laRegione
08.08.22 - 15:49
Aggiornamento: 17:49

Castellinaria, ‘Mercato coperto più accogliente e accessibile’

Per Flavia Marone (presidente del festival) la struttura di Giubiasco presenta vantaggi sia dal punto di vista logistico, sia da quello finanziario

castellinaria-mercato-coperto-piu-accogliente-e-accessibile
Ti-Press
L’Espocentro comportava un importante lavoro per renderlo adatto alla manifestazione

Il Mercato coperto di Giubiasco è «più accogliente e più accessibile» rispetto all’Espocentro di Bellinzona. Flavia Marone, presidente del Festival del cinema giovane Castellinaria ritiene che la scelta di cambiare sede sia ottimale sia dal punto di vista logistico, sia da quello finanziario. E non da ultimo «andremo ad animare un altro quartiere della Città, con un bacino d’utenza diversificato e più ampio, a vantaggio anche delle attività presenti nelle vicinanze, come esercizi pubblici e strutture ricettive».

I costi di allestimento caleranno in modo importante

Come noto Castellinaria – che si svolgerà dal 19 al 26 novembre – da quest’anno cambierà casa. Marone ricorda a ‘laRegione’ che non è la prima volta nella storia della manifestazione: «Il festival inizialmente si svolgeva al cinema Forum di Bellinzona». Poi crescendo necessitava di ulteriori spazi e si era quindi optato per l’Espocentro quale sede di svolgimento. Ora, però, anche quest’ultima struttura sembrerebbe non essere più la soluzione ottimale. Una struttura che ormai presenta alcuni limiti legati all’età che presupponevano, ogni anno, un importante lavoro per renderla adatta alla manifestazione. In quest’ambito al Mercato coperto «i costi di allestimento caleranno in modo importante e questo ci permetterà di investire in ulteriori attività o ambiti legati al festival».

Numerosi parcheggi e vicino alla stazione

La struttura di Giubiasco presenta anche altri vantaggi: «Si trova vicino alla stazione ferroviaria e offre numerosi parcheggi», spiega Marone. Inoltre Castellinaria potrà generare un indotto per «ristoranti, bar, alberghi che si trovano nelle vicinanze». Insomma, per una settimana il festival animerà questo quartiere di Bellinzona caratterizzato da diverse attività economiche e da una popolazione composta anche da molteplici famiglie che potranno approfittare di questo evento. E infatti pure «il Municipio ha accolto con grande piacere questa iniziativa», vista anche la sua attenzione ai diversi quartieri della Città. Esecutivo che «ci ha sostenuto, mettendoci a disposizione la struttura».

Capienza leggermente inferiore

Rispetto all’Espocentro, il Mercato coperto «avrà una capienza leggermente inferiore. Ma questo non è assolutamente un problema», assicura Marone. Infatti, «grazie all’organizzazione e al fatto che si tratta di un festival diffuso su tutto il territorio ticinese», si riuscirà ad accontentare tutti gli interessati. Non da ultimo sarà anche a disposizione un’offerta online.

In conclusione, in occasione del 35esimo anniversario, «Castellinaria meritava una struttura più recente e accogliente». E il Mercato coperto sembrerebbe dunque la soluzione ideale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
4 ore
Cassa pensioni pubblica, ‘più che un pilastro è un grissino’
Oltre 3mila dipendenti dello Stato in piazza a Bellinzona per protestare contro il taglio del 20% alle pensioni, il secondo in 15 anni.
Ticino
4 ore
La varesina Lara Comi ritorna a Bruxelles
Il dopo elezioni in Italia e gli effetti del ciclone Meloni
Ticino
5 ore
Al telescopio per ammirare Luna, Giove e Saturno
Riprendono le osservazioni astronomiche notturne alla Specola solare Ticinese. La prima venerdì 30
Mendrisiotto
5 ore
Un principe poco da favola di un regno di bugie
Chiesti 7 anni di carcere per il sedicente erede del re d’Etiopia, accusato di aver truffato tre imprenditori del Mendrisiotto per quasi 13 milioni
Ticino
6 ore
Il preventivo di oggi, le lacrime e sangue di domani
Il Consiglio di Stato presenta una previsione coerente con gli impegni, ma i partiti sono preoccupati. Le reazioni di Plr, Ps, Centro, Lega, Udc e Verdi
Bellinzonese
6 ore
Cima Piazza Giubiasco, allungare la staccionata ‘non è escluso’
L’incidente capitato a un bambino fa riflettere sulla sicurezza dell’area, anche se nei pressi di una zona a 30 km/h non sono obbligatorie recinzioni
Mendrisiotto
7 ore
Il Basso Mendrisiotto prende tempo per studiare le opportunità
Entro fine ottobre i Comuni interessati dovranno decidere se partecipare o meno a un possibile studio aggregativo
Luganese
7 ore
Il direttore di scuola media fa sapere che vuole collaborare
Dopo l’incontro fra le famiglie e le istituzioni permangono molte domande, e tanta rabbia, dopo l’arresto del 39enne luganese
Luganese
7 ore
PatriziAmo, manifestazione al via (in presenza) a Lugano
Quindici Patriziati di Lugano da venerdì nel patio del Municipio per farsi conoscere e per offrire i propri prodotti locali
Grigioni
8 ore
Nell’Alto Moesano due giovani lupi potranno essere abbattuti
L’Ufficio federale dell’ambiente ha concesso oggi l’autorizzazione per regolare il branco di Moesola, presente a sud del Passo del San Bernardino
© Regiopress, All rights reserved