laRegione
12.09.22 - 13:25
Aggiornamento: 19:09

Truffa Covid per 840mila franchi, sei imputati alla sbarra

Con responsabilità differenti avrebbero modificato al rialzo la cifra d’affari di alcune società per poi spartirsi il denaro

truffa-covid-per-840mila-franchi-sei-imputati-alla-sbarra

Un avvocato, tre consulenti assicurativi, un intermediario immobiliare e un proprietario di una ditta del Bellinzonese. Questa l’attività dei sei imputati – due ticinesi e quattro residenti oltre Gottardo – comparsi oggi in un’affollata aula penale di Lugano per rispondere di truffa ripetuta, falsità in documenti e omissione di contabilità. I reati di cui sono accusati sono riferiti alla concessione dei crediti per aziende e società da parte della Confederazione per contrastare le conseguenze economiche legate alla pandemia di coronavirus. Secondo l’accusa promossa dalla procuratrice pubblica Chiara Borelli, i sei uomini, con responsabilità differenti, hanno messo in atto un truffa per circa 840mila franchi attraverso cinque operazioni effettuate da marzo a giugno del 2020. Per la pubblica accusa, quella guidata dal 60enne legale svizzero tedesco – considerato infatti l’ideatore del piano – era una vera e propria squadra, che suddividendosi i compiti avrebbe cercato e convinto aziende disposte a gonfiare le proprie cifre per ricevere maggiori aiuti economici: se una parte di denaro andava comunque alle aziende, quello rimanente veniva suddiviso in parte concordate tra i complici.

Questa mattina, davanti alla Corte delle assise criminali presieduta dal giudice Amos Pagnamenta, l’avvocato imputato – il quale si sarebbe occupato di modificare i bilanci delle aziende – ha contestato interamente le accuse dicendosi completamente estraneo ai fatti. I tre imputati svizzero-tedeschi – coloro che avrebbero fatto da intermediari con le società – hanno invece ammesso i fatti così come descritti nell’atto d’accusa e ammesso il proprio ruolo nell’ambito di un’operazione che – hanno detto – sapevano non essere legittima. I tre hanno additato l’avvocato – che nella spartizione del denaro aveva la percentuale più alta, del 30% – come il vero ‘capitano’ della squadra.

Le prime quattro richieste di credito gonfiate andate a buon fine sono avvenute Oltralpe, mentre l’ultima operazione riguardava invece una ditta di pittura ticinese. Il proprietario dell’azienda sarebbe stato convinto dall’imputato ticinese, un 31enne attivo come consulente assicurativo.
Nel corso del pomeriggio proseguiranno gli interrogatori. La parola passerà poi alle parti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
1 ora
Morcote allacciata all’impianto di depurazione del Pian Scairolo
Tra i progetti previsti dal Consorzio l’abbattimento di microinquinanti e l’utilizzo di energie alternative
Ticino
3 ore
‘Quell’iniziativa è superata dagli eventi’
Consiglio della magistratura, così la commissione parlamentare: Assemblea dei magistrati e Gran Consiglio hanno nel frattempo designato il nuovo Cdm
Gallery
Mendrisiotto
3 ore
Volto coperto e armati: commando irrompe in una abitazione
In cinque rapinano una casa privata a Novazzano. Immobilizzate le persone all’interno, gli autori del ‘colpo’ si sono poi dati alla fuga
Ticino
3 ore
‘Riconoscimento del carovita così come proposto dal governo’
Risoluzione della sezione ticinese della Federazione svizzera funzionari di polizia
Ticino
5 ore
Non cambia l’età limite per restare in Magistratura: 70 anni
La commissione parlamentare ‘Giustizia e diritti’ silura la proposta di Filippini di scendere a 68. La democentrista ritira l’iniziativa
Ticino
5 ore
Docenti, ne mancano di tedesco e matematica
Presentata l’offerta formativa per l’anno 2023/24. Bertoli: ‘In Ticino la copertura è comunque sufficiente, non come in altre regioni della Svizzera’
Bellinzonese
6 ore
Archeologia, antiche ricchezze dissotterrate a Giubiasco
Aperto uno dei quattro tumuli venuti alla luce in un cantiere tra viale 1814 e via Ferriere: ritrovati orecchini, fibule, un pugnale e un’urna funeraria
Bellinzonese
8 ore
Due condanne in tribunale per il ‘caso targhe’
Inflitti 14 mesi con la condizionale all’ex funzionario della Sezione della circolazione, reo confesso. Dieci mesi all’assicuratore
Locarnese
10 ore
Influenza aviaria in un cigno nel Locarnese
Si tratta del secondo caso in Svizzera dopo quello in un’azienda a Zurigo. Il virus si trasmette all’uomo solo in casi rari e per contatto stretto
Ticino
10 ore
Cantonali ’23, candidati del Forum alternativo nella lista Ps
L’assemblea del movimento ha deciso ‘di non voler essere l’ennesimo partitino di sinistra, ma di lavorare a un movimento eco-socialista’. Sirica: ‘Felice’
© Regiopress, All rights reserved