’315 partenze, 360 nascite e 377 decessi. La popolazione è formata da 198 nazionalità diverse
© Regiopress, All rights reserved